Non è una maglia.. è la Maglia !!

Questo articolo non sarebbe mai nato, forse, se l'Arezzo venerdì sera avesse vinto.

Invece la prima sconfitta casalinga ha messo in risalto il fatto che l'Arezzo fosse sceso in campo con una maglia che ha lasciato interdetti i tifosi presenti al Città di Arezzo.

Se gli amaranto, ops, i giallo,nero,amaranto avessero vinto il fatto sarebbe sicuramente passato inosservato, anzi, avremmo parlato di maglia portafortuna, da indossare fin che funzionava.

Una maglia che non mi ha sorpreso più di tanto, dato che la indossa tutte le domeniche mio figlio e fin qui non ci sarebbe nulla di male se non che lui non gioca al calcio ma va a caccia al cinghiale!

Al di là di tutto la questione maglia comincia a diventare una strana abitudine a livello mondiale. Proprio la settimana in cui l'Arezzo ha proposto una maglia improponibile, sono usciti articoli di quotidiani nazionali sportivi e non mettendo in risalto questa strana moda.

Juventus in maglia azzurra, Parma in maglia verde (ha perso), Lazio( ha perso) che di biancoceleste aveva davvero poco, il Cesena (ha perso) in maglia rosa e via dicendo, ed è subito scoppiata la polemica; maglie strane che poi non portano neppure bene.

Cade l'ultimo baluardo che identificava una squadra, i colori della propria bandiera immutabile nei secoli, una tifoseria, in nome di una ricerca di mercato che indica la strada del merchandising come la via percorribile per maggiori introiti, la “bizzaria” degli stilisti crea divise con fantasie che di fantasioso hanno ben poco nel calcio, dove la fantasia di un bambino, del tifoso è semplicemente vedere la propria squadra con i colori sociali che poi sono i colori del cuore di chi ama il calcio.

C'era una volta.... una storia che ci riporta ad altri tempi, era il calcio delle maglie senza nomi, senza loghi, senza griffe dello stilista di turno, che, nei suoi intenti vorrebbe dare .... un tocco di classe, mentre sarebbe bene che tornassero a dedicarsi a sfilate e passerelle e lasciare perdere il calcio.

Basta buttare un occhio alla Tv per vedere tutti i colori dell'arcobaleno, a volte devi affidarti alle sovraimpressioni per capire quali squadre siano in campo; colori che non hanno nessun vincolo con la storia e le tradizioni delle società; lascia interdetti il fatto che non si riesca a capire che questo disamore per il calcio passa anche da stadi decrepiti, violenza e sfregi alle tradizioni.

Vero, è solo una maglia.... ma per tutti noi è LA MAGLIA!!

 

Riccardo Bonelli





18.02.2018 1290281

AREZZO E IL SUO ONORE ECCO COSA VOGLIAMO. CIARLATANI NON NE VOGLIAMO

 

Finisce con un pareggio, come al solito condito da recriminazioni su una vittoria ma [...]

Leggi Tutto
11.02.2018 1290281

AREZZO-ALESSANDRIA, LE PAGELLE DI RICK

 

PERISAN – 6,5 – Due gol presi, niente da imputargli, in compenso si esibisce in una p [...]

Leggi Tutto
11.02.2018 1290281

COSI’ NON SI VA LONTANO, NE IN CAMPO, NE FUORI…..FUORI LE PALLE E I SOLDI!!

 

Un punto in quattro partite, sfortuna, rimpalli, pali, menti dei [...]

Leggi Tutto
02.02.2018 1290281

LUCCHESE-AREZZO, LE PAGELLE DI RICK

 

PERISAN – 6,0 – Poche, pochissime occasioni per mettersi in mostra; incolpevole sul gol, [...]

Leggi Tutto
02.02.2018 1290281

L’AREZZO DOMINA, MA E’ SOLO UN PARI CHE STA STRETTO AGLI AMARANTO

 

Ci risiamo, rischiando di essere ripetitivi e rischiando pure di passare da [...]

Leggi Tutto
28.01.2018 1290281

LE PAGELLE DI RICK AREZZO PIACENZA

 

PERISAN – 5,5 –  Malino, al momento non sembra avere e dare tranquillità e af [...]

Leggi Tutto