ADESSO CHE LE PAROLE SI TRASFORMINO IN FATTI E I PALETTI IN ASTICELLE

L'Arezzo pareggia a Rimini, concludendo il suo agitatissimo campionato al nono posto, e considerato che solo Spal, Maceratese e Pisa hanno subìto meno sconfitte e che solo la squadra di Semplici e l'Arezzo hanno subìto due sole sconfitte esterne, le riflessioni su quello che sarebbe potuto essere e non è stato, dando ampio campo alle recriminazioni stanno nel fatto che l'Arezzo ha pareggiato tantissimo, troppo, numeri da record e che in fatto di vittorie la squadra amaranto è andata malissimo risultando davanti solo alla retrocessa Lupa Roma.


Una partita, quella di Rimini, ininfluente per l'Arezzo e, a bocce ferme, ma anche nel corso della partita con i risultati che provenivano dagli altri campi di poco conto anche per i romagnoli che con la vittoria avrebbero ottenuto solo un miglior piazzamento nei play out.


Una partita che si era messa subito in salita per l'Arezzo con Sabatino che, dopo una serie di errori difensivi non trovava di meglio che scalciare un avversario a centrocampo, obbligando l'arbitro a tirare fuori il cartellino rosso.


 In superiorità numerica il Rimini trovava ampi spazi ed il gol del vantaggio arriva puntuale cinque minuti dopo grazie ad un tiro dalla distanza di Esposito che trova impreparato e fuori dai pali Baiocco.


Unico errore del portiere amaranto che si riscatta nel prosieguo dell'incontro opponendosi alle conclusioni di Polidori e Mancino fino alla parata determinante sul calcio di rigore calciato da Mancino.


L'Arezzo, messo in campo da Mister Bucaro con una formazione ed un atteggiamento tattico similari a quelli di Ezio Capuano, ha giocato con la forza della tranquillità e, se pur in inferiorità numerica ha tenuto bene il campo, pur rischiando in diverse occasioni al cospetto di un avversario che aveva assoluta necessità di vittoria.


Con il passare dei minuti la forza d'urto dela squadra di Acori calava vistosamente, complici la stanchezza ed i risultati negativi che provenivano dagli altri  campi, che vanificavano anche il risultato positivo che stava maturando al Neri.


L'Arezzo così, trova il modo di giungere al pareggio grazie ad un colpo di testa di Milesi a dieci minuti dal termine.


Ma il pareggio viene messo nuovamente a rischio dopo solo un minuto quando l'arbitro concede un calcio di rigore al Rimini; Baiocco intuisce il tiro non irresistibile di Mancino e regala a Mister Bucaro la sua mini imbattibilità.


Si chiude così una stagione travagliata, nata sotto altre aspettative, disattese solo negli ultimi due mesi con l'Arezzo in ottima posizione di classifica, quando, di colpo, sono cambiati atteggiamenti, strategie, quando si è cercato di distruggere quanto di buone era stato costruito in due anni di lavoro di Mister Capuano,  la stessa squadra che così bene aveva fatto fino ad allora, di colpo era sparita, al punto tale da mettere a repentaglio una salvezza ampiamente conquistata.


Tre partite, cinque punti per Mister Bucaro ed una squadra che di colpo ha ricominciato a giocare.
Festeggiamo questa salvezza, ma con discrezione, senza grandi entusiasmi, non era l'obiettivo di inizio stagione, lo è diventato solo per caso e per dabbenaggine, voltiamo pagina e cominciamo a trasformare le parole in fatti, i paletti in asticelle,

 

Riccardo Bonelli





19.11.2017 1290281

AREZZO-CUNEO, LE PAGELLE DI  RICK

 

BORRA - S-V-  Tocca il primo pallone vero (si fa per dire) negli ultimi minuti di gioco. Un [...]

Leggi Tutto
19.11.2017 1290281

NOVANTOTTO MINUTI DI DOMINIO AMARANTO
VITTORIA NETTA E CONVINCENTE, ADESSO LE NOVITA' IN SETTIMANA E LA SFIDA DI SIENA

 

In vista di una settima [...]

Leggi Tutto
12.11.2017 1290281

 

 

BORRA – 5,5 – Incolpevole sul gol, poi pochi pensieri gli creano gli avanti piacentini. Ma è quel senso di esco… non esc [...]

Leggi Tutto
12.11.2017 1290281

CI VORREBBE SIGMUND FREUD!!

 

Niente da fare …l’Arezzo dottor Jeckill-mister Hyde è tornato puntuale al Comunale.


Non [...]

Leggi Tutto
08.11.2017 1290281

BORRA – 6,0 – Poco impegnato… pochissimo…. Quasi niente. Quel poco lo fa.

 

LUCIANI – 5,0 – Gioca co [...]

Leggi Tutto
08.11.2017 1290281

UN PUNTO, ZERO GIOCO, TANTA NOIA PER L’AREZZO CONTRO UN MODESTISSIMO GAVORRANO

 

Una percentuale di possesso palla altissimo, imbarazzante per l&rsqu [...]

Leggi Tutto