Arezzo, gli esami non finiscono mai " />

PIACENZA - AREZZO

PIACENZA - AREZZO

Arezzo, gli esami non finiscono mai

Piacenza, l’attuale capolista, sara’ un bel banco di prova per gli amaranto.
Ma non ricordo incontro, da quando siamo ripartiti, a cui non sia stato attribuito questo significato.

Perche’ l’Arezzo attuale suscita l’ammirazione generale per come propone il suo gioco, indipendentemente dagli avversari e dall'undici messo in campo da Mister Dal Canto.

A memoria, una squadra amaranto che giocasse un calcio propositivo come quella attuale, fatico a trovarla.
Un calcio bello da vedere, che non ti mette ansia per essere in balia degli avversari, non affatica il tifoso agevolato nella visione dalla fluidità’ del gioco, e poi avere quasi sempre la palla noi.... dai da’ gusto.

Poi mister Dal Canto, giustamente, si incazza perche’ abbiamo perso punti importanti non giocando da scarponi quando era il momento di farlo.

Questo Arezzo non ha nel suo Dna, il calcio alla viva il parroco, quello dei palloni scaraventati in tribuna, il palla lunga e pedalare, il palla fai te..... questa squadra gioca sempre il pallone, fa del possesso palla l’arma migliore del suo repertorio, attaccanti primi difensori e difensori primi attori per l’impostazione della fase offensiva.

Se potessimo avere un dato statistico, vedremmo come l’Arezzo sfrutti in ogni partita tutte le zone del campo senza grandi differenze tra fascia destra e fascia sinistra e come i lanci lunghi dalle retrovie siano una percentuale poco significativa.

E allora difficilmente ci sara’ nella mente ed indole di un giocatore che per tutta la settimana viene allenato a giocare sempre la palla, l’istinto di scaraventare via il pallone, sia il primo minuto di gioco che il novantacinquesimo.

Forse sono discorsi e considerazioni che possiamo fare tranquillamente, perchè il nostro campionato lo abbiamo già vinto in partenza, gridando PRESENTI!, ma mai accontentarsi e, se pur con i piedi ben piantati in terra sul campo, nelle stanze dirigenziali e sugli spalti, un pensiero rivolto a fare qualcosa di speciale , dal momento che abbiamo un gruppo speciale, si puo' fare.... si può sognare, perchè no?

E dato che gli esami non finiscono mai.... sotto con il Piacenza, giochiamocela, magari anche oltre il novantesimo, quei pochi minuti che avrebbero potuto essere già il sogno amaranto.

Riccardo Bonelli





15.09.2019 1290281

L'AREZZO STENTA E NON DECOLLA

Tre partite , tre matricole da affrontare, tre risulati diversi che non contribuiscono a dare un giudizio su questa squadra, sul modulo applicato da Mist [...]

Leggi Tutto
15.09.2019 1290281

PERGOLETTESE - AREZZO, LE PAGELLE DI RICK
COSA E' MANCATO? LA VAR ED UN CENTRAVANTI DI NOME E DI FATTO

PISSARDO - 4,0 - Partiamo dal finale. Subisci fallo e reagisci davanti al [...]

Leggi Tutto
15.09.2019 1290281

L'AREZZO ESCE CON UN MISERO PUNTICINO CONTRO UNA MODESTA PERGOLETTESE.
FINALE INCANDESCENTE, BELLONI IN PORTA E ARBITRO PROTAGONISTA

L'Arezzo esce dallo stadio di Pergocrem [...]

Leggi Tutto
10.09.2019 1290281

10 SETTEMBRE 1923

10 SETTEMBRE 2019

BUON COMPLEANNO CAVALLINO!

 

 

 

[...]

Leggi Tutto
08.09.2019 1290281

Leggi Tutto
05.09.2019 1290281

CHE LA TERRA TI SIA LIEVE
ADDIO BENITO BUTALI

Grave lutto nel mondo dell'imprenditoria italiana: è morto all'età di 94 anni Benito Butali,
Era nato a C [...]

Leggi Tutto