AREZZO PRATO LE PAGELLE DI RICK

AREZZO PRATO LE PAGELLE DI RICK

 

BORRA – 4,0 – Serataccia per il portiere amaranto con due gol sulla coscienza; la punizione, se pur ben battuta era da una distanza tale (diciamo trenta metri) che farsi sorprendere in quella maniera è inammissibile. Sul secondo gol, il cross era alto e lento, di facile lettura per una uscita comoda. Rimane in porta, e complice anche la dormita di Solini, il colpo di testa di Moncini lo uccella ben bene.

 

 

LUCIANI – 6,0 – Non ancora al meglio dopo l’infortunio e la lunga degenza; la corsa non è fluida, ma la sua spinta sulla fascia è una delle poche cose da salvare, specie del secondo tempo. Ma il suo apporto, in proiezione futura è una delle cose di cui questo Arezzo non può fare a meno.

 

MUSCAT – 6,5 – Il soldatino timbra la sua presenza con una prestazione ancora una volta di piena affidabiità.  E lo fa in una serataccia in cui viene a trovarsi senza un avversario vero da marcare, dato che il Prato giocava con una punta. Sua la migliore occasione che capita all’Arezzo nel secondo tempo, ma da ottima posizione tenta una semirovesciata che non fa parte, certamente, del suo repertorio. Ma su di lui, possiamo contare a occhi chiusi.

 

 

SOLINI – 4,5 – Duello nettamente perso con Moncini che lo sovrasta in fisicità e tecnica, facendolo ballare più di quanti ci si potesse aspettare nella peggiore delle ipotesi. Di male in peggio nella fase di appoggio e partenza della fase offensiva amaranto, con palloni sparacchiati senza costrutto alcuno

 

MASCIANGELO – 6,0 – Patisce il giusto su Di Molfetta, ma riesce a tenerlo a bada, buona anche la sua spinta offensiva che, naturalmente, vista la lunga mancanza dal terreno di gioco, va affievolendosi nel corso della partita

 

CORRADI – 4,5 – Forse la prestazione più deludente da quando veste la maglia amaranto. Sbaglia appoggi facili facili. Della sua presenza in campo, in senso positivo, si ricorda solo un tiro in porta di media pericolosità, poi il buio che porta Mister Sottili alla sua , necessaria, sostituzione.

 

FOGLIA – 4,5 – Se si fosse giocato a nascondino, invece che a calcio, potremmo definire ottima la sua prestazione. Non uno spunto, una idea, solo tanta confusione e imprecisione.

 

DE FEUDIS – 5,0 – Il meno peggio del centrocampo amaranto, tanta buona volontà tanto ardore agonistico ma poca, troppo poca qualità specie a supporto della azione offensiva

 

ARCIDIACONO – 7,0 – Il migliore in campo, per distacco. Ed il gol facile facile ( ma bisogna essere abili a farsi trovare al posto giusto nel momento giusto) è solo la ciliegina sulla torta.

Svaria su tutto il fronte dell’attacco, una zanzara fastidiosa per la lenta difesa del Prato; ma predica nel deserto e la sua bella prestazione viene mortificata dalla sconfitta e dalla scarsa vena di Moscardelli

 

BEARZOTTI – 5,5 – Sua la bella iniziativa che porta in vantaggio l’Arezzo, un suo tiro dal limite che Layeni non trattiene permettendo a Biccio di mettere in rete. Ma la bella prova di Bearzotti finisce qui, perché nel prosieguo dell’incontro va via via spegnendosi fino a costringere Sottili alla sua sostituzione in un secondo tempo anche per lui indecifrabile.

 

MOSCARDELLI – 4,5 – Eravamo tutti pronti a festeggiare il gol con tanto di record di Davide, ci ritroviamo, invece a commentare una prestazione nettamente al di sotto delle sue potenzialità. Non riesce mai a liberarsi dalle marcature pratesi, quasi sempre anticipato, perde tutti i duelli aerei, non parliamo poi della destinazione finale dei suoi tiri in porta. Una serata no, conclusa con una ammonizione, forse preventivata, a fine gara che gli farà saltare la trasferta di Viterbo, altrimenti, con il Sottili pensiero, non avrebbe giocato la partita casalinga dell’Arezzo contro l’Olbia.

 

D’URSI – 3,5 – Entra in campo ed avrebbe la possibilità di mettersi in mostra e dimostrare a Sottili di poter fare affidamento su di lui per i play off. Sbaglia tutto quello che c’è da sbagliare, una percentuale di passaggi indietro imbarazzante per un attaccante, nessun dribbling vincente, zero tiri in porta, le sue uniche visibilità sono state le scarpette verde fosforescente. Decisamente mediocre come prova.

 

POLIDORI – 5,0 – Niente da fare, il Polidori del girone di andata è solo un lontano ricordo….

 

ERPEN – 5,5 – Entra in campo nel momento in cui l’Arezzo ha già smesso di giocare, tenta di rianimare la spinta offensiva, ma dopo pochi minuti viene risucchiato dal vortice negativo della squadra e comincia a dispensare lunghissimi lanci dove i fisici difensori lanieri vanno a nozze, anticipando, costantemente , Polidori e Moscardelli che non la prendono mai

 

Riccardo Bonelli





19.11.2017 1290281

AREZZO-CUNEO, LE PAGELLE DI  RICK

 

BORRA - S-V-  Tocca il primo pallone vero (si fa per dire) negli ultimi minuti di gioco. Un [...]

Leggi Tutto
19.11.2017 1290281

NOVANTOTTO MINUTI DI DOMINIO AMARANTO
VITTORIA NETTA E CONVINCENTE, ADESSO LE NOVITA' IN SETTIMANA E LA SFIDA DI SIENA

 

In vista di una settima [...]

Leggi Tutto
12.11.2017 1290281

 

 

BORRA – 5,5 – Incolpevole sul gol, poi pochi pensieri gli creano gli avanti piacentini. Ma è quel senso di esco… non esc [...]

Leggi Tutto
12.11.2017 1290281

CI VORREBBE SIGMUND FREUD!!

 

Niente da fare …l’Arezzo dottor Jeckill-mister Hyde è tornato puntuale al Comunale.


Non [...]

Leggi Tutto
08.11.2017 1290281

BORRA – 6,0 – Poco impegnato… pochissimo…. Quasi niente. Quel poco lo fa.

 

LUCIANI – 5,0 – Gioca co [...]

Leggi Tutto
08.11.2017 1290281

UN PUNTO, ZERO GIOCO, TANTA NOIA PER L’AREZZO CONTRO UN MODESTISSIMO GAVORRANO

 

Una percentuale di possesso palla altissimo, imbarazzante per l&rsqu [...]

Leggi Tutto