L'AREZZO ESCE CON UN MISERO PUNTICINO CONTRO UNA MODESTA PERGOLETTESE. FINALE INCANDESCENTE, BELLONI IN PORTA E ARBITRO PROTAGONISTA

L'AREZZO ESCE CON UN MISERO PUNTICINO CONTRO UNA MODESTA PERGOLETTESE.
FINALE INCANDESCENTE, BELLONI IN PORTA E ARBITRO PROTAGONISTA

L'Arezzo esce dallo stadio di Pergocrema con mille recriminazioni, mille interrogativi.

Così come il Lecco e la Pianese, la Pergolettese si è rivelata avversaria modesta e nonostante tutto gli amaranto sono usciti dal campo ancora una volta incapaci di saper portare a casa il risultato mancando, oggi, la gestione del vantaggio.

Il primo tempo era stato davvero modesto, ma nonostante tutto l'Arezzo si era mangiato una occasione clamorosa con Cheddira, sfiorando il gol con Cutolo, ma concedendo campo e occasioni ai padroni di casa.

Difese non proprio irreprensibili. Capitan Cutolo su tutti mentre al momento un Cheddira disastroso. Nel recupero infortunio (che sembra grave) per Borghini costretto alla sostituzione con Nolan per un problema l ginocchio

Nella ripresa pronti via e Belloni con un imperioso stacco di testa porta in vantaggio l'Arezzo; sembra una partita in discesa anche se le amnesie difensive stavano portando all'immediato pareggio con Malcore che sprecava da pochi metri.

L'Arezzo potrebbe raddoppiare ma Cheddira sbaglia l'impossibile a porta vuota dopo una respinta del portiere su gran tiro di Belloni.

Naturale e forse tardiva la sostituzione di un Cheddira disastroso con Gori che dopo nemmeno un minuto dal suo ingresso aggancia un pallone e si cimenta in un tiro al volo che termina di poco fuori

Il tempo di annotare un sinistro di Cutolo che impegna Ghidotti in una difficile respinta e ti accorgi che l'Arezzo concede troppo campo alla Pergolettese, abbassa il baricentro ed i padroni di casa ne approfittano per spingere e guadagnardi un calcio di rigore per atterramento di Bortoluz che si incarica della trasformazione dagli undici metri.

L'Arezzo non ci sta e si riversa in avanti; Piu sfiora il gol di testa, Caso lamette dentro ma in fuorigioco.

Nei minuti di recupero succede l'inverosimile; Pissardo subisce fallo dopo essersi impossessato del pallone, reagisce e l'arbitro lo espelle, Arezzo in dieci senza possibilità di sostituzione e Belloni che va in porta.

Negli ultimi secondi Caso viene atterrato in area, sembra rigore ma l'arbitro ammonisce il giocatore amaranto tra le vibranti proteste di tutti i giocatori.

Al fischio finale gli amaranto attorniano l'arbitro continuando nelle proteste.

L'Arezzo sembra non avere ancora assimilato gli schemi di Mister Di Donato, troppi spazi e troppa libertà di manovra concessa agli avversari, in fase offensiva note positive ma anche alcune grosse lacune nella finalizzazione dell'azione con un nome su tutti...CHEDDIRA....

Riccardo Bonelli





17.09.2019 1290281

IO, OTELLO CELIA.

Leggi Tutto

15.09.2019 1290281

L'AREZZO STENTA E NON DECOLLA

Tre partite , tre matricole da affrontare, tre risulati diversi che non contribuiscono a dare un giudizio su questa squadra, sul modulo applicato da Mist [...]

Leggi Tutto
15.09.2019 1290281

PERGOLETTESE - AREZZO, LE PAGELLE DI RICK
COSA E' MANCATO? LA VAR ED UN CENTRAVANTI DI NOME E DI FATTO

PISSARDO - 4,0 - Partiamo dal finale. Subisci fallo e reagisci davanti al [...]

Leggi Tutto
15.09.2019 1290281

L'AREZZO ESCE CON UN MISERO PUNTICINO CONTRO UNA MODESTA PERGOLETTESE.
FINALE INCANDESCENTE, BELLONI IN PORTA E ARBITRO PROTAGONISTA

L'Arezzo esce dallo stadio di Pergocrem [...]

Leggi Tutto
10.09.2019 1290281

10 SETTEMBRE 1923

10 SETTEMBRE 2019

BUON COMPLEANNO CAVALLINO!

 

 

 

[...]

Leggi Tutto
08.09.2019 1290281

Leggi Tutto