Continua a correre Cavallo Rampante

Due vittorie consecutive ed il morale alle stelle; ecco come si presenterà l'Arezzo domenica prossima allo stadio Giovanni Zini dove affronterà la Cremonese.

Forse il momento peggiore per affrontare i grigiorossi, formazione che sta disputando un campionato deludentissimo; i programmi iniziali erano ambiziosi, la posizione in classifica attuale in piena lotta play out è un pugno nello stomaco alla tifoseria lombarda, ma il valore tecnico della squadra è tutt'altra cosa.

Tredici punti in altrettanti incontri sono un misero bottino e così arriva il colpo di scena in casa Cremonese: il club grigiorosso ha infatti esonerato l’allenatore Mario Montorfano e ha affidato la panchina a mister Marco Giampaolo, che lo scorso anno era al Brescia in serie B dopo aver guidato Ascoli, Cagliari, Siena, Catania e Cesena.

Montorfano era da tempo in bilico, ma la stranezza sta nel fatto che è stato esonerato senza che la sua squadra abbia giocato. La partita Como-Cremonese è stata infatti rinviata sabato per impraticabilità del campo. Il presidente della Cremonese Gigi Simoni ha comunque deciso per l’esonero, evidentemente deciso già nei giorni precedenti.

Amaro, che più amaro non si può, l’esordio in panchina di Marco Giampaolo che ha visto la sua squadra crollare di fronte al Pavia per 4-1.

Alquanto disarmante la prestazione della squadra grigiorossa che in casa di una delle formazioni più forti del girone soffre puntualmente su ogni calcio piazzato e incassa tre reti già nel primo tempo; un dato che farà sicuramente piacere a Mister Capuano, che ha dimostrato di poter presentare situazioni tattiche interessanti sulle palle inattive.

Una scossa al contrario quella data dal cambio di allenatore. Di certo Giampaolo ha visto in una volta sola cosa non funziona e la partita con l'Arezzo diventa un crocevia importante per cercare di dare una impronta diversa alla squadra.

In casa Arezzo regna la tranquillità, il campionato sta dando soddisfazioni superiori a quanto sperato ed il triangolo squadra-pubblico-Capuano non è solo una figura geometrica ma la soluzione perfetta per affrontare questo bellissimo campionato di Lega Pro.

Gli amaranto saliranno in terra lombarda consapevoli di affrontare una squadra il cui reale valore è nettamente superiore a quanto ci vorrebbe raccontare la classifica, ma nello stesso tempo a parte il rispetto dovuto, la squadra di Mister Capuano si presenta con un ruolino di marcia di tutto rispetto, un reparto difensivo, ma soprattutto una struttura di gioco che, siamo sicuri, sapranno farsi valere in campo.

Modulo e schieramento tattico non dovrebbero discostarsi dal credo di Capuano, cambieranno magari gli interpreti; Gambadori per squalifica, Conti fuori per infortunio, ma il 5-3-1-1, specialmente in trasferta è lo schema tattico più favorevole alle caratteristiche della rosa a disposizione del Mister.

Dopo un periodo di leggero appannamento (leggasi calo fisico) la squadra sembra essere tornata quella della prima parte di campionato; quando gli amaranto riescono a giocare con intensità, quando riescono a pressare gli avversari alla fonte del gioco e quando i due esterni riescono a fare la fase difensiva e ripartire asfaltando la fascia, gli avversari fanno fatica a produrre gioco.

Così è successo a Busto Arsizio contro la Pro Patria, così è successo al Città di Arezzo in uno dei test più probanti e con un alto coefficiente di difficoltà, quale è stato quello contro il Real Vicenza.

E anche domenica scorsa la mano, anzi, la testa di Eziolino Capuano ha avuto un ruolo importante; l'imprevedibilità sui calci piazzati, l'aver saputo leggere la partita con cambi tattici mirati a riportare equilibri alla squadra, operando laddove il Real Vicenza stava creando grattacapi agli amaranto, l'aver saputo inculcare nella testa dei suoi giocatori quella determinazione che li rende ancor più forti nei momenti difficili...non vi sembra emblematico che il gol dell'Arezzo sia arrivato nel momento in cui perdeva nuovamente Conti, vittima di una brutta ricaduta al ginocchio sinistro?

Una volta risistemato l'Arezzo con il nuovo assetto tattico i veneti hanno trovato difficoltà insormontabili...e la corsa sfrenata di Capuano verso la Minghelli, è stata l'ennesima prova che la squadra è amata al di sopra del risultato, gli applausi non erano mancati nemmeno contro il Venezia, quando l'Arezzo perse l'imbattibilità casalinga.

Ecco perchè la trasferta di Cremona sarà affrontata con ottimismo, perchè qualunque sia il risultato, siamo sicuri che l'Arezzo uscirà dallo Zini a testa alta; questo chiede Capuano, questo chiedono i tifosi.

P.S. Piccola disquisizione tattica...Millesi ala sinistra con meno compiti difensivi, potrebbe essere una mossa a sorpresa di Capuano....scherzavo Eziolino, era solo una mia idea...)

 

Riccardo Bonelli





18.02.2018 1290281

AREZZO E IL SUO ONORE ECCO COSA VOGLIAMO. CIARLATANI NON NE VOGLIAMO

 

Finisce con un pareggio, come al solito condito da recriminazioni su una vittoria ma [...]

Leggi Tutto
11.02.2018 1290281

AREZZO-ALESSANDRIA, LE PAGELLE DI RICK

 

PERISAN – 6,5 – Due gol presi, niente da imputargli, in compenso si esibisce in una p [...]

Leggi Tutto
11.02.2018 1290281

COSI’ NON SI VA LONTANO, NE IN CAMPO, NE FUORI…..FUORI LE PALLE E I SOLDI!!

 

Un punto in quattro partite, sfortuna, rimpalli, pali, menti dei [...]

Leggi Tutto
02.02.2018 1290281

LUCCHESE-AREZZO, LE PAGELLE DI RICK

 

PERISAN – 6,0 – Poche, pochissime occasioni per mettersi in mostra; incolpevole sul gol, [...]

Leggi Tutto
02.02.2018 1290281

L’AREZZO DOMINA, MA E’ SOLO UN PARI CHE STA STRETTO AGLI AMARANTO

 

Ci risiamo, rischiando di essere ripetitivi e rischiando pure di passare da [...]

Leggi Tutto
28.01.2018 1290281

LE PAGELLE DI RICK AREZZO PIACENZA

 

PERISAN – 5,5 –  Malino, al momento non sembra avere e dare tranquillità e af [...]

Leggi Tutto