Dopo Alessandria -Arezzo

Mai sconfitta fu più giusta. L'Arezzo perde ad Alessandria con un gol giunto solo nel finale ma solo per caso.

La piu' brutta prestazione della squadra di Mister Capuano e l'azione del gol è emblematica; l'Arezzo in una delle pochissime volte in cui riesce a portare la palla in avanti, la perde malamente con Montini e siamo lontani 80 metri dalla porta di Benassi; l'Alessandria riparte e senza ostacoli scambia palla in quegli ottanta metri, e segna un  gol in maniera assurda e con una facilità irrisoria.

Una partita in cui l'Arezzo non ha mai impensierito l'Alessandria, un possesso palla ridicolo, una percentuale di passaggi sbagliati altissima e con Benassi che ha ancora una volta limitato i danni, ritardando per 85 minuti la capitolazione.

Non ci sono alibi per questa sconfitta, la squadra amaranto è apparsa irriconoscibile, per i primi quarantacinque minuti ha praticamente giocato in nove con Erpen e Bonvissuto praticamente inesistenti

 La squadra di Ezio Capuano ha lasciato troppo campo ai piemontesi, che possono manovrare, indisturbati fino alla trequarti difensiva amaranto e buon per noi per l'imprecisione degli avanti piemontesi

Troppi anche i falli compiuti al limite dell'area, specie considerando il fatto che l'Alessandria disponeva di buoni tiratori.

Non a caso i maggiori pericoli per Benassi arrivano dalle situazioni da fermo dove i piemontesi riescono a creare i maggiori problemi  ,anche se, a onor del vero, a parte qualche conclusione pretenziosa e alcuni mischioni in area, la difesa amaranto riesce sempre ad anticipare gli avanti grigi e quando riesce la giocata ci pensa Benassi con alcune parate salva risultato.

Questo nel primo tempo; ma la ripresa segue il canovaccio dei primi 45 minuti ma con una Alessandria piu' cattiva, piu' incisiva e piu' precisa.

Purtroppo l'Arezzo è mancato in fase offensiva, è mancato nelle ripartenze, affacciandosi solo un paio di volte in area alessandrina ed il possesso palla degli amaranto, ripetiamo è stato talmente basso da non riuscire a dare respiro al reparto difensivo sempre sotto pressione.

Dispiace perdere in questa maniera, dispiace anche vedere alcune situazioni, specie nel primo tempo in cui troppe volte i nostri giocatori sono rimasti a terra facendo indispettire pubblico e direttore di gara che, nel secondo tempo ha sorvolato su alcuni interventi ai nostri danni.

Voltiamo immediatamente pagina, l'Arezzo non puo' essere assolutamente questo, archiviamo la giornata come un brutto incidente di percorso, ma Mister Capuano non dovrà sottovalutare questo campanello d'allarme suonato in terra piemontese. La squadra è apparsa impaurita, imprecisa, non è riuscita, se non in casi sporadici, a spingersi in avanti, a tenere la palla lontana dalla nostra area e a proporsi in maniera significativa in fase offensiva e buon per noi che la difesa, come sempre, ha tenuto, se pur con l'affanno della pressione costante.

Dare dei giudizi sui singoli è difficile, troppo brutta la prestazione complessiva per valutarli singolarmente. Possiamo solo evidenziare come Benassi sia stato ancora una volta, (purtroppo o per fortuna), il nostro miglior giocatore, mentre non possiamo sottacere la prestazione davvero deludente di Erpen che nel periodo in cui è rimasto in campo non solo non è riuscito a dare il via alle nostre ripartenze, ma non ha mai, assieme a Bonvissuto, contrastato la manovra dell'Alessandria nella prima fase offensiva.

Da salvare solo il reparto difensivo, ma ripetiamo, era impossibile che potesse fare di piu', con gli attaccanti piemontesi che spuntavano da tutte le parti.

Torniamo da Alessandria con qualche problema in piu' e qualche certezza in meno, con la convinzione, però, che sia stata solo una giornata storta e che venerdì torneremo ad essere l'Arezzo visto prima di Alessandria.

Riccardo Bonelli





05.05.2018 1290281

UNA SERATA SPECIALE!!

Niente di programmato, perchè esisteva solo una piccolissima speranza.

Ma un minuto dopo il fischio finale di Carrarese - Arezzo, con una salvezza c [...]

Leggi Tutto
05.05.2018 1290281

NON CHIAMATELO MIRACOLO!

Questa è storia, una bellissima storia, una favola d'altri tempi.
Non chiamatelo Miracolo, sarebbe sminuire il valore dell'impresa di questi [...]

Leggi Tutto
28.04.2018 1290281

AREZZO-PISA, LE PAGELLE DI RICK

FERRARI - 7,0 - Grossi interventi non ne ha dovuto fare, ma ha dato tanta sicurezza al reparto, una sola incertezza in uscita, poi padrone della sua area e [...]

Leggi Tutto
28.04.2018 1290281

NUOVI AGGETTIVI CERCASI... DISPERATAMENTE!!

Immensi, commuoventi, tatticamente perfetti, grintosi, attaccati alla maglia, agguerriti, indomabili, battaglieri, valorosi, risoluti...ma sopr [...]

Leggi Tutto
21.04.2018 1290281

PRATO - AREZZO, LE PAGELLE DI RICK

FERRARI - 6,0 - alcune uscite incerte, una scarsa intesa con i compagni di reparto compensano, in positivo un paio di buoni interventi

MUSCAT [...]

Leggi Tutto