AREZZO AUTORITARIO, AD ANCONA IL PAREGGIO ACCONTENTA SOLO I DORICI

AREZZO AUTORITARIO, AD ANCONA IL PAREGGIO ACCONTENTA SOLO I DORICI

 

Un punto che, vista la partita, accontenta l'Ancona.... non l'Arezzo...

 

Forse, quello visto oggi allo Stadio Conero, è stato il più bell'Arezzo versione esterna della stagione.


Oppure, se questo vi sembra un commento troppo entusiasta, potrei dire che per l'ennesima volta gli avversari (tranne il Pisa) che hanno affrontato l'Arezzo tra le mura amiche, hanno dovuto accontentarsi di un punto e che gli amaranto sono tra le sole quattro squadre nell'intero panorama di Lega Pro ad aver subìto una solo sconfitta esterna.


Guardare la classifica e vedere l'Ancona quarto in classifica, non fa che aumentare il rammarico per una stagione buttata al vento, a meno che non si voglia continuare a pensare che solo la salvezza era alla portata della Capuano's Band.


Tutto questo sottolinenando il valore dell'Ancona, una squadra costruita per vincere, con una rosa composta da giocatori di valore e che merita la posizione di classifica.


Già, perchè quando ho rimarcato il fatto che fa rabbia vedere i dorici in quella posizione è solo per far comprendere come l'Arezzo non abbia nulla a che invidiare ai biancorossi di Cornacchini.


E a fine stagione ci mangeremo le mani, peseranno come macigni i rimpianti di aver avuto una signora squadra, un signor allenatore e non aver sfruttato il valore aggiunto di questa formazione, un Tremolada che, settimana dopo settimana dimostra come in questa categoria sia un extraterrestre, solo di passaggio e che domani, sarà solo un dolce ricordo.


Capuano, nonostane l'assenza forzata di Bentancourt, ripropone il collaudato e affidabile 4-3-1-2 affidando a Mendicino il ruolo e la posizione ricoperta dall'uruguagio; piccola sorpresa l'esclusione di Carlini con l'inserimento di Brumat.


Il rientro di Benedetti consente all'allenatore di proporre il centocampo a lui preferito con Capece e Feola.


L'Ancona voleva fortissimamente vincere, figuriamoci poi dopo aver saputo che la Maceratese aveva maramaldeggiato in casa della capolista Spal.


Ma la partenza autoritaria dell'Arezzo spiazza la formazione di Cornacchini; gli amaranto fanno possesso palla, chiudono bene gli spazi e ripartono con verticalizzazioni che mettono in difficoltà la difesa dorica apparsa vulnerabile se presa in velocità.


Nei primi 45 minuti poche occasioni, Baiocco appare sicuro tra i pali e nelle uscite e solo un tiro di Di Ceglie gli crea qualche apprensione.


Gli amaranto giostrano bene ma peccano negli ultimi sedici metri; Greco appare fuori condizione mentre Mendicino è più propositivo e proprio allo scadere avrebbe la possibilità di portare in vantaggio l'Arezzo; perfetto l'assist di Tremolada, perfetto l'aggancio.. poi un tiro da dimenticare vanifica il tutto.


Ma si va negli spogliatoi con la consapevolezza di aver visto gli amaranto in palla.


I ritmi della partita nella ripresa calano, l'Arezzo concede poco e nulla, nonostante l'Ancona cerchi di premere sull'acceleratore; i minuti passano e tra le chiusure di Madrigali e Milesi, il lavoro proficuo sulle fasce di Brumat e Sabatino e la cerniera di centrocampo, la squadra di Cornacchini riesce a creare solo qualche occasione sporadica, ed allora ecco ergersi protagonista Baiocco, autore di un paio di interventi davvero pregevoli.


Ma come nel primo tempo, anche nella ripresa l'occasione più clamorosa è ancora dell'Arezzo che con Tremolada colpisce un palo clamoroso al termine di una bella iniziativa di Mendicino.
Il fischio finale sancisce uno zero a zero che non farà sicuramente felice Capuano.


Cancellato immediatamente, con una prestazione di spessore, lo scivolone interno con il Pontedera... ma del resto, tutti (o quasi) eravamo consapevoli che fosse stato solo un errore di percorso.


Purtroppo siamo contenti orgogliosi di questo allenatore e di questi giocatori ma.....CHI VUOL ESSER LIETO SIA.....DEL DOMAN NON V'E' CERTEZZA.....

 

Riccardo Bonelli





21.10.2019 1290281

Leggi Tutto
20.10.2019 1290281

AREZZO - ALESSANDRIA
LE DOPPIE PAGELLE DI RICK

Due tempi, due volti dell'Arezzo, impossibile non giudicarli separatamente

PRIMO TEMPO

PISSARDO - 6,0 - Come [...]

Leggi Tutto
20.10.2019 1290281

AREZZO - ALESSANDRIA 1-1

Cinquantuno minuti in cui abbiamo assistito ad una partita in cui l'Arezzo, con un assetto tattico al di fuori della logica delle caratteristiche degli uomini [...]

Leggi Tutto
19.10.2019 1290281

L’AREZZO AD UN BIVIO
GLI AMARANTO HANNO BISOGNO DI PUNTI E DI CERTEZZE

Lo abbiamo detto gia’ diverse volte, alla vigilia di una partita... forse troppe.

13.10.2019

SIENA - AREZZO, LE PAGELLE DI RICK

PISSARDO - 6,0 - L'unico vero tiro nello specchio della porta il Siena lo fa al minuto novantasei e la beffa è servita. Per il resto della pa [...]

Leggi Tutto
13.10.2019 1290281

UN PARI CHE SA DI BEFFA

Minuto 95 e trenta secondi... poco, pochissimo alla fine con l'Arezzo in vantaggio
.
L'ultima palla in area, la testa di Guidone ed il Siena [...]

Leggi Tutto