IMMAGINA? PUOI....

IMMAGINA?  PUOI....


Quello che sarebbe potuto essere ma non è stato

 

Immagina se la partita di domenica fosse durata trenta secondi in meno.


Immagina il tripudio della Minghelli per una incredibile rimonta, quando la capolista Spal dall'uno a due si è trovata sotto per una micidiale doppietta di Tremolada.


Immagina la festa in campo di undici maiali inferociti, che per la prima volta avevano preso le sembianze di Eziolino Capuano, sfoderando la più bella prestazione di questa stagione.


Immagina la squadra sotto la curva a ricevere il tributo di chi vive per l'Arezzo, per chi modella la sua settimana con le emozioni raccolte la domenica, per chi stava vivendo un sogno, quello di celebrare una impresa. Cosa rara in quest'anno disgraziato che troppe volte, maledettamente e beffardamente, ci ha strozzato l'urlo di gioia in gola.


Immagina cosa sarebbe successo in tribuna dove era relegato Ezio Capuano, a vivere, soffrire la partita in mezzo al suo popolo; un popolo che lo accompagnava con gli sguardi nel suo andirivieni nervoso, vivendo con lui le emozioni dell'uno-due con cui i suoi ragazzi avevano dato la scossa, che sembrava mortale, alla capolista.


Immagina il gruppo di bambini delle scuole calcio, che si son visti Eziolino catapultato in mezzo a loro, quasi cercasse il loro sostegno; gli sguardi misti di ammirazione, rispetto, stupore di quei bambini è durato poco.


Poi lo stupore ha fatto posto al coinvolgimento; Capuano ti coinvolge con la sua carica, qualsiasi età tu abbia; quei bambini gli hanno fatto da cornice, un tifo indiavolato, una carica emotiva per tutti coloro che avevano lo sguardo verso quello picchio di tribuna.


Immagina se l'Arezzo avesse vinto in quella altalena di emozioni, avesse compiuto l'impresa,

immaginare la gioia di quei bambini, un giorno da ricordare, una storia da raccontare a mamma e papà, da sognare la notte, su cui fantasticare, come soli i bambini sanno fare.


Maledetti secondi finali! quanto rammarico, quanta rabbia! Ma soprattutto il pensiero è rivolto verso quei ragazzi in campo che meritavano di vedere premiato il loro impegno, verso i ragazzi della curva che meritavano il giusto premio al sostegno illimitato verso i colori amaranto, verso Eziolino Capuano che vive per il popolo amaranto e che domenica si sarebbe potuto gustare ed assaporare il dolce sapore della vittoria con un abbraccio collettivo vero, non simbolico e poter fare festa non con i giocatori ma in mezzo a loro, ma soprattutto ho ancora lo sguardo rivolto verso quei bambini....IMMAGINA... PUOI.

 

Riccardo Bonelli





19.11.2017 1290281

AREZZO-CUNEO, LE PAGELLE DI  RICK

 

BORRA - S-V-  Tocca il primo pallone vero (si fa per dire) negli ultimi minuti di gioco. Un [...]

Leggi Tutto
19.11.2017 1290281

NOVANTOTTO MINUTI DI DOMINIO AMARANTO
VITTORIA NETTA E CONVINCENTE, ADESSO LE NOVITA' IN SETTIMANA E LA SFIDA DI SIENA

 

In vista di una settima [...]

Leggi Tutto
12.11.2017 1290281

 

 

BORRA – 5,5 – Incolpevole sul gol, poi pochi pensieri gli creano gli avanti piacentini. Ma è quel senso di esco… non esc [...]

Leggi Tutto
12.11.2017 1290281

CI VORREBBE SIGMUND FREUD!!

 

Niente da fare …l’Arezzo dottor Jeckill-mister Hyde è tornato puntuale al Comunale.


Non [...]

Leggi Tutto
08.11.2017 1290281

BORRA – 6,0 – Poco impegnato… pochissimo…. Quasi niente. Quel poco lo fa.

 

LUCIANI – 5,0 – Gioca co [...]

Leggi Tutto
08.11.2017 1290281

UN PUNTO, ZERO GIOCO, TANTA NOIA PER L’AREZZO CONTRO UN MODESTISSIMO GAVORRANO

 

Una percentuale di possesso palla altissimo, imbarazzante per l&rsqu [...]

Leggi Tutto