E’ SEMPRE MOSCARDELLI, NEL BENE E NEL MALE AREZZO IN DIECI PER CINQUANTA MINUTI, SI DEVE ACCONTENTARE DELLO ZERO A ZERO

E’ SEMPRE MOSCARDELLI, NEL BENE E NEL MALE

AREZZO IN DIECI PER CINQUANTA MINUTI, SI DEVE ACCONTENTARE DELLO ZERO A ZERO

 

Minuto 40; l’Arezzo fino a quel momento aveva tenuto bene il campo e nonostante le assenze ed un avversario poco propenso a giocare e più propenso a distruggere, con due linee difensive 4-4 negli ultimi venti metri, gli amaranto avevano creato tre grosse occasioni da rete senza concedere quasi nulla agli uomini di Mister Pagliari.

 

Poi succede il fatto che ha cambiato l’inerzia della partita; Moscardelli e Pacciardi si scambiano colpi proibiti  a centro area con il pallone da tutt’altra parte.

 

L’arbitro vede ed espelle Moscardelli, vede parzialmente questo signor Nicola De Tullio di Bari, perché la espulsione sacrosanta del capitano era tale quanto  il cartellino rosso che il modestissimo figlio del presidente degli arbitri, tale signor Nicchi di Arezzo, avrebbe dovuto sventolare in faccia a Pacciardi.

 

Arezzo in dieci, Mister Sottili costretto a cambiare le carte in tavola con il sacrificio di Erpen per poter mettere in campo Polidori e secondo tempo in salita.

 

Gli amaranto nella ripresa hanno faticato a tenere palla in avanti, a fare gioco offensivo, ma nello stesso tempo non hanno patito più di tanto a tenere a bada una squadra, la Viterbese, che onestamente ha dimostrato di essere ben poca cosa nonostante Mister Pagliari, nelle sue dichiarazioni, ha ostentato ottimismo che deve essere interpretato per il punto che ha consentito di tamponare l’emorragia di sconfitte e non certo per la prestazione della sua squadra.

 

Undici contro undici, anche se non c’è la controprova, l’Arezzo avrebbe avuto grosse possibilità di continuare la serie di vittorie casalinghe ed è indubbio che l’espulsione di Moscardelli ha impedito tale eventualità.

 

Con tutte le attenuanti del caso il gesto di un giocatore della statura di Moscardelli è assolutamente da stigmatizzare.

 

In definitiva un buon punto ed una prova di compattezza ed unità di intenti dei ragazzi amaranto decisi a non mollare…. È a loro che Moscardelli deve delle scuse ed un grazie.

 

Nel bene e nel male, nel giro di tre giorni…….

 

 

Riccardo Bonelli





19.11.2017 1290281

AREZZO-CUNEO, LE PAGELLE DI  RICK

 

BORRA - S-V-  Tocca il primo pallone vero (si fa per dire) negli ultimi minuti di gioco. Un [...]

Leggi Tutto
19.11.2017 1290281

NOVANTOTTO MINUTI DI DOMINIO AMARANTO
VITTORIA NETTA E CONVINCENTE, ADESSO LE NOVITA' IN SETTIMANA E LA SFIDA DI SIENA

 

In vista di una settima [...]

Leggi Tutto
12.11.2017 1290281

 

 

BORRA – 5,5 – Incolpevole sul gol, poi pochi pensieri gli creano gli avanti piacentini. Ma è quel senso di esco… non esc [...]

Leggi Tutto
12.11.2017 1290281

CI VORREBBE SIGMUND FREUD!!

 

Niente da fare …l’Arezzo dottor Jeckill-mister Hyde è tornato puntuale al Comunale.


Non [...]

Leggi Tutto
08.11.2017 1290281

BORRA – 6,0 – Poco impegnato… pochissimo…. Quasi niente. Quel poco lo fa.

 

LUCIANI – 5,0 – Gioca co [...]

Leggi Tutto
08.11.2017 1290281

UN PUNTO, ZERO GIOCO, TANTA NOIA PER L’AREZZO CONTRO UN MODESTISSIMO GAVORRANO

 

Una percentuale di possesso palla altissimo, imbarazzante per l&rsqu [...]

Leggi Tutto