NESSUNA COM.PIACENZA, AREZZO DEVI VINCERE!

Arezzo – Piacenza, partita di cartello domenica pomeriggio al Comunale dato che si affrontano le due terze forze del campionato; amaranto ed emiliani appaiati a 22 punti con un cammino identico fatto di sei vittorie, quattro pareggi e due sconfitte.

 

Arezzo che in casa ha costruito basi solide per la sua classifica e Piacenza che in trasferta ha già conquistato tre vittorie

 

Basterebbero questi dati per definirla una sfida di alta classifica, equilibrata ed incerta.

 

L’Arezzo è chiamato, inoltre al riscatto, dopo due prestazioni, l’una che ha  interrotto, in maniera inattesa,  il cammino amaranto in Coppa Italia ed il pareggio di Pistoia di domenica scorsa, giunto sul fischio finale dell’arbitro sull’ennesima amnesia difensiva

 

Due prestazioni sotto tono che hanno coinvolto l’intera rosa schierata nelle due partite: in Coppa, soprattutto, Mister Sottili non ha trovato conferme, indicazioni positive, ma la partita con il Tuttocuoio ha aumentato i dubbi sul valore della panchina amaranto.

 

Oltretutto l’Arezzo esce dalla Coppa che era uno degli obiettivi stagionali, visto i benefici che avrebbe portato in caso di vittoria, ben superiori a quelli degli anni passati.

 

Il pronto riscatto è a portata di mano; la partita contro il Piacenza ci dirà lo stato di salute e mentale dei giocatori se pur nelle difficoltà nell’affrontare un avversario pericoloso con delle defezioni importanti.

 

Sirri squalificato, Yamga infortunato, i centoventi minuti nelle gambe di Moscardelli, Muscat, reduce dall’impegno con la nazionale maltese contro la Slovenia di venerdì e rientrato sabato pomeriggio ad Arezzo, saranno le problematiche a cui Mister Sottili sarà chiamato nel mettere in campo un undici ed uno schieramento tattico per affrontare al meglio questo incontro

 

Nulla trapela sulla formazione e nemmeno sul modulo tattico; Sottili potrebbe giocarsela, almeno all’inizio, con meno spregiudicatezza mettendo sulla fascia sinistra Sabatino esterno basso e Masciangelo al posto di Yamga.

 

Moscardelli o Polidori potrebbero partire dalla panchina ed allora avremmo uno schieramento con una punta e Grossi trequartista.

 

Ma sono solo ipotesi di chi vi scrive, senza aver la pretesa di sostitursi all’allenatore.

 

Altra variante potrebbe essere quella di giocare con le due punte ed allora Grossi sarebbe chiamato a giostrare da esterno.

 

Ad arbitrare Arezzo-Piacenza, , sarà il signor Daniele De Remigis della sezione AIA di Teramo, coadiuvato dal signor Tiziano Notarangelo di Cassino e dalla signorina Francesca Di Monte di Chieti, quali assistenti di linea.

 

Partita di cartello che esige una degna cornice di pubblico, perché il Città di Arezzo continui ad essere un fortino inespugnabile, perché la Minghelli continui ad essere il dodicesimo uomo in campo, perché gli amaranto possano continuare a rimanere sulla scia delle prime, i rimpianti…… lasciamoli a casa.

 

 

Riccardo Bonelli





19.11.2017 1290281

AREZZO-CUNEO, LE PAGELLE DI  RICK

 

BORRA - S-V-  Tocca il primo pallone vero (si fa per dire) negli ultimi minuti di gioco. Un [...]

Leggi Tutto
19.11.2017 1290281

NOVANTOTTO MINUTI DI DOMINIO AMARANTO
VITTORIA NETTA E CONVINCENTE, ADESSO LE NOVITA' IN SETTIMANA E LA SFIDA DI SIENA

 

In vista di una settima [...]

Leggi Tutto
12.11.2017 1290281

 

 

BORRA – 5,5 – Incolpevole sul gol, poi pochi pensieri gli creano gli avanti piacentini. Ma è quel senso di esco… non esc [...]

Leggi Tutto
12.11.2017 1290281

CI VORREBBE SIGMUND FREUD!!

 

Niente da fare …l’Arezzo dottor Jeckill-mister Hyde è tornato puntuale al Comunale.


Non [...]

Leggi Tutto
08.11.2017 1290281

BORRA – 6,0 – Poco impegnato… pochissimo…. Quasi niente. Quel poco lo fa.

 

LUCIANI – 5,0 – Gioca co [...]

Leggi Tutto
08.11.2017 1290281

UN PUNTO, ZERO GIOCO, TANTA NOIA PER L’AREZZO CONTRO UN MODESTISSIMO GAVORRANO

 

Una percentuale di possesso palla altissimo, imbarazzante per l&rsqu [...]

Leggi Tutto