DERBY DI LIVORNO, UN PUNTO….EROICO PER L’AREZZO

DERBY DI LIVORNO, UN PUNTO….EROICO PER L’AREZZO

 

 

Per settanta minuti un derby nettamente in tono minore rispetto alle attese; stava maturando un risultato di parità che era l’esatto specchio di quanto visto in campo.

 

Al gol del vantaggio, causato dall’ennesima dormita generale della difesa amaranto, l’Arezzo poneva subito rimedio con il secondo gol di Yamga, lesto a ribadire a rete una gran punizione di Foglia deviata da Mazzoni.

 

Poi gli episodi che avrebbero potuto cambiare, in negativo, l’esito dell’incontro.

 

Sirri, già ammonito, commette fallo al limite dell’area, seconda ammonizione e rosso per il difensore amaranto; Mister Sottili corre ai ripari operando una sostituzione che l’arbitro tardava a consentire.

 

Ne nasce un diverbio con Moscardelli che stava cercando di attirare l’attenzione dell’arbitro che, per tutta risposta mostra al capitano il cartellino rosso

 

Arezzo in nove per venti minuti, Livorno, fino a quel momento inesistente, abulico, senza idee, che di colpo trova energie e, gioco forza attacca a testa bassa con gli amaranto che cercano di arginare le offensive della squadra di Mister Foscarini.

 

E qui si erge a protagonista Polidori, davvero encomiabile e pericoloso nonostante la doppia inferiorità, un leone, prende punizioni, tiene palla e cerca, nonostante tutto di affondare i colpi.

 

L’Arezzo tine fino al novantacinquesimo e conquista un punto d’oro, vista la situazione.

 

A poco valgono i giudizi tecnici, gli amaranto hanno dimostrato compattezza, grinta, e l’abbraccio finale tra i giocatori per l’impresa compiuta vale più di mille parole.

 

Un pareggio che vista l’inconsistenza del Livorno fino al settantesimo poteva considerarsi l’ennesima occasione persa e che invece, per l’imprevisto epilogo della doppia espulsione, rappresenta un punto d’oro.

 

Peccato aver messo la partita in salita per ben due volte, la prima con l’errore sul gol el Livorno e la seconda per la doppia espulsione.

 

E se per Sirri la cosa poteva essere messa in preventivo, già fin dopo il primo cartellino giallo, l’espulsione di Moscardelli ha messo in ginocchio le velleità dell’Arezzo.

 

Proteste giuste? Esagerate? Decisione troppo severa? Poco a questo punto importa.

 

Purtroppo l’Arezzo dovrà fare a meno del difensore per la prossima partita casalinga con il Renate, mentre al Capitano saranno comminate, come minimo, un paio di giornate.

 

Comunque, al fischio finale dell’arbitro, il commento a caldo è stato…..eroici.

 

La diretta Rai dall’Ardenza ha comunque certificato come il tifo aretino sia stato encomiabile, a volte sovrastando quello dei livornesi…. E se l’Arezzo ha resistito in nove contro undici lo deve anche al suo dodicesimo uomo in campo…. GRAZIE RAGAZZI, IN CAMPO E FUORI, INDISTINTAMENTE

 

 

Riccardo Bonelli





17.09.2017 1290281

TALMENTE SURREALE LA SITUAZIONE, TALMENTE INDECIFRABILE LA SQUADRA, TALMENTE EVIDENTI I RISULTATI CHE  CREDO SIA MEGLIO FAR DI TUTTA UN’ERBA UN FASCIO, PERCHE’ LE COLPE SON [...]

Leggi Tutto
17.09.2017 1290281

Terza sconfitta su quattro partite giocate, nove gol subìti, in quattro partite, tanti troppi orrori difensivi in tutte e quattro le partite, poca parvenza di gioco…… naturalme [...]

Leggi Tutto
16.09.2017 1290281

Ci ho pensato e ripensato se scrivere questo articolo. Ci ho pensato e ripensato se scriverlo come Riccardo Bonelli o come Pianetamaranto.

Poi ho deciso di scriverlo e pubblicarlo sia com [...]

Leggi Tutto
16.09.2017 1290281

Quarta giornata di campionato, l'Arezzo sarà di scena a Piacenza in un avvio di stagione in chiaro/scuro, con due sconfitte casalinghe e una vittoria esterna per una squadra che ha mostr [...]

Leggi Tutto
09.09.2017 1290281

 

 

BORRA – 7,0 – Uno dei migliori in campo tra gli amaranto. Sette gol subìti in tre partite, un incubo, ma poco e niente sulla co [...]

Leggi Tutto
08.09.2017 1290281

IMBARAZZANTI

 

Imbarazzanti…. È il primo commento che viene a caldo per definire la prestazione dei giocatori amaranto contro la Pistoiese. Leggi Tutto