INGLORIOSAMENTE

E finita nel peggiore dei modi quella che sembrava essere una serata magica.

 

Una Curva Minghelli che pochi eguali, lo stadio pieno, la presenza del tifo antagonista, l’essenza del calcio.

 

L’Arezzo che al momento di scendere in campo, si trova già in vantaggio per la posizione di classifica acquisita.

 

Pronti via e Moscardelli va in gol… la partita da godersi, ottanta minuti per assaporare il gusto del passaggio al turno successivo, continuare a sognare.

 

Nessuno poteva immaginare che da lì al novantesimo avrebbe vissuto uno degli incubi peggiori da non potersi nemmeno immaginare tale portata.

 

L’Arezzo finisce ingloriosamente, talmente ingloriosamente che esce scortato da Polizia e Carabinieri.

 

Talmente ingloriosa la fine che nemmeno Sottili, in sala stampa, riesce a comprendere quanto sia il danno arrecato ad una intera città.

 

Uscire al primo turno dei play off poteva starci. Le partite son tutte da giocare e da vincere e ci sono anche gli avversari.

 

Ma l’uscita di scena dell’Arezzo non è stata repentina e causata dalla sconfitta con la Lucchese.

 

Mille sono stati i campanelli  di allarme .  Ci siamo arresi dal  cercare di riprendere l'Alessandria, ci siamo arresi ad un passo dalla Cremonese, ci siamo arresi gli ultimi mesi in nome del prepararsi al meglio ai play off, perdendo anche il terzo posto.

 

La squadra, negli ultimi due mesi aveva avuto un rendimento di basso livello ma gli addetti ai lavori predicavano fiducia e tranquillità. Tutto sotto controllo, tutto programmato in vista dei play off, tutto sbagliato… tutto da rifare, compresi i momenti destabilizzanti in senso alla società con la farsa Nuccilli che ha lasciato strascichi polemici e mille incertezze in tutti noi.

 

Ripartiamo, rialziamoci, siamo caduti mille volte, siamo sempre riusciti a rialzarci, testa alta con la fierezza di essere aretini.

Ripartiamo con due grandi certezze, ROBERTO GEMMI E ANDREA RICCIOLI ma con mille dubbi, mille come quelli che sembravano attanagliare Mister Sottili.

 

Riccardo Bonelli





19.11.2017 1290281

AREZZO-CUNEO, LE PAGELLE DI  RICK

 

BORRA - S-V-  Tocca il primo pallone vero (si fa per dire) negli ultimi minuti di gioco. Un [...]

Leggi Tutto
19.11.2017 1290281

NOVANTOTTO MINUTI DI DOMINIO AMARANTO
VITTORIA NETTA E CONVINCENTE, ADESSO LE NOVITA' IN SETTIMANA E LA SFIDA DI SIENA

 

In vista di una settima [...]

Leggi Tutto
12.11.2017 1290281

 

 

BORRA – 5,5 – Incolpevole sul gol, poi pochi pensieri gli creano gli avanti piacentini. Ma è quel senso di esco… non esc [...]

Leggi Tutto
12.11.2017 1290281

CI VORREBBE SIGMUND FREUD!!

 

Niente da fare …l’Arezzo dottor Jeckill-mister Hyde è tornato puntuale al Comunale.


Non [...]

Leggi Tutto
08.11.2017 1290281

BORRA – 6,0 – Poco impegnato… pochissimo…. Quasi niente. Quel poco lo fa.

 

LUCIANI – 5,0 – Gioca co [...]

Leggi Tutto
08.11.2017 1290281

UN PUNTO, ZERO GIOCO, TANTA NOIA PER L’AREZZO CONTRO UN MODESTISSIMO GAVORRANO

 

Una percentuale di possesso palla altissimo, imbarazzante per l&rsqu [...]

Leggi Tutto