MOSCARDELLI E DE FEUDIS....STANDING OVATION!!!

AREZZO – CARRARESE, LE PAGELLE DI RICK

 

BENASSI – 6,0 – In novanta minuti la Carrarese tira un paio di volte in porta, in una delle quali segna il gol del vantaggio. Nell’occasione bisogna valutare l’operato di Max ed il dubbio rimane. E’ stata una respinta difficile e destino ha voluto che  Migliavacca si trovasse al punto giusto nel momento giusto o la sua respinta non è stata impeccabile e avrebbe potuto fare meglio. Non deve fare altro, per cui, in mancanca di indizi certi, io lo assolvo….amen

 

LUCIANI – 6,0 – Poco lavoro in fase difensiva, spinta offensiva, specie nel primo tempo, al di sotto delle aspettative. L’arrembaggio e la forza d’urto dell’Arezzo lo vedono costantemente venti metri più avanti e con risultati certamente migliori

 

MUSCAT – 5,0 – Stranamente impacciato e poco agile; patisce la fisicità degli avanti marmiferi e sembra sempre in preda all’ansia. Non una gran serata per i centrali difensivi amaranto.

 

SOLINI – 5,0 – Stesso discordo di Muscat; Miracoli, da solo, riesce a mettere in difficoltà i due centrali e anche Solini soffre lo scontro fisico, vincendo solo i duelli aerei. Ci aveva abituato a ben altre prestazioni

 

 

SABATINO – 6,0 – Tiene la posizione bene, buona la sua corsa e le sue progressioni; purtroppo manca in precisione con qualche pallone di troppo sparacchiato e non crossato.

 

FOGLIA – 7,0 – Si conferma elemento fondamentale nel centrocampo amaranto; magari si intestardisce nel tentare le conclusioni dalla distanza anche quando sarebbe il caso di manovrare, ma lo trovi in tutte le zone del campo, si vede che sta bene fisicamente e difende ed attacca che è un piacere

 

CORRADI – 6,0 – Mister Sottili lo considera un jolly di centrocampo, Corradi è la sua pedina preferita da spostare come in una partita a scacchi per cercare di mettere  in difficoltà gli avversari. Stasera, nonostante questo, è apparso un po’ impreciso e confusionario.

 

DE FEUDIS – 8,0 – Contende a Moscardelli la palma del migliore in campo e la differenza visiva ed emotiva farebbe pendere l’ago della bilancia verso Davide. Ma a livello tattico De Feudis è stato impeccabile, uomo cardine in tutti gli schieramenti tattici di Sottili. Gran recuperatore di palloni, cerniera di centrocampo e nel secondo tempo sposta di venti metri in avanti il suo raggio d’azione diventando fonte di ispirazione. Un bellissimo tiro dalla distanza sul quale vengono accolte le preghiere di Lagomarsini e la palla esce per questione di centimetri e due assist al bacio per i due gol gioiello di Moscardelli. STANDING OVATION !

 

BEARZOTTI – 4,5 – Serata negativa per Bearzotti; un primo tempo in cu sbaglia tutto quello che c’è da sbagliare, si incaponisce in dribbling impossibili, non riesce a dare il là alle ripartenze amaranto, impreciso nei cross. Sottili non può fare altro che sostituirlo dopo il vantaggio marmifero con Yamga.

 

ERPEN – 6,0 – Un primo tempo in cui corre tanto, cerca di creare i presupposti per rendere pericolose le azioni amaranto. Duetta di fino con Foglia, Polidori, Luciani, azioni e gesti tecnici belli ma che risultano poco produttivi. La fotografia dell’Arezzo del primo tempo. Nella ripresa esce per far posto a Moscardelli.

 

POLIDORI – 5,0 – Prova negativa ed in controtendenza con la prestazione di Como. Nel primo tempo Polidori ha dovuto lottare contro tre difensori e poche volte ha trovato il guizzo per rendersi pericoloso.

Nella ripresa dovrebbe trovarsi più a suo agio con Moscardelli e Yamga, ma era una serata no e anche questi benefici non lo hanno aiutato ad evitare una serata anonima.

 

YAMGA -  6,5 – Entra e la partita cambia; entra ed il tecnico della Carrarese gli mette due uomini alle calcagna con l’intento di frenare le sue incursioni. Ma che Yamga serva a questo Arezzo come il pane lo si percepisce ad ogni sua scorribanda offensiva.

 

MOSCARDELLI – 8,0  - Due perle da incorniciare, due tiri al volo di rara bellezza e precisione, identici nella loro realizzazione ed una semirovesciata che va a stamparsi sul palo. Manuale del calcio su come un giocatore della sua statura può cambiare il corso di una partita. Nei suoi 40 minuti in cui è stato in campo c’è tutta l’essenza di un campione, rabbia, potenza, tecnica, dedizione, umiltà. ALTRA STANDING OVATION !!

 

 

Riccardo Bonelli





19.11.2017 1290281

AREZZO-CUNEO, LE PAGELLE DI  RICK

 

BORRA - S-V-  Tocca il primo pallone vero (si fa per dire) negli ultimi minuti di gioco. Un [...]

Leggi Tutto
19.11.2017 1290281

NOVANTOTTO MINUTI DI DOMINIO AMARANTO
VITTORIA NETTA E CONVINCENTE, ADESSO LE NOVITA' IN SETTIMANA E LA SFIDA DI SIENA

 

In vista di una settima [...]

Leggi Tutto
12.11.2017 1290281

 

 

BORRA – 5,5 – Incolpevole sul gol, poi pochi pensieri gli creano gli avanti piacentini. Ma è quel senso di esco… non esc [...]

Leggi Tutto
12.11.2017 1290281

CI VORREBBE SIGMUND FREUD!!

 

Niente da fare …l’Arezzo dottor Jeckill-mister Hyde è tornato puntuale al Comunale.


Non [...]

Leggi Tutto
08.11.2017 1290281

BORRA – 6,0 – Poco impegnato… pochissimo…. Quasi niente. Quel poco lo fa.

 

LUCIANI – 5,0 – Gioca co [...]

Leggi Tutto
08.11.2017 1290281

UN PUNTO, ZERO GIOCO, TANTA NOIA PER L’AREZZO CONTRO UN MODESTISSIMO GAVORRANO

 

Una percentuale di possesso palla altissimo, imbarazzante per l&rsqu [...]

Leggi Tutto