E' L'ORA DELLO SPRINT FINALE. AREZZO NON MOLLARE! " />

E' L'ORA DELLO SPRINT FINALE. AREZZO NON MOLLARE!

E' L'ORA DELLO SPRINT FINALE. AREZZO NON MOLLARE!

Fase cruciale del campionato quella che ci apprestiamo a vivere.

Adesso non conta solo avere benzina in corpo, bisogna mettere pressione a tutte le squadre che ci stanno davanti: i passi falsi sono all'ordine del giorno e nemmeno l'Entella viaggi a pieno regime... anzi.

Adesso i punti si fanno pesanti, una classifica corta nella quale passare dalla seconda alla settima posizione e viceversa è un attimo.

Ecco perchè, nonostante i due soli punti nelle ultime quattro partite, nonostante adesso siano quasi tutte partite in trasferta, rimanere sul pezzo è importante per non lasciarci dietro recriminazioni (ulteriori, perchè già ne abbiamo abbastanza) per cercare di ottenere il miglior piazzamento possibile perchè più alta sarà la nostra posizione in classifica, più vantaggi avremo.

Ma fare un finale di campionato all'altezza di quanto espresso dall'Arezzo specie nel girone di andata, ci permetterebbe di presentarsi ai play off nella miglior condizione psicologica possibile; un fatto non secondario memori di quanto successe all'Arezzo di Mister Sottili, quando la squadra, certa dei play off staccò la spina troppo presto e perse quella concentrazione necessaria con le conseguenze che tutti ricordiamo.

Quando si analizza il campionato dell'Arezzo, si considera la flessione avuta nel girone di ritorno adducendo una serie di motivazioni quale il calo fisico, gli infortuni, una sorta di blocco psicologico dovuto alla sindrome da rimonta.

Impensabile pensare di ripetere le prestazioni della prima parte di campionato, l'Arezzo girava a mille, alcune delle grandi balbettavano, ma sapevamo tutti che il valori delle rose, e in special modo delle panchine avrebbero, alla lunga, fatto la differenza.

E comunque, quello dell'Arezzo è da considerare a tutti gli effetti un campionato da incorniciare per quello che ha mostrato in campo la squadra di Mister Dal Canto.

Difetti di gioventù, limiti fisici degli anziani, ma nel mezzo tanta qualità degli under unita alla classe e all'esperienza dei vari Cutolo, Foglia, Luciani, i rappresentanti della vecchia guardia.

Il resto ce lo ha messo Mister Dal Canto, con il suo credo calcistico in cui la ricerca del bel gioco ha fatto si che l'Arezzo sia considerata una delle squadre più belle a vedersi della categoria.

Io penso che il fatto che l'Arezzo, nel girone di ritorno abbia trovato maggiori difficoltà sia dovuto essenzialmente al fatto che sia svanito l'effetto sorpresa e gli allenatori delle squadre avversarie ci affrontano prendendo le dovute contromisure.

Adesso , per esempio, ci pressano alti, cercando di evitare che i nostri difensori impostino, come a loro piace, l'inizio della manovra amaranto... insomma, ci hanno preso le misure...

Domani a Busto Arsizio contro una Pro Patria che ha costruito la sua bella classica tra le mura amiche del Carlo Speroni; una partita difficile ma non impossibile.

Adesso è il momento di spingere sull'acceleratore, siamo nei play off, ma guai ad accontentarci, rimaniamo in agguato, sia mai che.....

Riccardo Bonelli





17.09.2019 1290281

IO, OTELLO CELIA.

Leggi Tutto

15.09.2019 1290281

L'AREZZO STENTA E NON DECOLLA

Tre partite , tre matricole da affrontare, tre risulati diversi che non contribuiscono a dare un giudizio su questa squadra, sul modulo applicato da Mist [...]

Leggi Tutto
15.09.2019 1290281

PERGOLETTESE - AREZZO, LE PAGELLE DI RICK
COSA E' MANCATO? LA VAR ED UN CENTRAVANTI DI NOME E DI FATTO

PISSARDO - 4,0 - Partiamo dal finale. Subisci fallo e reagisci davanti al [...]

Leggi Tutto
15.09.2019 1290281

L'AREZZO ESCE CON UN MISERO PUNTICINO CONTRO UNA MODESTA PERGOLETTESE.
FINALE INCANDESCENTE, BELLONI IN PORTA E ARBITRO PROTAGONISTA

L'Arezzo esce dallo stadio di Pergocrem [...]

Leggi Tutto
10.09.2019 1290281

10 SETTEMBRE 1923

10 SETTEMBRE 2019

BUON COMPLEANNO CAVALLINO!

 

 

 

[...]

Leggi Tutto
08.09.2019 1290281

Leggi Tutto