VADO, VINCO E TORNO. UN POMERIGGIO DA RICORDARE, L'AREZZO DI CAPUANO VINCE A PRATO E SOGNA

VADO, VINCO  E TORNO. UN POMERIGGIO DA RICORDARE, L'AREZZO DI CAPUANO VINCE A PRATO E SOGNA

 

La trasferta di Prato sembrava una scampagnata, una partita di Lega Dilettanti, partenza alle 17,30, incontro alle 20,30.


Ma su quel pulman erano saliti dei professionisti, guidati da un professionista, e la presunta gita domenicale si è trasformata in un trionfo.


L'Arezzo vince, senza problemi al Lungo Bisenzio contro un Prato non trascendentale ma con una classifica che gli imponeva la conquista dei tre punti


Dopo un primo tempo equilibrato, nella ripresa l'Arezzo è passato subito in vantaggio con Bentancourt, il gol mette Ko il Prato che non riesce a reagire subendo il secondo degli amaranto, ad opera di Madrigali che sancisce la seconda vittoria esterna del campionato per l'Arezzo, proiettandolo in una degna posizione di classifica.


L'ennesima prova che questo è l'Arezzo di Eziolino Capuano, una squadra solida, coriacea, magari non bella, ma che il campo certifica come una formazione di quantità e qualità, degna delle prime posizioni che è andata con enormi sacrifici e mille difficoltà esterne, ma soprattutto interne, a conquistarsi.


Da stasera l'Arezzo si candida ad essere una outsider da tenere in degna considerazione, se solo ci fosse un briciolo di entusiasmo, un briciolo di coinvolgimento, un briciolo di considerazione da parte dei vertici societari, il futuro sarebbe roseo.


L'allenatore ha dimostrato tutto e anche di più di quello che doveva dimostrare, amato dalla piazza, e non è cosa di poco conto, i risultati sono dalla sua parte, così come la dedizione totale alla causa amaranto.


La squadra, ha dei valori assoluti nella interezza della rosa (...) con alcuni elementi che si elevano ed elevano il potenziale tecnico e tattico della formazione amaranto.


E' un magnifico castello che, purtroppo, poggia su fondamenta che nessuno è riscito a capire se siano fragili o meno, se tutto questo resterà tale o sarà destinato, prima o poi a crollare miseramente, lasciando un cumulo di macerie, sotterrando valori, speranze, prospettive.


Due soli uomini potrebbero darci una risposta, altrimenti i dubbi, le illazioni, le voci più o meno infondate troveranno terreno sempre più fertile, Capuano rimarra' il condottiero indomito ma triste, e non basterà l'appoggio incondizionato del popolo amaranto per trattenerlo ad Arezzo.


Dottor Ferretti, parlare è sempre il modo migliore per spezzare i silenzi..... ovvio, ma a quanto pare, mica tanto....

 

Riccardo Bonelli





16.03.19 1290281

CARRARESE - AREZZO, LE PAGELLE DI RICK

PELAGOTTI - 6,0 - Gli arrivano da tutte le parti, un incubo.... salva la sua porta deviando sul palo una conclusione a colpo sicuro... poi insicuro [...]

Leggi Tutto
16.03.19 1290281

BALDINI E LA SUA CARRARESE, LEZIONE DI CALCIO.... MA QUANTO POCO AREZZO

Netta e meritata la sconfitta subita dall'Arezzo al cospetto della Carrarese.

Un tre a zero che non a [...]

Leggi Tutto
09.03.19 1290281

AREZZO, CON IL NOVARA UN SOLO PUNTO MA TORNA A GIOCARE BENE

Un solo punto, peraltro contro una signora squadra con il valore aggiunto di avere da poco in panchina un allenatore che conosc [...]

Leggi Tutto
02.03.19 1290281

DEDICATO A CHI OGGI SI STRAPPA I CAPELLI E A QUELLI CHE OGGI SGHIGNAZZANO

Visto la posizione dell'Arezzo?
Visto che la Pro Vercelli ha perso la sua seconda partLeggi Tutto

02.03.19 1290281

CUNEO-AREZZO, LE PAGELLE DI RICK

PELAGOTTI - 6,0 - Sul gol partecipa al festival del "guarda la palla ribattuta dalla traversa" per il resto il Cuneo è pericoloso ma non centra mai [...]

Leggi Tutto