FINALMENTE SI RICOMINCIA! FORZA VECCHIO CUORE AMARANTO

Bella l'estate..... Caldo, afa, partenze intelligenti con code chilometriche, rientri altrettanto intelligenti con ennesime code chilometriche, per finire in bellezza.

 

Una vacanza bella quanto vi pare, fino al giorno in cui ti presentano il conto e realizzi di esserti sputtanato lo stipendio di settembre, ottobre e per i piu' chic anche quello di novembre e dicembre, salvando solo la tredicesima....

 

L'estate del calcio parlato, chiacchierato, quello in cui nessuno retrocede, tutti vincono Champions league, Europa League, scudetto....tutti sognano promozioni in categoria superiore, nessuno pensa minimamente di essere tra quelli che retrocederanno...ma scherziamo?

 

Campagne acquisti faraoniche di società che fino all'altro giorno avevano i libri contabili in tribunale, direttori sportivi abilissimi a comprare chicchessia, i più gettonati sono i nomi esotici, quelli impossibili da pronunciare, chi non sogna di avere in squadra il montenegrino Luka Merdovic....si sa porta bene...chi non vorrebbe avere in squadra il camerunese Olle' Olle'..... Sai che cori ad ogni suo gol?

 

Ve lo immaginate il nostro Davide Steccato annunciare che per l'Arezzo ha segnato Azubuike Egwuekwe? Oppure avendo in squadra questo francese annunciare il suo gol al trentesimo e finire al trentacinquesimo...”Ha segnato  Vilayphone ‘Billy’ Ketkeophomphone”

 

Torniamo seri..... Finalmente inizia il campionato.

 

Una nuova stagione amaranto che viviamo, ogni anno come se fosse la prima, con la stessa intensità le stesse emozioni, rinnovate speranze, ansia e agitazione ante prestazione (amaranto). Una domenica lontana da arrivare , anche se sei di sabato pomeriggio, il rituale che ognuno di noi ha per l'approccio alla partita, allo stadio, al fischio di inizio.

 

Da quel momento in poi e' un vortice di passioni, pochi, in quei novanta, cento minuti, si riconosceranno nella persona al di fuori di quel contesto.

 

Dottor Jekyll e mr. Hyde .... Tanto per intendersi.

 

L'Arezzo si presenta ai nastri di partenza da outsider, squadra totalmente rinnovata, nuovo l'allenatore, nuovo, nuovissimo rispetto agli anni precedenti l'assetto societario.

 

Due anni, quelli precedenti, da incorniciare, che piaccia o no.

Se oggi siamo nella griglia di partenza, in buona posizione, lo dobbiamo all'opera di Mister Eziolino Capuano, e chi crede di poter saltare a pie' pari dalla serie D ad oggi, rimnegando quei due anni, forse non ha capito che, in quel momento, in quella situazione, era necessaria una figura forte, per tenere in piedi la baracca.

 

Poi, siccome Capuano e' uno che spacca le opinioni, che divide in partiti, beh, giusto che ognuno, a tal proposito , abbia la sua opinione.

 

Il Presidente Ferretti arrivato ad Arezzo con sole pochissime nozioni di calcio e di come gestire una societa' in questo mondo, che esula da qualsiasi logica (i suoi successi imprenditoriali in altri settori, ne sono la conferma) forse con un po' di ritardo, e' riuscito ad organizzare una rete di collaboratori che hanno dato nuova linfa, nuova vitalita', nuove energie positive all'ambiente amaranto.

Mauro Ferretti ha anche annunciato nuovi soci che andranno a rinforzare la società amaranto; il primo nome è quello di Massimo Salvioli imprenditore modenese....ed a breve il Presidente svelerà altri nomi e strategie; un segnale forte, ne uscirà un Arezzo più forte?

 

Fin dal ritiro di  Soci si e' capito che stava nascendo un progetto serio, bisognoso dell'affetto e la vicinanza dei propri tifosi fin dal primo giorno, senza soluzione di continuita' .

 

il Direttore generale Riccioli ed il Direttore sportivo Gemmi hanno lavorato sempre in perfetta sinergia, portando ad Arezzo giocatori importanti (Moscardelli e Polidori tra tutti) giocano di buon livello da far crescere e atleti in cerca di rivincite dopo una stagione altalenante.

 

Un gruppo unito, che segue con dedizione e attenzione Mister Sottili nella sua opera di costruzione di una squadra che abbia ambizioni, che possa far sognare, che porti entusiasmo e pubblico al Citta' di Arezzo

 

Schemi e credo tattico che necessitano del tempo per essere assimilati, squadra ancora incompleta, un paio di elementi da poter scegliere con cura e tranquillita' ponderando bene la scelta; questo e' un periodo in cui i giocatori che ambivano alla B, recalcitranti alla Lega Pro torneranno nei loro passi se non vorranno trovarsi dei disoccupati.

 

E allora bisognera' avere pazienza e fiducia, domenica non poteva toccarci di peggio, il Como, e' una delle pretendenti alla vittoria finale, da retrocessa partira' con la voglia matta di riconquistare la cadetteria.

 

Saranno piu' forti? Piu' in forma? Avranno una rosa piu' competitiva? Bene, che vengano pure con tutti questi bagagli, troveranno un Arezzo pieno di entusiasmo, di voglia di competere e una Minghelli, avversario in piu' da affrontare,

 

Se Dio vuole, si ricomincia, FORZA VECCHIO CUORE AMARANTO!!

 

Riccardo Bonelli





19.11.2017 1290281

AREZZO-CUNEO, LE PAGELLE DI  RICK

 

BORRA - S-V-  Tocca il primo pallone vero (si fa per dire) negli ultimi minuti di gioco. Un [...]

Leggi Tutto
19.11.2017 1290281

NOVANTOTTO MINUTI DI DOMINIO AMARANTO
VITTORIA NETTA E CONVINCENTE, ADESSO LE NOVITA' IN SETTIMANA E LA SFIDA DI SIENA

 

In vista di una settima [...]

Leggi Tutto
12.11.2017 1290281

 

 

BORRA – 5,5 – Incolpevole sul gol, poi pochi pensieri gli creano gli avanti piacentini. Ma è quel senso di esco… non esc [...]

Leggi Tutto
12.11.2017 1290281

CI VORREBBE SIGMUND FREUD!!

 

Niente da fare …l’Arezzo dottor Jeckill-mister Hyde è tornato puntuale al Comunale.


Non [...]

Leggi Tutto
08.11.2017 1290281

BORRA – 6,0 – Poco impegnato… pochissimo…. Quasi niente. Quel poco lo fa.

 

LUCIANI – 5,0 – Gioca co [...]

Leggi Tutto
08.11.2017 1290281

UN PUNTO, ZERO GIOCO, TANTA NOIA PER L’AREZZO CONTRO UN MODESTISSIMO GAVORRANO

 

Una percentuale di possesso palla altissimo, imbarazzante per l&rsqu [...]

Leggi Tutto