PER IL SIENA UN ROSPO DURO DA INGOIARE AREZZO L'AMMAZZAGRANDI VERSIONE 2.0

PER IL SIENA UN ROSPO DURO DA INGOIARE
AREZZO L'AMMAZZAGRANDI VERSIONE 2.0

Incorniciata da uno stadio finalmente vestito a festa, Arezzo e Siena hanno dato vita ad un derby avvincente, combattuto, bellissimo in campo e sugli spalti

La terribile banda di Pavanel fa un'altra vittima illustre, niente favoritismi e senza pietà, giusto, sacrosanto... perchè nessuno ha mai avuto pietà di noi e non parlo solo di campo.

Quando si parla di dodicesimo uomo in campo, riferirsi alla Curva Minghelli è solo fare un esempio calzante di quanto quel muro umano possa spingere i ragazzi in campo dall'inizio alla fine, ma soprattutto quando i giocatori amaranto di benzina non ne hanno più ma trovano risorse fisiche sotto forma di incitamento.

Quando si parla di allenatori, quando si dice che incidono all'incirca un venti per cento, non si parla certo di Mister Pavanel che di queste basse percentuali se ne infischia e dimostrando che può essere vero...MA ANCHE NO.

Ha creato un gruppo eccezionale, tutti i giocatori pendono dalle sue labbra, tutti, nessuno escluso gli hanno giurato fedeltà e impegno incondizionato, in allenamento, in panchina, in campo.

Ma la bravura di quest'uomo è la lettura delle partite, nei cambi di ruolo, di modulo di tattica, di giocatori; una squadra camaleontica che si adatta nel giro di pochi minuti anche a stravolgimenti tattici anche di difficile lettura per gli avversari.

Prova ne è anche la partita contro la capolista Siena; venti minuti in cui i bianconeri giustificano la loro posizione in classifica, trovando sulla loro strada un grande Perisan.

Poi Mister Pavanel sposta, cambia, muove e dà scacco matto a Mignani ed al suo Siena, incapace di leggere il nuovo assetto tattico amaranto.

E quando, forse, ci riesce, Aniello Cutolo, il chirurgo, incide una profonda ferita nella difesa bianconera con il sinistro bisturi che non da scampo a Pane.

Reazione rabbiosa del Siena; proprio quello che desiderano gli amaranto, che senza grossi patemi d'animo domano le sfuriate senza filo logico del Siena che vede scivolare il primo posto.... inesorabilmente.

Fischio finale e inizia la festa; mentre la tifoseria senese abbandona mestamente lo stadio, dal lato opposto squadra e tifosi fanno festa, rifanno festa, fanno ancora festa, con i giocatori richiamati sotto la curva per una, due,tre...forse quattro volte.

Chi vi scrive, inebriato dalla vittoria pur godendo dello spettacolo, ha perso il conto.

Ma la festa è già finita e tornano pensieri, paure.

E poi due partite importantissime; e se quella di martedì , sul campo del Comunale è solo una dolce attesa, vista la prestazione della squadra, quella di lunedì è una partita in cui, purtroppo la bravura del Mister e dei suoi ragazzi, la spinta della Minghelli non serviranno a nulla.

Una mano nel cuore e, assistendo allo spettacolo di stasera, un solo desiderio..... FATE VIVERE TUTTO QUESTO, CHIUNQUE VOI SIATE!

Riccardo Bonelli

 
 




01.07.2018 1290281

C'è aria nuova intorno all'Arezzo.Una nuova Società, nuovi programmi, tanto entusiasmo.

E dopo una annata da dimenticare in fretta, ci voleva questa aria di rinnovam [...]

Leggi Tutto
30.06.2018 1290281

DUE COMUNICATI CHE CERTIFICANO IL COMPLETAMENTO DEL MIRACOLO SPORTIVO ED ECONOMICO -

Orgogliosi di tutti coloro che hanno contribuito affinchè tutto questo potesse avvenire.

[...]

Leggi Tutto
25.06.2018 1290281

ECCOLO! Comunque esso sia, sarà il nostro biglietto da visita [...]

Leggi Tutto
22.06.2018 1290281

LOGO NUOVO... VITA NUOVA

I segnali di rinnovamento, lo dice l'economia, lo dice il marketing, passano anche dal rinnovamento di un logo, il principale mezzo comunicativo di una societ [...]

Leggi Tutto
22.06.2018 1290281

Dispiace per Cesena, per il Cesena, per i suoi tifosi e per il calcio in generale.
Ma come si fa ad avere accumulato un debito di 73 milioni di euro? 
Da quanto dura questa situa [...]

Leggi Tutto
13.06.2018 1290281

Il Direttore Generale Ermanno Pieroni ed il Presidente La Cava hanno dunque delineato le linee guida di quello che sarà il nuovo Arezzo ingaggiando un tecnico giovane, cha ha saputo lavorare [...]

Leggi Tutto