Aspettando Alessandria-Arezzo

ASPETTANDO ALESSANDRIA-AREZZO

 

Domenica 2 Novembre l'Arezzo, nella undicesima giornata di campionato di Lega Pro Girone A, giocherà ad Alessandria al mitico stadio “Giuseppe Moccagatta” così chiamato a ricordo del Presidente della squadra nonché sindaco della città, improvvisamente scomparso all’inizio di quel campionato.

Alessandria ed Arezzo, nella storia recente sono accomunate da alcune situazioni similari.

Il 18 agosto del 2003 il tribunale di Alessandria dichiara fallita l'Unione Sportiva Alessandria Calcio e la FIGC la radia.

Nel campionato 2008-2009 si piazza 2ª nel girone A di Lega Pro Seconda Divisione ma viene ripescata in Lega Pro Prima Divisione.

Incontro che presenta tante insidie per la formazione di Mister Eziolino Capuano, perchè l'Alessandria risultava essere accreditata questa estate, dopo una campagna acquisti "importante", come una delle favorite del torneo.

Le prime dieci giornate non hanno confermato questa previsione, perchè la squadra piemontese ha disputato, fino ad ora, un campionato contraddittorio.

La formazione di mister Luca D'Angelo segna molto (terzo attacco) ma subisce molto, risultando una squadra che ancora non ha trovato gli equilibri giusti e la sconfitta netta ed inaspettata con l'Albinoleffe nella giornata passata ne è la riprova.

Il suo ruolino di marcia casalingo parla di tre vittorie e due pareggi con nove gol segnati e cinque subìti, ad oggi,  e visti i risultati, c'è aria di contestazione da parte della tifoseria verso la squadra e verso il tecnico per un campionato fino a ora non rispondente alle aspettative.

Nonostante i 15 gol subìti, il punto di forza dell'Alessandria è Emanuele Nordi (30 anni) che è stato il portiere che ha fatto più parate (151) nell’ultima serie B, secondo le statistiche ufficiali, vantando di una vasta esperienza in Serie B.

Occhio anche al fantasista brasiliano Antonio Sartorio Mezavilla e all'attaccante francese Julien Rantier, una seconda punta mancina, veloce,dotato di buon dribbling e tiro dalla distanza; unico neo, la discontinuità che gli ha negato palcoscenici piu' importanti.

L'Arezzo, che ha costruito la sua classifica tra le mura amiche dove è imbattuta ed ha subìto un solo gol, in trasferta ha, fino ad ora raccolto poco ma si sono sempre verificate condizioni avverse e bisognerà riuscire a vedere il comportamento della squadra se riuscirà ad evitare di prendere gol dopo pochi secondi (Renate), espulsioni (ricordiamo quelle di Bassano con gol della sconfitta al novantesimo) o peggio ancora rigore/espulsione dopo pochi minuti (con sconfitta a Pavia).

Mister Capuano, che avrà di nuovo a disposizione Bonvissuto e forse Carcione, presenterà ad Alessandria il suo Arezzo nella versione ormai collaudata del 3-5-1-1.

Certo, è solo una ipotesi di chi vi scrive, ma conoscendo il Mister, la situazione infortuni, rosa ristretta, condizione fisica non ancora ottimale, un cambio tattico, oltretutto collaudato e che ha dato ottimi risultati, specie nella fase difensiva (miglior difesa del torneo assieme alla Torres) non dovrebbe essere prevedibile, considerando anche il potenziale offensivo dell'Alessandria.

Terminale offensivo dovrebbe essere Bonvissuto che garantisce a Capuano il fatto di essere per definizione il primo difensore quando le avversarie ripartono, mentre in fase offensiva è in grado di fare, reparto da solo: unico neo, il tanto lavoro lo rende poco lucido sotto porta.

In alternativa c'è Montini che potrebbe essere schierato a sorpresa per approfittare della sua tecnica e della sua velocità e cercare di sorprendere i piemontesi con rapide ripartenze sull'asse Montini-Erpen

Ma la chiave tattica di tutte le partite dell'Arezzo, che poi è la prerogativa delle squadre di Capuano sono le corsie esterne. Non a caso, le migliori partite della squadra amaranto hanno visto, come migliori in campo, i giocatori che agiscono in quelle zone del campo.

Nel secondo turno di Coppa Italia Lega Pro, giocato mercoledì sera l'Alessandria ha travolto il Pavia con un perentorio 5-1; le reti dei piemontesi sono state segnate da Sirri, Scotto, Valentini e una doppietta di Taddei.

 

Riccardo Bonelli





29.05.2019 1290281

AREZZO - PISA, LE PAGELLE DI RICK

PELAGOTTI - 6,0 - tre gol subiti, forse nella prima occasione poteva far di più, il pallone si insacca lento, lui non abbozza nemmeno la parata. P [...]

Leggi Tutto
29.05.2019 1290281

IMMERITATAMENTE

L'Arezzo perde la lunghissima imbattibilità casalinga nella partita più bella vista al Comunale da tempi immemorabili.
Uno stadio gremito, due cur [...]

Leggi Tutto
28.05.2019 1290281

Tanto so che stanotte non dormiro’..... ed allora eccomi gi [...]

Leggi Tutto
26.05.2019 1290281

A VOLTE LE PAROLE NON BASTANO
E ALLORA SERVONO I COLORI
E LE NOTE
E LE EMOZIONI........

Leggi Tutto
22.05.19 1290281

VITERBESE-AREZZO, LE PAGELLE DI RICK

PELAGOTTI - 7,5 - Gli perdoniamo l'incomprensione con Luciani, anzi facciamo finta che nemmeno sia successa, perchè il portierone amaranto [...]

Leggi Tutto