CON TANTA FATICA L’AREZZO PIEGA LA PRO PIACENZA, MA SONO TRE PUNTI D’ORO

CON TANTA FATICA L’AREZZO PIEGA LA PRO PIACENZA, MA SONO TRE PUNTI D’ORO

 

Il fischio finale del mediocre Ayroldi sancisce la vittoria dell’Arezzo.

 

Una vittoria sudata, ottenuta dopo una partita mal giocata dalla squadra amaranto a livello tattico ma encomiabile sotto il profilo dell’impegno e del sopperire con la forza di volontà ad una giornata non proprio delle miglior da parte degli amaranto.

 

Il gol è di Horacio Erpen, chiamiamolo “IL RISOLUTORE”; entra e segna grazie all’assist niente meno che di Massimiliano Benassi.

 

Un lancio millimetrico, che sorprende tutta la Pro Piacenza scavalcata da quella parabola di ottanta metri, poi la classe e la furbizia di Horacio fanno il resto e son tre punti importantissimi.

 

Due note positive mettono in risalto il pomeriggio amaranto; l’Arezzo per la prima volta, dopo sette giornate, non subisce gol e vincere in questo modo è un segnale importante che questo può essere l’anno giusto.

 

Mister Sottili presenta in campo l’undici che era riuscito a rimontare due gol a Lucca e rischiare di vincere; un 4-4-2 offensivo che sulla carta doveva mettere in difficoltà la squadra di Mister Pea.

 

Ma nel calcio i moduli lasciano il tempo che trovano se le situazioni tattiche non te le vai a cercare e se giochi con ritmi bassi e con poca aggressività.

 

Identikit dell’Arezzo del primo tempo; possesso palla ma poca incisività contro una squadra che si limitava a difendersi ma che lo faceva con efficacia chiudendo tutti gli spazi aiutata da un giro palla lento da parte degli amaranto, il tutto si traduce in un paio di occasioni da rete, una incornata di Polidori deviata in angolo ed una punizione defilata di Moscardelli che termina fuori, se pur di poco…… un po’ pochino.

 

Nella ripresa, strigliati a dovere da Sottili negli spogliatoi, gli amaranto entrano in campo con un piglio diverso e se pur risultando abbastanza confusionari, il solo alzare ritmi e baricentro mette in apprensione la squadra piacentina.

 

Eppure, nonostante tutto questo, l’Arezzo rischia seriamente di subìre gol nel primo vero pericolo corso quando Marra, su rilancio di Fumagalli viene a trovarsi solo davanti a Benassi complice una incertezza della difesa. Sembra un gol fatto, un refrain, ed invece Marra manda incredibilmente alto, graziando la squadra toscana.

 

Due minuti dopo l’arbitro concede una punizione a due in area amaranto per un presunto passaggio indietro con Benassi che agguanta la palla con le mani, giustamente, essendo stato Bazzoffia a toccare la palla per ultimo.

 

Proteste reiterate ma Ayroldi è irremovibile; fortunatamente  la punizione battuta a nemmeno quattro metri dalla porta non sortisce effetto.

 

Saltano gli schemi, l’Arezzo, dopo i pericoli subìti si rovescia in avanti e la coppia Poidori Moscardelli confeziona l’occasione più clamorosa per gli amaranto; assit del numero diciotto per Moscardelli che in corsa, porta spalancata, deve solo appoggiare in rete. Davide opta per la soluzione di forza ma il suo tiro termina, incredibilmente in curva Minghelli

 

Ma questo Arezzo ha sette vite, non muore mai e a dieci minuti dalla fine Benassi confeziona un lancio millimetrico per Erpen, una parabola lunga, lunghissima, che atterra sui piedi di Horacio che si libera del suo avversario poco reattivo e pasticcione e batte Fumagalli di precisione facendo esplodere il Città di Arezzo.

 

Pro Piacenza ormai alla resa finale ma che rischia il KO definitivo con una indecisione della difesa rossonera che mette Moscardelli nelle condizioni di trovarsi a tu per tu con Fumagalli. Palla a scavalcare il portiere che si spegne di poco alta sopra la traversa, strozzando l’urlo del gol della Minghelli.

 

Fischio finale e comincia la festa..sì perché guardi la classifica e trovi gli amaranto al terzo posto in classifica, aspettando Alessandria-Cremonese; ma l’Arezzo c’è!   

 

 

Riccardo Bonelli





05.05.2018 1290281

UNA SERATA SPECIALE!!

Niente di programmato, perchè esisteva solo una piccolissima speranza.

Ma un minuto dopo il fischio finale di Carrarese - Arezzo, con una salvezza c [...]

Leggi Tutto
05.05.2018 1290281

NON CHIAMATELO MIRACOLO!

Questa è storia, una bellissima storia, una favola d'altri tempi.
Non chiamatelo Miracolo, sarebbe sminuire il valore dell'impresa di questi [...]

Leggi Tutto
28.04.2018 1290281

AREZZO-PISA, LE PAGELLE DI RICK

FERRARI - 7,0 - Grossi interventi non ne ha dovuto fare, ma ha dato tanta sicurezza al reparto, una sola incertezza in uscita, poi padrone della sua area e [...]

Leggi Tutto
28.04.2018 1290281

NUOVI AGGETTIVI CERCASI... DISPERATAMENTE!!

Immensi, commuoventi, tatticamente perfetti, grintosi, attaccati alla maglia, agguerriti, indomabili, battaglieri, valorosi, risoluti...ma sopr [...]

Leggi Tutto
21.04.2018 1290281

PRATO - AREZZO, LE PAGELLE DI RICK

FERRARI - 6,0 - alcune uscite incerte, una scarsa intesa con i compagni di reparto compensano, in positivo un paio di buoni interventi

MUSCAT [...]

Leggi Tutto