E ALLA FINE E' SEMPRE L'AREZZO A RECRIMINARE.... " />

AREZZO - PRO PATRIA 1-1

E ALLA FINE E' SEMPRE L'AREZZO A RECRIMINARE....

Un solo punto dalla sfida con la Pro Patria, formazione arcigna solida, rognosa che per mezz'ora riesce ad irretire nella sua ragnatela la formazione amaranto.

Trenta minuti, il tempo di prendere le misure ai bustocchi, poi l'Arezzo comincia a velocizzare la manovra, eludere il pressing alto degli avversari, alzare il baricentro del gioco e le occasioni fioccano, per ben due volte, nel giro di un minuto la palla danza pericolosamente davanti alla porta lombarda pronta per essere messa in rete... poi allo scadere del minuto di recupero, la bomba sotto l'incrocio dei pali su punizione da Brunori che trova il suo quinto centro stagionale e porta in vantaggio l'Arezzo.

L'intervallo serve per scambiarsi qualche idea tra sportivi e avere la convinzione che l'Arezzo avesse l'incontro in mano e che non poteva essere altrimenti visto come la squadra di Mister Dal Canto avesse, proprio nelle seconde parti degli incontri, uno dei suoi punti di forza.

Ma il calcio propone quasi sempre l'imponderabile, quelle situazioni in cui, basta un soffio di vento nella direzione opposta e saltano schemi, equilibri, propositi.
Quello che succede ad inizio ripresa, in rapida successione cambia radicalmente l'andamento dell'incontro.

Arezzo che rimane in dieci per l'espulsione di Basit per doppia ammonizione e poi l'incredibile errore di Pelagotti che su un cross innocuo di Mora, si lascia sfuggire la palla che, beffardamente entra in rete.

L'Arezzo perde certezze, accusa il colpo e Mister Dal Canto è costretto a togliere Brunori per riequilibrare i reparti in campo (idea personale è che Brunori non meritava di uscire e che il mister non se la sia sentita di togliere Persano, entrato ad inizio ripresa).

Al minuto ottanta , poi, la Pro Patria, ha l'occasione di portarsi in vantaggio grazie ad un rigore concesso, forse con troppa magnanimità dall'incertissimo e mediocre Maranesi.

Fortunatamente Le Noci sbaglia grossolanamente l'esecuzione con la palla che esce fuori.

Lo scampato pericolo è come una molla per l'Arezzo che, se pur in inferiorità numerica alza i ritmi e, anche se con molta confusione costringe una Pro Patria tramortita dalla colossale occasione fallita, ad arroccarsi in difesa.
Occasionissima amaranto allo scadere dei novanta minuti con Bruschi che si vede respingere il tiro dal difensore Lombardoni che salva il risultato sulla linea di porta.

Nel recupero le proteste amaranto e di tutto lo stadio sono veementi e vibranti per un fallo su Tassi che anticipa il suo avversario in area finendo a terra.

Purtroppo l'incertissimo e mediocre Maranesi di Ciampino si erge a protagonista chiudendo un occhio e forse due.
Peccato, l'ennesima occasione per recriminare su una vittoria sfumata per fattori esterni ma anche per nostra dabbenaggine.

E' destino che si riesca ad arrivare a Roma ma non si riesca a vedere il Papa.

Oggi recriminiamo, ma da domani testa alta e con grinta e determinazione, tutti, conteremo i giorni che ci separano alla sfida casalinga con l'Alessandria. Forza e coraggio, noi siamo l'Arezzo!!

Riccardo Bonelli





17.09.2019 1290281

IO, OTELLO CELIA.

Leggi Tutto

15.09.2019 1290281

L'AREZZO STENTA E NON DECOLLA

Tre partite , tre matricole da affrontare, tre risulati diversi che non contribuiscono a dare un giudizio su questa squadra, sul modulo applicato da Mist [...]

Leggi Tutto
15.09.2019 1290281

PERGOLETTESE - AREZZO, LE PAGELLE DI RICK
COSA E' MANCATO? LA VAR ED UN CENTRAVANTI DI NOME E DI FATTO

PISSARDO - 4,0 - Partiamo dal finale. Subisci fallo e reagisci davanti al [...]

Leggi Tutto
15.09.2019 1290281

L'AREZZO ESCE CON UN MISERO PUNTICINO CONTRO UNA MODESTA PERGOLETTESE.
FINALE INCANDESCENTE, BELLONI IN PORTA E ARBITRO PROTAGONISTA

L'Arezzo esce dallo stadio di Pergocrem [...]

Leggi Tutto
10.09.2019 1290281

10 SETTEMBRE 1923

10 SETTEMBRE 2019

BUON COMPLEANNO CAVALLINO!

 

 

 

[...]

Leggi Tutto
08.09.2019 1290281

Leggi Tutto