L'AREZZO GIOCA A CARRARA, PARLIAMO DI CALCIO GIOCATO?

L'AREZZO GIOCA A CARRARA, PARLIAMO DI CALCIO GIOCATO?

 

L'Arezzo sarà di scena sabato pomeriggio a Carrara.

Possiamo parlare di calcio giocato? Difficile, ma non impossibile, anche se si fa fatica a parlare di tecniche, tattiche, della Carrarese, bisogna alzare la voce, per farsi sentire nel rumoroso, chiassoso, fastidioso silenzio del Presidente Ferretti, anche se non meno fastidioso è il silenzio silenzioso del vicepresidente De Martino.


Cosa vorremmo sentire da loro? Cosa vorremmo chiedere?

Tante cose, tutte lecite, tutte dovute checchè se ne dica; l'Arezzo appartiene agli aretini, lo dice la storia, lo dice  il passato, il presente e lo dirà anche il futuro, perchè il cavallino, che in 93 anni ne ha passate di tutti i colori, galoppando, trottando e ahimè zoppicando vistosamente, ha sempre tenuto la testa alta, criniera al vento, ed è sempre stato orgoglio della sua terra.


Che sarebbe l'Arezzo senza i suoi tifosi? Quale senso avrebbe di esistere la squadra, la Curva Minghelli, tanto varrebbe fare giocare la squadra al campino di Via Arno, no?


E meno male che l'organigramma della società amaranto è composto da persone valide, i soldi ce li mette il Presidente, ma sono loro a mandare avanti in maniera più che dignitosa la baracca, sono loro il tramite con Capuano, con la squadra... con noi tifosi.


Ma di più a loro non si può chiedere, non si può domandare, non possono darci risposte che non sanno o non possono dare...AMEN...


Quello che tormenta i miei pensieri è Ezio Capuano; dove è finito l'Eziolino-prima maniera, travolgente, coinvolgente, traboccante rabbia, euforia, tristezza, allegria.....?


Attendevi con ansia le sue conferenze stampa post partita dopo una vittoria, autocelebrazioni, compiacimenti tattici, botta e risposta con tanto di vocabolario Italiano-Capuano.


Attendevi con meno ansia, le sue conferenze stampa post partita dopo una sconfitta, autoaccuse, mea culpa tattici, un fiume in piena per spiegare quanto fosse incazzato per il risultato, la prestazione, con tanto di vocabolario Capuano-Italiano a luci rosse.....


Oggi il mister è un'altra persona, mille pensieri lo tormentano, le sconfitte, poche, lo feriscono relativamente, i risultati positivi, tanti, non lo esaltano più come una volta, le vittorie casalinghe, sempre più frequenti scatenano i suoi ormoni adrenalitici nell'immediatezza del fischio finale... poi si ricompone, si mette la maschera e si presenta  in sala stampa... dice e non dice, le sue parole, le sue risposte sono sempre più frequentemente di libera interpretazione, criptico al limite dello strapazzo, la sua serenità e la sua spensieratezza, sono, per adesso, solo un ricordo.


Solo lui ed il Presidente sanno il perchè...... vorremmo saperlo anche noi, il popolo amaranto a cui Ezio si appoggia ed il Presidente snobba.... questione di vedute....

Un articolo in cui ho usato più punti interrogativi del solito, e questo non è buon segno..


Mi ero ripromesso di parlare solo di calcio, avedo detto che era difficile e così è stato e chiedo scusa....

 

Riccardo Bonelli





17.09.2019 1290281

IO, OTELLO CELIA.

Leggi Tutto

15.09.2019 1290281

L'AREZZO STENTA E NON DECOLLA

Tre partite , tre matricole da affrontare, tre risulati diversi che non contribuiscono a dare un giudizio su questa squadra, sul modulo applicato da Mist [...]

Leggi Tutto
15.09.2019 1290281

PERGOLETTESE - AREZZO, LE PAGELLE DI RICK
COSA E' MANCATO? LA VAR ED UN CENTRAVANTI DI NOME E DI FATTO

PISSARDO - 4,0 - Partiamo dal finale. Subisci fallo e reagisci davanti al [...]

Leggi Tutto
15.09.2019 1290281

L'AREZZO ESCE CON UN MISERO PUNTICINO CONTRO UNA MODESTA PERGOLETTESE.
FINALE INCANDESCENTE, BELLONI IN PORTA E ARBITRO PROTAGONISTA

L'Arezzo esce dallo stadio di Pergocrem [...]

Leggi Tutto
10.09.2019 1290281

10 SETTEMBRE 1923

10 SETTEMBRE 2019

BUON COMPLEANNO CAVALLINO!

 

 

 

[...]

Leggi Tutto
08.09.2019 1290281

Leggi Tutto