IL PUNTO SULLA LEGA PRO 13' GIORNATA

Campionato di Lega Pro giunto alla tredicesima giornata, una giornata che ha visto vincitore, nel girone A, il maltempo con ben tre partite non disputate.

GIRONE A

Torna alla vittoria l'Arezzo targato Eziolino Capuano; la squadra amaranto sbanca meritatamente lo Speroni di Busto Arsizio, inguaiando la Pro Patria.

 Seconda vittoria esterna, ritorno al gol dopo più di quattrocento minuti, e alcune critiche, forse esagerate seguite al momento critico della squadra che sembrava aver perso lo smalto delle prime giornate, sono state al momento respinte al mittente.

Vicenza sempre più Real. Disintegra ed affonda la corazzata (o presunta tale) Novara con un tre a zero che non ammette repliche e vola da solo in testa alla classifica, approfittando anche del maltempo che impedisce a Bassano, Monza e Como di replicare ai veneti.

Momento magico per la squadra biancorossa di Marcolini la cui ultima sconfitta risale addirittura ad agosto; otto reti e primo posto nella classifica dei cannonieri per l'intramontabile bomber Bruno.

E sarà proprio il Real Vicenza il prossimo avversario degli amaranto al Città di Arezzo, la sfida alla capolista porterà il pubblico delle grande occasioni ad Arezzo.

Terza vittoria consecutiva per il Venezia targato Serena, il cambio di atteggiamento tattico apportato dal tecnico sta dando i suoi frutti e per i lagunari si aprono nuove prospettive dopo un avvio di stagione pessimo.

Disastroso in difesa e poco incisivo in attacco, ecco il Novara che non ti aspetti e che si prende tre sberle a Vicenza dopo una striscia positiva che lo aveva proiettato nei quartieri alti della classifica. I piemontesi, forse troppo sicuri della proprio forza, hanno evidentemente snobbato la partita ed il ritorno con i piedi per terra non è detto sia un male per la squadra di Mister Toscano.

Mettere il Pordenone dietro la lavagna oramai è consuetudine in questa stagione; sesto Ko di fila quello di Mantova, dieci sconfitte su tredici incontri e i 5 punti in classifica, sono il triste viatico verso la retrocessione diretta. Nonostante tutto la posizione di Mister Foschi, attualmente, non sembra in pericolo.

Comincia male l'avventura di Bonazzi nella panchina dell'Albinoleffe; la squadra bergamasca perde nettamente a Venezia, ma il dato veramente allarmante sono la miseria dei sei gol segnati fino ad ora (tutti firmati Momentè) un record negativo assoluto nei tre gironi di Lega Pro.

Bruno e Fischnaller con otto reti guidano la classifica dei marcatori.

GIRONE B

Quattro gol al malcapitato Forlì e l'Ascoli mantiene saldamente la vetta della classifica del girone B; la squadra marchigiana conquista la sua settima vittoria e si candida come pretendente alla promozione diretta in B.

Il solito Arma, giunto al suo decimo centro stagionale, consente al Pisa di vincere il derby toscano a Prato e di portarsi al secondo posto in classifica a tre punti dalla vetta.

Altra toscana in evidenza è la Pistoiese di Mister Lucarelli che sbanca il Porta Elisa inguaiando la Lucchese; arancioni in una serie positiva che li ha portati in piena zona play off.

Quinta vittoria in campionato quella che L'Aquila conquista a Santarcangelo grazie ad un gol di Ceccarelli e che per gli abruzzesi significa terzo posto in classifica.

Marco Cellini, 33 anni, una vita a segnare gol, ma quattro tutti insieme nella sua carriera non li aveva mai segnati; ma c'è sempre una prima volta e questo evento è successo nell'incontro casalingo che la Carrarese ha vinto contro la Pro Piacenza. E il fatto ha ancora più valore perchè Cellini ha dedicato i quattro gol alla popolazione alluvionata di Carrara; un applauso anche alla società che ha devoluto l'incasso alla città.

Precipita la situazione per i rossoneri della Lucchese che perdono l'incontro casalingo contro la Pistoiese e si ritrovano in piena bagarre play out; il Presidente Bacci in queste ore sta decidendo sulle sorti di Mister Pagliuca a rischio esonero mentre i nomi che circolano in società sono quelli di Firicano ed Apolloni.

Le speranze che la Pro Piacenza possa mantenere la categoria sono ridotte al lumicino; tre punti in classifica, sono davvero pochi (anche se la squadra sul campo ne ha conquistati undici), la distanza dalla zona salvezza è abissale ed i quattro gol presi a Carrara sono una ulteriore mazzata alle speranze emiliane.

 

GIRONE C

Suonano le campane! Nelle prime sei posizioni albergano Benevento (capolista), Salernitana, Juve Stabia e Casertana.

La Salernitana si avvicina pericolosamente al Benevento (costretto al pareggio a Pagani) passeggiando sui resti della Reggina al Granillo. Otto vittorie ed una sola sconfitta e la conferma di essere una squadra da trasferta con soli tre gol subiti fuori dall'Arechi e ben cinque vittorie e con Caetano ancora in gol per la sua settima segnatura che equivale al primo posto nella classifica dei cannonieri.

Casertana tra le big e ad un passo dalla zona play off grazie alla vittoria, la settima, sul Martina.

Al terzo tentativo Mister Roselli centra i tre punti e la vittoria netta sulla Vigor Lamezia consente al Cosenza di uscire, per la prima volta, dalla zona play out ridando nuova linfa alle speranze di salvezza.

Le dimissioni di Mister Cozza sono l'emblema della tragica (sportivamente parlando) situazione della Reggina che subisce la settima sconfitta di questo campionato ad opera della Salernitana e viene raggiunta dal fanalino di coda Aversa Normanna che adesso ha una nobile decaduta come compagna di sventura.

Sesta sconfitta consecutiva per l'Ischia e salta un'altra panchina con l'esonero di Mister Porta; fatale la trasferta di Aprilia contro la Lupa Roma.

Record assoluto di pareggi per il Melfi, dieci in tredici giornate, ma è un passo adatto solo per tentare di evitare i play out, senza altri traguardi.

 

Riccardo Bonelli





19.11.2017 1290281

AREZZO-CUNEO, LE PAGELLE DI  RICK

 

BORRA - S-V-  Tocca il primo pallone vero (si fa per dire) negli ultimi minuti di gioco. Un [...]

Leggi Tutto
19.11.2017 1290281

NOVANTOTTO MINUTI DI DOMINIO AMARANTO
VITTORIA NETTA E CONVINCENTE, ADESSO LE NOVITA' IN SETTIMANA E LA SFIDA DI SIENA

 

In vista di una settima [...]

Leggi Tutto
12.11.2017 1290281

 

 

BORRA – 5,5 – Incolpevole sul gol, poi pochi pensieri gli creano gli avanti piacentini. Ma è quel senso di esco… non esc [...]

Leggi Tutto
12.11.2017 1290281

CI VORREBBE SIGMUND FREUD!!

 

Niente da fare …l’Arezzo dottor Jeckill-mister Hyde è tornato puntuale al Comunale.


Non [...]

Leggi Tutto
08.11.2017 1290281

BORRA – 6,0 – Poco impegnato… pochissimo…. Quasi niente. Quel poco lo fa.

 

LUCIANI – 5,0 – Gioca co [...]

Leggi Tutto
08.11.2017 1290281

UN PUNTO, ZERO GIOCO, TANTA NOIA PER L’AREZZO CONTRO UN MODESTISSIMO GAVORRANO

 

Una percentuale di possesso palla altissimo, imbarazzante per l&rsqu [...]

Leggi Tutto