Real Arezzo - Vicenza 2-0 (Non e' uno sbaglio della tastiera...)

Finisce con l'ovazione dell'intero Stadio verso la squadra amaranto ed il suo condottiero Eziolino Capuano per il più bell'Arezzo stagionale che batte con pieno merito un Real Vicenza che ha dimostrato, nonostante la sconfitta di essere ai primi posti della claassifica non per caso.

Gli amaranto hanno sofferto la buona organizzazione di gioco dei veneti, ma, trovate le giuste contromisure, la squadra aretina è venuta fuori alla distanza segnando due gol che significano seconda vittoria consecutiva, classifica che torna a sorridere e la convizione che, con qualche ritocco nella rosa, nessun traguardo è precluso in un campionato che fa dell'equilibrio la sua caratteristica

Un primo tempo di una intensità tale da non lasciare spazio a giocate tranquille, tutto fatto con frenesia, con l'assillo del pressing asfissiante. Una partita bella tatticamente, ma con poche occasioni nitide, poche ma buone dato che Panariello trova il varco giusto mandando in visibilio il pubblico e la sua squadra negli spogliatoi in vantaggio.

In quanto a manovra corale il Real Vicenza dimostra di essere una squadra che si conosce a memoria, mentre l'Arezzo soffre sulle corsie esterne, ma quando riparte la presenza di Carcione a centrocampo si fa sentire eccome.

Il gol sembra minare le certezze della capolista che cala fisicamente e soffre un Arezzo intraprendente che prende possesso del centrocampo e finalmente cominciano a funzionare a dovere le corsie esterne

La ripresa mostra un Arezzo diverso, l'uscita per infortunio di Conti e quella di Carcione obbligano Capuano a presentare un Erpen piu' arretrato e che deve fare da collante tra il reparto difensivo e il centrocampo e non lasciare isolato Montini prima e Bonvissuto poi, in compenso la presenza di Coppola consente alla squadra di coprire una lacuna tecnica sulla fascia destra, quella in cui il vicenza aveva creato i maggiori problemi

 

Mossa tattica riuscita quella di Capuano, il Vicenza cala d'intensità, l'Arezzo chiude tutti i varchi, arretrando il baricentro del gioco ed i biancorossi mostrano quanto bravi siano sugli spazi e quanto invece pecchino quando si trovano un muro davanti.

Ci aspettavamo una conferma dopo la vittoria di Busto e la squadra ci ha risposto in maniera positiva, ci aspettavamo i progressi fisici e Truda ha dimostrato di essere uno dei migliori preparatori in circolazione ( ma già lo sapevamo dieci anni fa), ci aspettavamo l'apporto della Curva Minghelli e...signori, chapeau  a questi ragazzi; la vittoria Mister Capuano la dedica a loro andando a ricevere l'ovazione ed inchinandosi in segno di rispetto e di ringraziamento.

Oggi l'Arezzo ha giocato in dodici e questo è un ulteriore segno dell'unità di intenti tra squadra e pubblico, un connubio che funziona sia nelle vittorie che nelle sconfitte.

Parlare di ennesimo capolavoro di Capuano ci sembra superfluo, la squadra gioca a sua immagine e somiglianza, grande carattere, grande dedizione tattica e grandi doti strategiche perchè quando i giocatori scendono in campo sanno già tutto dei loro avversari perchè il martellamento del mister è di quelli che ti rimangono nella mente.

Illimitatamente Arezzo, fino alla strapazzo........Mister , me lo consenta!!

 

Riccardo Bonelli

 

 





21.10.2019 1290281

Leggi Tutto
20.10.2019 1290281

AREZZO - ALESSANDRIA
LE DOPPIE PAGELLE DI RICK

Due tempi, due volti dell'Arezzo, impossibile non giudicarli separatamente

PRIMO TEMPO

PISSARDO - 6,0 - Come [...]

Leggi Tutto
20.10.2019 1290281

AREZZO - ALESSANDRIA 1-1

Cinquantuno minuti in cui abbiamo assistito ad una partita in cui l'Arezzo, con un assetto tattico al di fuori della logica delle caratteristiche degli uomini [...]

Leggi Tutto
19.10.2019 1290281

L’AREZZO AD UN BIVIO
GLI AMARANTO HANNO BISOGNO DI PUNTI E DI CERTEZZE

Lo abbiamo detto gia’ diverse volte, alla vigilia di una partita... forse troppe.

13.10.2019

SIENA - AREZZO, LE PAGELLE DI RICK

PISSARDO - 6,0 - L'unico vero tiro nello specchio della porta il Siena lo fa al minuto novantasei e la beffa è servita. Per il resto della pa [...]

Leggi Tutto
13.10.2019 1290281

UN PARI CHE SA DI BEFFA

Minuto 95 e trenta secondi... poco, pochissimo alla fine con l'Arezzo in vantaggio
.
L'ultima palla in area, la testa di Guidone ed il Siena [...]

Leggi Tutto