CROTONE - AREZZO 4-3

 

ARTICOLO TRATTO DA WESUD.IT

Nel secondo turno eliminatorio di Coppa Italia, il Crotone batte l’Arezzo per 4-3 allo Stadio Ezio Scida in un match spettacolare condito da ben sette reti. Decisivo il gol all’esordio del giovane attaccante Zak Ruggiero che regala ai calabresi il passaggio alla fase successiva in cui la squadra di Stroppa troverà la Sampdoria di Di Francesco. Partita che si giocherà allo Scida per via della richiesta di inversione di campo da parte dei liguri.

Inizio di gara spumeggiante con il Crotone avanti di due gol dopo poco più di cinque minuti di gioco grazie alle reti di Barberis (1′) e Simy (6′), entrambi artefici di due conclusioni dal limite dell’area che non lasciano scampo a Pissardo. L’Arezzo non si dà per vinto e prima dimezza lo svantaggio con Borghini (10′) approfittando di una dormita generale della retroguardia rossoblù, raggiungendo in seguito il pari dagli undici metri con Belloni (17′), che deposita in rete il penalty concesso dal direttore di gara Pezzuto per un presunto fallo di Bellodi su Cheddira in piena area di rigore. Il Crotone subisce il colpo mentre gli uomini di Di Donato volano sulle ali dell’entusiasmo e al 23′ calano addirittura il tris completando la rimonta con Zini, che a porta sguarnita approfitta dell’assist di Rolando e mette fuori causa Cordaz facendo esplodere il settore ospiti. I padroni di casa non ci stanno e col passare dei minuti riorganizzano gli equilibri ritrovando qualità e geometrie: al 27′ Molina sfiora il 3-3, gli squali spingono con tutte le loro forze alla ricerca del pari e al 33′ lo riacciuffano grazie a Golemic, che in mischia riesce a depositare in rete dopo un batti e ribatti nell’area piccola.

Nella ripresa i due allenatori inseriscono forze fresche: Stroppa manda in campo Mustacchio al posto dell’acciaccato Rutten, Di Donato invece aggiunge smalto al reparto offensivo puntando su Volpicelli e Caso. I pitagorici si affacciano spesso nella metà campo avversaria sfruttando le percussioni degli esterni e la verve di Simy e Messias, ma nonostante il forcing continuano a subire il ritmo dei toscani, che al 63′ mettono i brividi a Cordaz con una rasoiata di Volpicelli dalla lunga distanza. Il Crotone risponde al 65′ andando vicinissimo al vantaggio con un destro alto di Simy, ben servito da Mustacchio al centro dell’area. I rossoblù non si perdono d’animo: al 69′ Stroppa lancia in campo il giovane Zak Ruggiero, all’esordio in un impegno ufficiale con la maglia degli squali, e fa entrare Gigliotti al posto dell’infortunato Spolli. All’attaccante numero 27 servono pochi minuti per incidere sulla gara: al 75′ infatti Molina si invola sulla sinistra e mette in mezzo un bel traversone sul quale spunta proprio Ruggiero, che di testa sigla il definitivo 4-3 ricevendo la meritatissima standing ovation dello Scida.





17.09.2019 1290281

IO, OTELLO CELIA.

Leggi Tutto

15.09.2019 1290281

L'AREZZO STENTA E NON DECOLLA

Tre partite , tre matricole da affrontare, tre risulati diversi che non contribuiscono a dare un giudizio su questa squadra, sul modulo applicato da Mist [...]

Leggi Tutto
15.09.2019 1290281

PERGOLETTESE - AREZZO, LE PAGELLE DI RICK
COSA E' MANCATO? LA VAR ED UN CENTRAVANTI DI NOME E DI FATTO

PISSARDO - 4,0 - Partiamo dal finale. Subisci fallo e reagisci davanti al [...]

Leggi Tutto
15.09.2019 1290281

L'AREZZO ESCE CON UN MISERO PUNTICINO CONTRO UNA MODESTA PERGOLETTESE.
FINALE INCANDESCENTE, BELLONI IN PORTA E ARBITRO PROTAGONISTA

L'Arezzo esce dallo stadio di Pergocrem [...]

Leggi Tutto
10.09.2019 1290281

10 SETTEMBRE 1923

10 SETTEMBRE 2019

BUON COMPLEANNO CAVALLINO!

 

 

 

[...]

Leggi Tutto
08.09.2019 1290281

Leggi Tutto