Nel rispetto dei ruoli, in societa' siete tutti ingranaggi necessari affinche' il meccanismo possa funzionare al meglio. Non dimenticatevelo e, se necessario, oliate bene gli ingranaggi, o il giocattolo rischia di rompersi..

Una societa' gia' messa in discussione.
Sembrano svaniti nel nulla i festeggiamenti, la felicita' per una resurrezione sportiva e non solo ottenuta un mese fa sul campo e soprattutto con una svolta societaria che pareva non poterci essere dopo le nefandezze e gli obbrobri delle varie gestioni Ferretti, Neos, Matteoni, Neos bis alias Gatto.

L'Arezzo non muore! Il grido di battaglia che si e' levato in cielo.

L'Arezzo non e' morto, in barba ai disonesti, ciarlatani, parolai.

La Cava, Anselmi, Orgoglio Amaranto, Ermanno Pieroni, sono il nuovo che avanza; saranno loro, i salvatori della Patria a cercare di aprire un nuovo ciclo.
Soprattutto al Presidente La Cava vanno ascritti i meriti maggiori perche' gli investimenti, all'inizio alla cieca, stanno dando futuro e stabilita' societaria.

E' stato un anno terribile, la storia, oramai , la sanno anche i muri; uscirne indenni e' stato un vero e proprio miracolo a cui tutta Arezzo ha contribuito per sostenere un nome, un simbolo, un patrimonio, anche se il contributo decisivo e' venuto da fuori, da un presidente la cui passione ha contagiato tutti.

Possiamo finalmente tirare un sospiro di sollievo e proiettarci verso il futuro con ottimismo?

Certo..... forse..... ma anche no!

Un mese , tanto e' bastato per avvertire i primi scricchiolii...... Siamo ad Arezzo, perche' meravigliarsi?

Orgoglio Amaranto ha mostrato qualche mal di pancia verso la societa', il Presidente ha risposto stizzito ed infastidito
Calma gente, chiaritevi e sara' meglio per tutti.

Non portatevi dietro nessun dubbio, l'unico modo per andare avanti e' remare tutti nella stessa direzione....altrimenti il recente passato non ha insegnato nulla.

Le problematiche son fatte per essere risolte, a volte sono necessarie per programmare al meglio una stagione, ma mi sarebbe sembrato piu' opportuno fossero discusse e risolte con dei faccia a faccia in luogo di esternazioni pubbliche che creano solo dubbi, incertezze, perplessita' , tutte cose di cui, credeteci, non abbiamo assolutamente bisogno.

Vogliamo a tornare a parlare solo ed esclusivamente di calcio, fate cio' che questo avvenga!

Che poi proprio di calcio giocato, abbiamo incassato l'addio di Mister Pavanel, stiamo incassando la partenza di Sabatino e forse non finira' qui.
Tutto cio' non deve creare allarmismi, e' nella logica di una rifondazione che Ermanno Pieroni sta attuando.

Il Presidente La Cava sta sistemando tutte le problematiche economiche, fatto questo (e non e' poco...) mettera' a disposizione del Direttore, un budget che, almeno per questo anno, non permettera' voli pindarici ed alzi la mano chi credeva e pensava (non sperava) il contrario.

Logico, quindi, ad esempio, non potersi permettere di rinnovare il contratto a Sabatino,che, ha tutelato i propri interessi accettando la proposta della Triestina non compatibile con il nuovo percorso intrapreso dalla dirigenza aretina

E Sabatino non sara' un caso isolato, le sirene suonano, non tutti si tapperanno le orecchie...
Io sono uno di quelli che si sentono miracolati, e come tale, voglio guardare con ottimismo al futuro.

E se pur memore, non lo nascondo (scripta manent) della immensa topica presa con tale Matteoni, ci riprovo, da gran testardo con la mente offuscata di amaranto, a dare fiducia al Presidente La Cava.

Ma con una differenza di fondo, Matteoni mi infinocchio' con le promesse, Giorgio La Cava mi ha conquistato con i fatti e con la passione con la quale si e' gettato nel progetto Arezzo, trascinando accanto a se Anselmi.

Nel rispetto dei ruoli, in societa' siete tutti ingranaggi necessari affinche' il meccanismo possa funzionare al meglio.
Non dimenticatevelo e, se necessario, oliate bene gli ingranaggi, o il giocattolo rischia di rompersi.....

P.S Sento parlare del fatto che, non avendo ancora un allenatore, si sia perso un mese. Spero stiate scherzando, altrimenti guardatevi intorno, e non solo a livello di serie C. Ci sono ancora campionati in corso, destini da definire...... La scelta dell'allenatore sara' una decisione ponderata e ragionata da Ermanno Pieroni .... o vogliamo prendere il Bellucci della situazione??

Riccardo Bonelli





21.10.2018 1290281

AREZZO - ALBISSOLA. LE PAGELLE DI RICK

PELAGOTTI - 6,0 - Impegnato pochissimo, costretto a qualche rilancio lungo dal pressing alto dell'Albissola, nel secondo tempo si prende solo pi [...]

Leggi Tutto
21.10.2018 1290281

SE NON E' CON IL GIOCO, E' CON IL CUORE, L'AREZZO NON MOLLA!

C'era da dare una risposta alla prima sconfitta stagionale, così come c'era da dare una risposta a [...]

Leggi Tutto
18.10.2018 1290281

JUVENTUS - AREZZO
LE RIFLESSIONI DI RICK

IL BELLO - Vai sotto per un gol (fantasma?) su calcio d'angolo, al netto delle stanchezze fisiche e mentali e di una prima mezz'ora [...]

Leggi Tutto
18.10.2018 1290281

AREZZO NON BELLO MA SFORTUNATO, RISULTATO BUGIARDO TRA PALI E TRAVERSE

Prima sconfitta per gli amaranto di Mister Dal Canto nel deserto del Moccagatta, uno scenario che dovrebbe far rifle [...]

Leggi Tutto
16.10.2018 1290281

AREZZO - PONTEDERA
LE PAGELLE DI RICK

PELAGOTTI - 6,5- I maggiori pericoli provengono dai suoi stessi compagni di reparto Per il resto un paio di interventi ed un salvataggio su un [...]

Leggi Tutto
16.10.2018 1290281

AREZZO-PONTEDERA 2-0
NUOVO CINEMA PARADISO, GLI AMARANTO DI QUESTA SERA

L'Arezzo batte il Pontedera attraverso una prestazione che, specie nel primo tempo, ha deliziato il pubb [...]

Leggi Tutto