AREZZO - RENATE LE PAGELLE DI RICK

AREZZO – RENATE, LE PAGELLE DI RICK

 

BENASSI – 6,0 – Una bella parata su Palma, incolpevole sul gol subìto figlio della casualità ed un pomeriggio passato ad ammirare le sgassate di Yamga, i dribbling di Arcidiacono, le giocate di Grossi etc…etc…. e nulla più (facciamo finta di non aver visto la palla mal controllata di piede...)

 

LUCIANI – 6,5 – Nessun problema a  livello difensivo, la gamba gira e le sovrapposizioni con Arcidiacono e Yamga riescono con facilità. Una prova in linea con tutta la squadra, cioè più che buona

 

MUSCAT – 7,0 – Il nazionale maltese, zitto zitto, si conquista i consensi del tecnico e del pubblico con prove convincenti, ultima delle quali, quella con il  Renate in cui non concede nulla allo spettacolo nella misura in cui nulla concede ai suoi avversari. Bada al sodo con personalità e tanta applicazione.

 

SOLINI – 7,0 – Una gradevolissima sorpresa; fino agli ultimi minuti di Livorno, non aveva mai giocato in campionato, ma Mister Sottili  seguiva con particolare attenzione questo ragazzino, proprietà Chievo che cresceva allenamento dopo allenamento. Ottima prestazione, vince i duelli aerei con lo spilungone Marzeglia. Ma di lui sorprende la personalità con la quale guida il reparto difensivo, parlando con i compagni, dettando i tempi delle risalite.

 

MASCIANGELO – 6,5 – Anche lui, come Luciani difende senza sbavature, dà una mano al centrocampo e si propone in avanti con buoni risultati e ripiega con tempismo mai lasciando la sua fascia difensiva sguarnita.

 

ARCIDIACONO – 7,0 – La miglior prestazione in maglia amaranto; motorino perpetuo, svaria su tutta la fascia, corsa, dribbling, cambi di passo, cambi di direzione, difende ed attacca con continuità  manda Polidori a rete con il passaggio finale al termine di un micidiale contropiede e si meriterebbe il gol che un palo clamoroso gli nega. Esce contrariato nel finale e, forse, avrebbe meritato di poter festeggiare insieme ai compagni sotto la curva.

 

FOGLIA – 6,5 –  Un bel gol, quello del due a zero, con una intuizione niente male, incuneandosi nella difesa lombarda e suggerendo un passaggio filtrante a Grossi; riceve palla e piazza la palla in rete. Poi forma con De Feudis una cerniera a centrocampo, tessendo una ragnatela in cui puntualmente cade la formazione lombarda.

 

DE FEUDIS – 6,5 – Tanta esperienza acquisita nei campi i serie A e la sua presenza sembra passare inosservata perché lui lavora nell’ombra, gran recuperatore di palloni e senso tattico superiore alla media. La condizione fisica è ancora quella che è, cala vistosamente nel finale a risultato acquisito e si guadagna la sua bella dose di applausi uscendo dal campo sostituito.

 

GROSSI – 6,5 – Riprende in mano la cabina di regia delle iniziative offensive amaranto e lo fa con la classe ed il piede che lo avevano reso, in estate, l’acquisto numero uno del mercato estivo. Il passaggio illuminante che manda Foglia in gol, il rigore trasformato con freddezza ed un primo tempo con giocate di alto livello. Cala fisiologicamente e vistosamente nella ripresa, ma è solo questione di riprendere la forma fisica e poi tornerà a farcene vedere delle belle.

 

POLIDORI – 6,5 – Quarto centro in campionato, finalizzatore implacabile di un contropiede micidiale. Poi fa reparto da solo, tenendo in costante apprensione i difensori neroazzurri. Quanto basta per dimostrare il suo valore e la sua vena realizzativa.

 

YAMGA – 8,5 – Vediamo un po’…. Imprendibile, inafferrabile, sfuggente, devastante. Roba da esaltare un intero stadio, da mandare al manicomio i difensori del Renate, mortificati dalla forza atletica di questo ragazzo, costretti a commettere, in serie, delle antipaticissime trattenute, e nonostante tutto trascinati da Kevin. Esistesse, nel calcio, il fallo antisportivo………..  Cincilla , poi, lo deve letteralmente abbattere in area per cercare di fermarlo. Gli è mancato solo il gol, magari dopo una progressione, una serpentina, ma quando si è trovato solo davanti a Cincilla, i centimetri che lo hanno separato dalla gloria sono quelli che hanno separato il pallone dalla rete…..

 

 

Riccardo Bonelli





19.11.2017 1290281

AREZZO-CUNEO, LE PAGELLE DI  RICK

 

BORRA - S-V-  Tocca il primo pallone vero (si fa per dire) negli ultimi minuti di gioco. Un [...]

Leggi Tutto
19.11.2017 1290281

NOVANTOTTO MINUTI DI DOMINIO AMARANTO
VITTORIA NETTA E CONVINCENTE, ADESSO LE NOVITA' IN SETTIMANA E LA SFIDA DI SIENA

 

In vista di una settima [...]

Leggi Tutto
12.11.2017 1290281

 

 

BORRA – 5,5 – Incolpevole sul gol, poi pochi pensieri gli creano gli avanti piacentini. Ma è quel senso di esco… non esc [...]

Leggi Tutto
12.11.2017 1290281

CI VORREBBE SIGMUND FREUD!!

 

Niente da fare …l’Arezzo dottor Jeckill-mister Hyde è tornato puntuale al Comunale.


Non [...]

Leggi Tutto
08.11.2017 1290281

BORRA – 6,0 – Poco impegnato… pochissimo…. Quasi niente. Quel poco lo fa.

 

LUCIANI – 5,0 – Gioca co [...]

Leggi Tutto
08.11.2017 1290281

UN PUNTO, ZERO GIOCO, TANTA NOIA PER L’AREZZO CONTRO UN MODESTISSIMO GAVORRANO

 

Una percentuale di possesso palla altissimo, imbarazzante per l&rsqu [...]

Leggi Tutto