CUORE, GRINTA,TENACIA QUESTO AREZZO CI PIACE!!!

CUORE, GRINTA,TENACIA QUESTO AREZZO CI PIACE!!!

 

L’Arezzo conclude questo trittico di partite in una settimana battendo il Tuttocuoio e salendo al terzo posto in classifica all’inseguimento, come previsto di Alessandria e Cremonese.

 

Sei punti in tre partite, due vittorie ed una sconfitta, ma la consapevolezza che questo Arezzo può riservarci grosse soddisfazioni, tenendo conto che questa squadra può solo migliorare, perché un gruppo  totalmente nuovo, con il tempo, con l’affiatamento, ha ampi margini di miglioramento.

 

Due a uno al Tuttocuoio, in un campo reso viscido in alcune parti e pesante in altre, dalla pioggia caduta prima e durante la gara.

 

Un incontro maschio, giocato al cospetto di un avversario arcigno, tignoso, che nel primo tempo ha badato quasi esclusivamente a cercare di inaridire le fonti di gioco amaranto e di limitare le incursioni sulle fasce.

 

Ma così facendo ha permesso all’Arezzo di giocare una percentuale altissima del primo tempo nella metà campo dei neroverdi, gli amaranto hanno creato diverse occasioni da gol, colpito una traversa ed un palo clamorosi con Polidori ed Erpen ed hanno chiuso in crescendo, facendo presagire ad una ripresa in cui il gol non avrebbe tardato ad arrivare.

 

Puntuale, come un orologio svizzero, arriva, infatti il vantaggio al 48’ con un gran tiro di Foglia che va ad insaccarsi alla destra di Nocchi, all’incrocio dei pali, un gran gol.

Inevitabile che il Tuttocuoio si apra e cominci ad alzare ritmi e baricentro, dalle parti di Benassi comincia ad affollarsi l’area di rigore, e Mister Sottili decide di cambiare uomini ed assetto tattico; la prima mossa è quella di togliere un evanescente Arcidiacono confidando sulla freschezza e la velocità di D’Ursi.

 

Stessa sorte per l’altro esterno offensivo Yamga, anche lui non nella migliore giornata e dentro Corradi per rinforzare un centrocampo che stava andando in sofferenza.

 

Terzo ed ultimo cambio, necessario perché Erpen aveva speso tutto in un campo, oltretutto, non adatto alle sue caratteristiche ed al suo posto, peso e centimetri con Rosseti.

 

Era il minuto trentassette, il Tuttocuoio spingeva ma l’Arezzo, di rimessa ribatteva colpo su colpo, anche se il risultato di uno a zero teneva in apprensione il pubblico amaranto.

 

Tre minuti e l’Arezzo raddoppia con Polidori che di testa appoggia in rete una azione devastante di Corradi sulla destra.

 

Partita chiusa? Nemmeno per sogno, perché i minuti finali sono un condensato di emozioni che mettono a repentaglio le coronarie del sottoscritto e quelle di fede amaranto.

 

Tempesti colpisce il palo, nemmeno il giro completo delle lancette di un cronometro che sembra andare al rallentatore e Benassi ci mette una pezza deviando, ancora sul palo, un gran tiro di Masia dalla distanza.

 

Ed al novantesimo, Benassi riesce solo a deviare una punizione di Tempesti, ma sui piedi di Shekilazde che appoggia in rete.

 

Tre minuti di recupero in cui con i pisani all’arrembaggio l’Arezzo sfiora il terzo gol con rapidi contropiedi.

 

Il fischio liberatorio dell’ottimo arbitro Amabile consente all’Arezzo di conquistare la terza vittoria e raggiungere quota dieci, lasciandosi alle spalle la delusione di Alessandria.

 

Nel complesso un Arezzo che è piaciuto, per grinta determinazione ed un impianto di gioco che, anche nelle giornate in cui gli avversari lasciano pochi spazi e si chiudono a riccio, funziona a dovere

 

Buono l’esordio di Muscat come centrale difensivo e quello di De Feudis a centrocampo.

 

E domenica prossima gli amaranto saranno di scena a Lucca contro i rossoneri dell’ex Galderisi, alle ore 18.30

 

 

Riccardo Bonelli





05.05.2018 1290281

UNA SERATA SPECIALE!!

Niente di programmato, perchè esisteva solo una piccolissima speranza.

Ma un minuto dopo il fischio finale di Carrarese - Arezzo, con una salvezza c [...]

Leggi Tutto
05.05.2018 1290281

NON CHIAMATELO MIRACOLO!

Questa è storia, una bellissima storia, una favola d'altri tempi.
Non chiamatelo Miracolo, sarebbe sminuire il valore dell'impresa di questi [...]

Leggi Tutto
28.04.2018 1290281

AREZZO-PISA, LE PAGELLE DI RICK

FERRARI - 7,0 - Grossi interventi non ne ha dovuto fare, ma ha dato tanta sicurezza al reparto, una sola incertezza in uscita, poi padrone della sua area e [...]

Leggi Tutto
28.04.2018 1290281

NUOVI AGGETTIVI CERCASI... DISPERATAMENTE!!

Immensi, commuoventi, tatticamente perfetti, grintosi, attaccati alla maglia, agguerriti, indomabili, battaglieri, valorosi, risoluti...ma sopr [...]

Leggi Tutto
21.04.2018 1290281

PRATO - AREZZO, LE PAGELLE DI RICK

FERRARI - 6,0 - alcune uscite incerte, una scarsa intesa con i compagni di reparto compensano, in positivo un paio di buoni interventi

MUSCAT [...]

Leggi Tutto