VINCERE... NON CI SONO ALTERNATIVE!

AREZZO… NON CI SONO ALTERNATIVE

 

 

Sono bastati dieci minuti, quelli del finale di Cremona per spazzare via tutte le certezze che l’Arezzo aveva saputo trasmetterci per ottanta minuti.

 

O meglio per congelarle, come la doccia gelata a cui abbiamo dovuto assistere e farci.

 

La gara perfetta, credevamo, avanti due a zero, vicinissimi al terzo gol più di quanto fosse la Cremonese a riuscire ad impegnare Benassi, ed i minuti finali, una sconfitta assurda che ancora cerca i suoi perché.

 

Un treno perso, quando oramai la stazione era vicina, come quello di Alessandria, dovremo necessariamente evitare questi ritardi e cominciare ad essere puntuali…all’appuntamento con la vittoria.

 

Una vittoria che dovrà essere conquistata domenica al Città di Arezzo quando gli amaranto andranno ad affrontare la Racing Roma, una squadra che si presenta in terra toscana con un ruolino di marcia nettamente deficitario.

 

Penultimo posto in graduatoria, sempre sconfitta in trasferta, solo sei reti segnate e ben quattordici subìte, numeri che impongono a Mister Sottili e ai suoi ragazzi i tre punti contro la squadra di Giannichedda.

 

Nessuna alternativa, nessun altro risultato possibile se le ambizioni dell’Arezzo sono quelle di alta classifica; solo otto giornate disputate, ma già sono tanti i punti lasciati, per un motivo o per l’altro, per la strada.

 

il Racing Club Roma, retrocesso con il nome di Lupa Castelli Romani e poi ripescato dalla Serie D, ha come unico obiettivo la salvezza, anche se, la strada sembra già in salita.

 

Brutto scivolone interno per la formazione gialloverde nel turno precedente contro il Siena.

Questa la formazione romana in quella occasione

Racing Club Roma (4-3-1-2): Savelloni; Selvaggio (81' Shahinas), Macellari, Vona (23' Proietti), Giura; Vastola, Massimo, Maestrelli (69' Calabrese); Ricciardi; De Sousa, Taviani. A disposizione: Lazzari, Capanna, Steri, Muzzi, Di Gioia, Caputo. All. Giannichedda.

 

A dirigere l’incontro sarà il signor Davide Andreini, della sezione AIA di Forlì, coadiuvato dagli assistenti signori Robert Avalos di Legnano e Simone Teodori di Fermo.

 

Formazione amaranto che ricalcherà il 4-4-2 dei bellissimi ottanta minuti di Cremona, che molto probabilmente avrà interpreti diversi nel settore difensivo, quello salito nel banco degli imputati domenica scorsa, Muscat e Masciangelo dovrebbero prendere il posto di Milesi e Sabatino

 

Ma qualunque sia la formazione che scenderà in campo, qualunque sia il modulo adottato, non ci saranno alternative alla vittoria, non ci potranno o dovranno essere…..assolutamente!

 

 

Riccardo Bonelli





19.11.2017 1290281

AREZZO-CUNEO, LE PAGELLE DI  RICK

 

BORRA - S-V-  Tocca il primo pallone vero (si fa per dire) negli ultimi minuti di gioco. Un [...]

Leggi Tutto
19.11.2017 1290281

NOVANTOTTO MINUTI DI DOMINIO AMARANTO
VITTORIA NETTA E CONVINCENTE, ADESSO LE NOVITA' IN SETTIMANA E LA SFIDA DI SIENA

 

In vista di una settima [...]

Leggi Tutto
12.11.2017 1290281

 

 

BORRA – 5,5 – Incolpevole sul gol, poi pochi pensieri gli creano gli avanti piacentini. Ma è quel senso di esco… non esc [...]

Leggi Tutto
12.11.2017 1290281

CI VORREBBE SIGMUND FREUD!!

 

Niente da fare …l’Arezzo dottor Jeckill-mister Hyde è tornato puntuale al Comunale.


Non [...]

Leggi Tutto
08.11.2017 1290281

BORRA – 6,0 – Poco impegnato… pochissimo…. Quasi niente. Quel poco lo fa.

 

LUCIANI – 5,0 – Gioca co [...]

Leggi Tutto
08.11.2017 1290281

UN PUNTO, ZERO GIOCO, TANTA NOIA PER L’AREZZO CONTRO UN MODESTISSIMO GAVORRANO

 

Una percentuale di possesso palla altissimo, imbarazzante per l&rsqu [...]

Leggi Tutto