A MACERATA PER CHIUDERE UNA ANNATA DI CHIARO-SCURI

A MACERATA PER CHIUDERE UNA ANNATA DI CHIARO-SCURI


Che l'Arezzo sappia esprimere un buon calcio ne abbiamo le prove, abbiamo anche le prove che questa squadra vada a corrente alternata e alla quale manca quelle cattiveria agonistica e quel pizzico (io dire anche manciata) di buonasorte che le avrebbe consentito, senza tema edi smentita di avere qualche punto in più (o molti di più).


Ma di pali, gol presi negli ultini istanti di gioco, infortuni a catena, ne abbiamo parlato fin troppo e dato che con i se e con i ma avanti non si va, rimaniamo realistici e guardiamo con una certa apprensione una classifica ai limite della soglia critica dei play out.


Gli uomini di Capuano saranno chiamati, domenica, ad una prova impegnativa; perchè la Maceratese è la seconda forza de campionato con i suo 29 punti ed un tabellino di marcia casalingo che parla di cinque vittorie, due pareggi e nessuna sconfitta.


Un calendario che ha riservato all'Arezzo due incontri ravvicinati con le prime della classe; e tutti sappiamo cosa è stata capace di fare la squadra aretina nella gara casalinga con la Spal.


Un incontro giocato a viso aperto, alla pari, con la capolista; una prova convincente a livello di gioco ma soprattutto una reazione di carattere e orgoglio e solo il minuto 96, un film già visto, ha privato l'Arezzo di una vittoria che avrebbe avuto ripercussioni positive nei giocatori e nell'ambiente.


Dopo Macerata, ci sarà la sosta natalizia e la sessione invernale del calciomercato; il 2016 dovrebbe (il condizionale è d'obbligo) consegnarci un Arezzo diverso, ritocchi necessari per completare la rosa, per correggere gli errori di valutazione su alcuni elementi che hanno reso meno di quanto preventivato.

Gli infortuni di uomini cardine hanno evidenziato come non sia stato possibile sostituirli con elementi di pari valore e pari caratteristiche.


Le rose a numero chiuso impongono idee  chiare e soprattutto giocatori utili alla causa amaranto, senza pregiudizi, imposizioni, accondiscimenti.


Capuano sembrerebbe avere le idee chiare, peccato non poter dire altrettanto della società, o del dottor Ferretti, dato che sembra essere, se non erro, e sicuramente non erro (?) colui che, economicamente, dirigerà le fasi di mercato.


I silenzi del Presidente sono diventati biblici, nessuna nuova, buona nuova, non sembra essere una massima applicabile ad un proprietario di una società di calcio ; di cose da dire Ferretti dovrebbe averne a bizzeffe, cose da sapere, gli aretini ne hanno sicuramente a iosa.


Ferretti si impegna o si disimpegna? metterà a disposizione di Capuano un budget adeguato per poter rinforzare l'organico e cercare di risalire la china o le disponibilità economiche attuali permetteranno solo una sana gestione ordinaria?


L'Arezzo è ancora di suo interesse o vive nell'attesa di una proposta di cessione vantaggiosa?
Attendiamo, fiduciosi, un cenno di riscontro, come si usava scrivere nelle migliori lettere commerciali, per chiudere l'epistola...e di solito, usanza voleva, che arrivasse il famoso cenno di riscontro......


Allora, speriamo che da Macerata arrivino buone nuove, che l'Arezzo riesca a mantenere una imbattibilità esterna, fiore all'occhiello di cui può fregiarsi, unica, assieme alla Feralpi Salò tra le 54 squadre del panorama calcistico della Lega Pro.


Partita tosta, da affrontare nella stessa maniera in cui l'Arezzo ha affrontato L'Aquila, Pisa, Teramo, Siena, Spal, tanto per citare le migliori prestazioni amaranto.


Capuano farà affidamento sugli uomini cardine di questa squadra; Tremolada e Cori stanno crescendo in maniera esponenziale e possono essere il valore aggiunto di questa squadra, possono far pendere l'ago della bilancia dell'equilibrio che ha contraddistinto tutte le trasferte amaranto, poi, se la buonasorte volesse accorgersi che esiste anche l'Arezzo, male non sarebbe.


IN BOCCA AL LUPO RAGAZZI, IN BOCCA AL LUPO CAPUANO! Anche domenica sarai in tribuna, ma a differenza della partita con la Spal, non avrai i tifosi al tuo fianco, non avrai il sostegno morale di chi soffriva al tuo fianco, sarai solo con te stesso, con i tuoi collabortori, con i tuoi pensieri, facendo così felice chi ha mal sopportato la tua presenza e la tua emotività nella tribuna aretina.....

 

Riccardo Bonelli





18.02.2018 1290281

AREZZO E IL SUO ONORE ECCO COSA VOGLIAMO. CIARLATANI NON NE VOGLIAMO

 

Finisce con un pareggio, come al solito condito da recriminazioni su una vittoria ma [...]

Leggi Tutto
11.02.2018 1290281

AREZZO-ALESSANDRIA, LE PAGELLE DI RICK

 

PERISAN – 6,5 – Due gol presi, niente da imputargli, in compenso si esibisce in una p [...]

Leggi Tutto
11.02.2018 1290281

COSI’ NON SI VA LONTANO, NE IN CAMPO, NE FUORI…..FUORI LE PALLE E I SOLDI!!

 

Un punto in quattro partite, sfortuna, rimpalli, pali, menti dei [...]

Leggi Tutto
02.02.2018 1290281

LUCCHESE-AREZZO, LE PAGELLE DI RICK

 

PERISAN – 6,0 – Poche, pochissime occasioni per mettersi in mostra; incolpevole sul gol, [...]

Leggi Tutto
02.02.2018 1290281

L’AREZZO DOMINA, MA E’ SOLO UN PARI CHE STA STRETTO AGLI AMARANTO

 

Ci risiamo, rischiando di essere ripetitivi e rischiando pure di passare da [...]

Leggi Tutto
28.01.2018 1290281

LE PAGELLE DI RICK AREZZO PIACENZA

 

PERISAN – 5,5 –  Malino, al momento non sembra avere e dare tranquillità e af [...]

Leggi Tutto