Aspettando Arezzo-Venezia

ASPETTANDO AREZZO - VENEZIA

L'Arezzo, per la dodicesima giornata del campionato di Lega Pro affronterà venerdì prossimo al "Città di Arezzo" l'Unione Venezia alle ore 19.30.

La squadra di Mister Capuano è reduce da una settimana di polemiche, sia per la sconfitta maturata ad Alessandria che per le dichiarazioni post partita del tecnico campano che hanno lasciato strascichi polemici superiori alla portata di quanto successo, con la strumentalizzazione di frasi, magari sopra le righe, ma dette nel contesto di una sconfitta maturata pochi minuti prima.

A Capuano non è andata assolutamente giù la prestazione della squadra in terra piemontese, troppo brutta per essere vera, troppo arrendevole, e con errori di interpretazioni di situazioni tattiche che il mister aveva messo in luce durante la settimana e che sono state disattese dai suoi ragazzi.

Inutile, comunque, guardarsi indietro ed allarmarsi; il campionato fino ad ora giocato dall'Arezzo può considerarsi estremamente positivo sia a livello di risultati che come gioco espresso e la classifica fa propendere verso un ottimismo se pur moderato.

Poi, se vogliamo analizzare approfonditamente la situazione, possiamo mettere in evidenza come il reparto difensivo sia tra i migliori della categoria, con il portiere Benassi che ha dimostrato di essere giocatore degno di serie superiori.

Le noti dolenti sono da ricercare nel reparto offensivo, l'Arezzo segna poco, specialmente su azione manovrata, mentre sulle situazioni di palle inattive, Mister Capuano ha saputo trovare le chiavi per scardinare le difese avversarie.

Cè poi da considerare come l'infermeria amaranto sia sempre affollata, situazione figlia della scarsa preparazione atletica di giocatori arrivati in amaranto quando il campionato era già in corso.

Avversaria di turno sarà il Venezia, tre punti meno degli amaranto e reduci dalla vittoria casalinga sulla Giana Erminio.

La società Football Club Unione Venezia è di proprietà della Holding “Venice Football Academy”, società di diritto italiano, presieduta dall' imprenditore Russo Yury Korablin.

L'allenatore dei veneziani è Michele Serena che, dopo un inizio di stagione tribolato della squadra ha preso il posto di Mister Dal Canto.

Serena è reduce da una sfortunata stagione a Padova, conclusasi con la retrocessione della squadra biancoscudata.

Veneti partiti con ambizioni di promozione e la dirigenza russa non ha lesinato sforzi economici per mettere a disposizione dell'allenatore una formazione di tutto rispetto con giocatori di provata esperienza come il difensore Elia Legati, i centrocampisti Carcuro ed Espinal e gli attaccanti Greco, Bellazzini e Raimondi.

Ma la squadra non ha risposto secondo le aspettative e la classifica parla di un Venezia che ha perso sei partite di cui tre in casa, mentre il ruolino esterno è di una vittoria, un pareggio e tre sconfitte, i gol subìti sono esattamente il doppio di quelli presi dall'Arezzo.

Per la partita di venerdì Mister Serena non avrà a disposizione il centrocampista Zaccagni, fermato dal Giudice Sportivo.

L'Arezzo di Mister Capuano non avrà a disposizione Carcione e sarà un'assenza importante, lo abbiamo visto nelle precedenti giornate, il giocatore amaranto è il metronomo della squadra, abile nel dettare i tempi difensivi e delle ripartenze e al momento attuale il tecnico non ha un sostituto con le sue caratteristiche.

Il modulo non dovrebbe discostarsi dal 3-5-1-1 che dà maggiori garanzie di equilibrio tra i reparti, e l'ago della bilancia saranno ancora una volta i due esterni che dovranno supportare le azioni offensive toscane permettendo al fantasista Erpen di non avere come unica soluzione la ricerca sistematica di Bonvissuto.

C'è attesa per questa partita sia nei giocatori dell'Arezzo che vorranno immediatamente riscattare la brutta prestazione di Alessandria, sia nella tifoseria che non ha abboccato alla polemica innescata da parti esterne all'ambiente calcistico e che risponderà compatta ad accompagnare la squadra in una partita che si presenta difficile ma alla portata degli amaranto che tra le mura amiche hanno concesso un solo gol alle avversarie.

Appuntamento, dunque, al Città di Arezzo, la Lega Pro non deve essere considerata un punto di arrivo, ma un punto di partenza, senza dimenticare, però, i quattro anni di serie D e che quest'anno la salvezza sarà la nostra vittoria più grande.

Riccardo Bonelli

 





19.11.2017 1290281

AREZZO-CUNEO, LE PAGELLE DI  RICK

 

BORRA - S-V-  Tocca il primo pallone vero (si fa per dire) negli ultimi minuti di gioco. Un [...]

Leggi Tutto
19.11.2017 1290281

NOVANTOTTO MINUTI DI DOMINIO AMARANTO
VITTORIA NETTA E CONVINCENTE, ADESSO LE NOVITA' IN SETTIMANA E LA SFIDA DI SIENA

 

In vista di una settima [...]

Leggi Tutto
12.11.2017 1290281

 

 

BORRA – 5,5 – Incolpevole sul gol, poi pochi pensieri gli creano gli avanti piacentini. Ma è quel senso di esco… non esc [...]

Leggi Tutto
12.11.2017 1290281

CI VORREBBE SIGMUND FREUD!!

 

Niente da fare …l’Arezzo dottor Jeckill-mister Hyde è tornato puntuale al Comunale.


Non [...]

Leggi Tutto
08.11.2017 1290281

BORRA – 6,0 – Poco impegnato… pochissimo…. Quasi niente. Quel poco lo fa.

 

LUCIANI – 5,0 – Gioca co [...]

Leggi Tutto
08.11.2017 1290281

UN PUNTO, ZERO GIOCO, TANTA NOIA PER L’AREZZO CONTRO UN MODESTISSIMO GAVORRANO

 

Una percentuale di possesso palla altissimo, imbarazzante per l&rsqu [...]

Leggi Tutto