IMBARAZZANTI

IMBARAZZANTI

 

Imbarazzanti…. È il primo commento che viene a caldo per definire la prestazione dei giocatori amaranto contro la Pistoiese.


Imbarazzanti forse più che contro l’Arzachena al debutto in campionato….ed è tutto dire.


Pretendere di giocare una ventina di minuti e per i rimanenti settanta fare da spettatori non paganti a guardare i volenterosi ragazzi di Indiani giocare al pallone, nemmeno un tiro in porta, nemmeno per sbaglio, poi, magari, lamentarsi di un rigore preso quando mancavano pochi secondi alla fine del primo tempo e, ancor peggio rammaricarsi di un gol preso oltre il novantesimo condannandoci alla sconfitta e catalogarlo come incidente di percorso, deconcentrazione e bla bla bla. 


I dati parlano chiaro, ed è bene che, chi di dovere faccia meno chiacchiere, non cerchi di arrampicarsi negli specchi e cominci a guardare in faccia la realtà.


Due partite casalinghe, zero punti, cinque gol subìti, contro avversari che, sulla carta, considerando la differenza di tasso tecnico nominale, risultano essere nettamente al di sotto dell’Arezzo.


Ma che a differenza degli amaranto, hanno giocato senza la puzza sotto il naso, un calcio semplice, ma tanto è bastato per mettere i bastoni tra le ruote di una squadra, quella di Mister Bellucci, senza mordente, a tratti, lunghissimi tratti senza ne capo ne coda, così con l’Arzachena, così con la Pistoiese.


Usciti tra i fischi meritatissimi, supportati dal tifo fino all’ultimo… ma poi c’è un limite a tutto , anche alla pazienza di chi non capisce come si possa passare 45 minuti , quelli sotto la curva Minghelli, in cui gli amaranto non hanno mai tirato in porta.


Indiani ringrazia e porta a casa una vittoria meritata, ma i demeriti dell’Arezzo superano i meriti degli arancioni, e chi ha visto la partita è cosciente che sarebbe bastato un Arezzo abbastanza sufficiente per non perdere questa partita, per non perdere quella d’esordio.


Il Città di Arezzo fortino inespugnabile è solo un flebile ricordo, adesso è diventato terra di conquista con sei partite consecutive in cui l’Arezzo è uscito battuto.


Tutti ci stanno mettendo del suo per questa situazione, La società chiusa nel suo silenzio, interrotto ogni tanto da qualche dichiarazione di Gemmi, i silenzi del Presidente e quelli, forse più rumorosi, conoscendo l’uomo, di Andrea Riccioli.


Ci sta mettendo tanto del suo, e vista la situazione, non potrebbe essere altrimenti, Mister Bellucci; il suo Arezzo non sembra avere una fisionomia, non ha sicuramente personalità, e molti punti interrogativi ci sono sula gestione della formazione , dei moduli, delle sostituzioni.
Mister Bellucci dice di essersi accorto fin dalla fine del primo tempo che la squadra si stava abbassando troppo concedendo alla Pistoiese il possesso del centrocampo.


Bene, apprezzabile, se non che le contromosse, nonostante la situazione stesse peggiorando di minuto in minuto con una apatia che aveva attanagliato l’Arezzo, sono giunte al minuto 75, a quindici minuti dal termine e, visto il risultato finale, diciamo che non sono state proprio azzecatissime.


Non piace, nemmeno, la gestione di Luciani, un giocatore trattenuto (parole di Gemmi) con grossi sacrifici ad Arezzo, e costretto alla panchina per scelta tecnica e, guardacaso, a favore di Talarico, e, secondo Mister Bellucci la questione del minutaggio non c’entra per nulla….

Ci permettiamo, mi permetto di dubitare che non ci siano motivazioni di questo tipo dato che Luciani in panchina è un lusso che, visti i risultati, questo Arezzo non si può permettere.


Troppo presto, troppo avventato parlare di crisi tecnica?

Forse, ma la Società dovrà chiedere lumi allo staff tecnico, e lo staff tecnico dovrà, necessariamente analizzare le scelte tecniche e rivisitare le partite per mettere a nudo le carenze e le crepe che ha mostrato questo Arezzo per correre ai ripari… se ne avrà la capacità….


Imbarazzanti, ed i fischi finali sono il miglior commento a questa nuova sconfitta casalinga dell’Arezzo.

 

Riccardo Bonelli





18.02.2018 1290281

AREZZO E IL SUO ONORE ECCO COSA VOGLIAMO. CIARLATANI NON NE VOGLIAMO

 

Finisce con un pareggio, come al solito condito da recriminazioni su una vittoria ma [...]

Leggi Tutto
11.02.2018 1290281

AREZZO-ALESSANDRIA, LE PAGELLE DI RICK

 

PERISAN – 6,5 – Due gol presi, niente da imputargli, in compenso si esibisce in una p [...]

Leggi Tutto
11.02.2018 1290281

COSI’ NON SI VA LONTANO, NE IN CAMPO, NE FUORI…..FUORI LE PALLE E I SOLDI!!

 

Un punto in quattro partite, sfortuna, rimpalli, pali, menti dei [...]

Leggi Tutto
02.02.2018 1290281

LUCCHESE-AREZZO, LE PAGELLE DI RICK

 

PERISAN – 6,0 – Poche, pochissime occasioni per mettersi in mostra; incolpevole sul gol, [...]

Leggi Tutto
02.02.2018 1290281

L’AREZZO DOMINA, MA E’ SOLO UN PARI CHE STA STRETTO AGLI AMARANTO

 

Ci risiamo, rischiando di essere ripetitivi e rischiando pure di passare da [...]

Leggi Tutto
28.01.2018 1290281

LE PAGELLE DI RICK AREZZO PIACENZA

 

PERISAN – 5,5 –  Malino, al momento non sembra avere e dare tranquillità e af [...]

Leggi Tutto