UNA RISPOSTA AL DOPO LIVORNO? TELEFONATE ALLO 0362.XXXXX

Prima del commento, un dato oggettivo, l'Arezzo tra le mura amiche ha conquistato gli stessi punti dell'Alessandria, cinque vittorie ed un pareggio, il Città di Arezzo sta tornando ad essere un fortino inespugnabile, un luogo dove i nostri ragazzi trovano energie, entusiasmo, mentre agli avversari comincia a incutere timore..... son passati i tempi in cui la maglia pesava e giocare al Comunale era un incubo.....

 

Il pari di Livorno con tutti i fatti succeduti negli ultimi venti minuti imponevano una risposta che l’Arezzo doveva dare a livello caratteriale e tattico con le variazioni imposte dallo stop a Moscardelli.

 

Ebbene, se volete la risposta telefonate al numero 0362.xxxxxxxx vi risponderanno da Renate e vi diranno che il tre a uno finale per gli amaranto è un risultato ampiamente positivo per i nerazzurri che alla fine del salmo ne prendono la metà di quanto invece avrebbe dovuto segnare l’Arezzo e vi diranno pure che Yamga è stato uno spauracchio tale che Halloween, in confronto è davvero roba da niente.

 

L’Arezzo vince e convince, segna tre reti, altrettante… o forse più le fallisce per questione di pali o di centimetri; solo il primo tempo con il  Como è paragonabile per fluidità di manovra, intensità e concentrazione ai novanta minuti contro la formazione di Mister Foschi.

 

E come valore aggiunto, come ulteriore prova di variante tattica gli amaranto hanno sciorinato un repertorio di ripartenze e veri e propri contropiedi ad alto coefficiente di pericolosità, demolendo, affettando, infilando come lama affilata di coltello la retroguardia lombarda.

 

Ma Arezzo-Renate ha avuto un protagonista assoluto che risponde al nome di Arthur Kevin Yamga Tientcheu classe 96 nato sotto la Tour Eiffel.

 

Imprendibile, devastante nelle sue scorribande, progressione stile Bolt, lasciava sul posto gli avversari che sono ricorsi con metodiche ed antipaticissime trattenute prolungate per cercare di fermarlo.

 

Certo, meglio una trattenuta che uno sgambetto, ma il susseguirsi continuo di questo metodo per fermare il giocatore francese è stato davvero stuccante e, se nel calcio esistesse il fallo antisportivo, beh, credo che almeno due o tre giocatori nerazzurri ne avrebbero subìto le conseguenze.

 

Ma tutta la squadra amaranto ha risposto presente; Benassi ha passato una tranquilla domenica, il reparto difensivo ha concesso quasi nulla se non un tiro da fuori ed un gol figlio più della casualità che di effettivo demerito.

 

De Feudis e Foglia hanno cantato e portato la croce, prendendo possesso del centrocampo, mentre gli esterni difensivi sono stati la chiave di grimaldello che ha scardinato la retroguardia del Renate.

 

Grossi e Polidori hanno fatto il resto, creando gioco e finalizzando le manovre.

 

Volevamo una risposta dopo Livorno? Ricordatevi il numero, 0362.xxxxxx

 

 

Riccardo Bonelli





19.11.2017 1290281

AREZZO-CUNEO, LE PAGELLE DI  RICK

 

BORRA - S-V-  Tocca il primo pallone vero (si fa per dire) negli ultimi minuti di gioco. Un [...]

Leggi Tutto
19.11.2017 1290281

NOVANTOTTO MINUTI DI DOMINIO AMARANTO
VITTORIA NETTA E CONVINCENTE, ADESSO LE NOVITA' IN SETTIMANA E LA SFIDA DI SIENA

 

In vista di una settima [...]

Leggi Tutto
12.11.2017 1290281

 

 

BORRA – 5,5 – Incolpevole sul gol, poi pochi pensieri gli creano gli avanti piacentini. Ma è quel senso di esco… non esc [...]

Leggi Tutto
12.11.2017 1290281

CI VORREBBE SIGMUND FREUD!!

 

Niente da fare …l’Arezzo dottor Jeckill-mister Hyde è tornato puntuale al Comunale.


Non [...]

Leggi Tutto
08.11.2017 1290281

BORRA – 6,0 – Poco impegnato… pochissimo…. Quasi niente. Quel poco lo fa.

 

LUCIANI – 5,0 – Gioca co [...]

Leggi Tutto
08.11.2017 1290281

UN PUNTO, ZERO GIOCO, TANTA NOIA PER L’AREZZO CONTRO UN MODESTISSIMO GAVORRANO

 

Una percentuale di possesso palla altissimo, imbarazzante per l&rsqu [...]

Leggi Tutto