ADDIO SENZA RANCORE, MA CON MEMORIA... PERCHE' QUALCHE DUBBIO, CARO MISTER, LO HAI LASCIATO. E CHISSA' MAI CHE UN GIORNO TE LO RICORDEREMO " />

ADDIO SENZA RANCORE, MA CON MEMORIA... PERCHE' QUALCHE DUBBIO, CARO MISTER, LO HAI LASCIATO. E CHISSA' MAI CHE UN GIORNO TE LO RICORDEREMO

ADDIO SENZA RANCORE, MA CON MEMORIA... PERCHE' QUALCHE DUBBIO, CARO MISTER, LO HAI LASCIATO. E CHISSA' MAI CHE UN GIORNO TE LO RICORDEREMO

Finisce l'era Dal Canto, e la panchina dell'Arezzo è in cerca di un nuovo inquilino.

Per poco, perchè grazie a questa società ed al garante dell'area tecnica di una persona come Ermanno Pieroni, quella panchina è una tra le più ambite delle serie C.

Finisce l'era Dal Canto, un allenatore che ha dimostrato di essere un emergente, idee tecnico tattiche chiare, inutile negare che abbiamo visto l'Arezzo più bello da tempo immemore, bel gioco, non sempre produttivo, ma che ha attirato le attenzioni degli esperti di settore... l'Arezzo, vederlo giocare era un piacere.

Dispiace, caro Mister Dal Canto, che non abbia trovato in questo entusiasmo popolare, in questa società agile, snella, con lo sguardo rivolto al futuro, economicamente solida, mosca bianca in una serie desolatamente povera di soldi, di idee, mancante totalmente di una solida struttura dove le falle si aprono paurosamente giorno dopo giorno.

Dispiace che tutto questo non sia bastato, che altri stimoli cercava? Di sicuro nemmeno Lei, ancora lo sa, avendo raggiunto le otto panchine in otto anni.

Mancanza di stimoli o paura? Il dubbio rimane, mi creda.
Come rimangono i dubbi sul perchè delle dichiarazioni intempestive del dopo gara di Pisa, quando le nostre menti erano rivolte verso quello che sarebbe stato se...... i nostri cuori erano arrivati ad un passo dal cielo.

Lei, freddo, calcolatore, aveva già pensato a fare le valigie, e non vedeva l'ora di farcelo sapere.

Lei, freddo, calcolatore, professionista serio, ma poco incline a dividere le gioie ed i dolori con una tifoseria che Le dimostrava affetto e stima, che dimostrava di essere in simbiosi totale con questi ragazzi.... i suoi ragazzi.

Lo disse un giorno non lontano "non sono di quelli che corrono verso la curva battendosi la mano sul cuore"... caro Mister, c'è sempre una via di mezzo, altrimenti, e forse ha ragione Lei, ci si lascia senza rimpianti, i risultati ed il bel gioco, ma senza amore.

E nel calcio, forse sarò uno degli ultimi romantici, forse è quello che manca o forse è quello che si cerca di evitare.

Le strade si dividono, non era così scontato, nemmeno lei lo dava per scontato quando chiese un contratto di due anni, per inseguire un progetto.

Lei da un'altra parte, noi con il proseguimento del progetto, con o senza Lei, con un nuovo allenatore, forte di una società solida e di una area tecnica che saprà supportarlo ed una tifoseria pronta a farlo sentire a casa... quella casa che Lei non ha mai sentito sua.

Con stima, ma senza affetto

Riccardo Bonelli





17.09.2019 1290281

IO, OTELLO CELIA.

Leggi Tutto

15.09.2019 1290281

L'AREZZO STENTA E NON DECOLLA

Tre partite , tre matricole da affrontare, tre risulati diversi che non contribuiscono a dare un giudizio su questa squadra, sul modulo applicato da Mist [...]

Leggi Tutto
15.09.2019 1290281

PERGOLETTESE - AREZZO, LE PAGELLE DI RICK
COSA E' MANCATO? LA VAR ED UN CENTRAVANTI DI NOME E DI FATTO

PISSARDO - 4,0 - Partiamo dal finale. Subisci fallo e reagisci davanti al [...]

Leggi Tutto
15.09.2019 1290281

L'AREZZO ESCE CON UN MISERO PUNTICINO CONTRO UNA MODESTA PERGOLETTESE.
FINALE INCANDESCENTE, BELLONI IN PORTA E ARBITRO PROTAGONISTA

L'Arezzo esce dallo stadio di Pergocrem [...]

Leggi Tutto
10.09.2019 1290281

10 SETTEMBRE 1923

10 SETTEMBRE 2019

BUON COMPLEANNO CAVALLINO!

 

 

 

[...]

Leggi Tutto
08.09.2019 1290281

Leggi Tutto