I SILENZI ASSORDANTI DEL PRESIDENTE, QUELLI CRONICI DEL VICEPRESIDENTE, MA GLI ARETINI VOGLIONO E DEVONO SAPERE......

I SILENZI ASSORDANTI DEL PRESIDENTE, QUELLI CRONICI DEL VICEPRESIDENTE, MA GLI ARETINI VOGLIONO E DEVONO SAPERE......

 

Di motivi perchè il Presidente Ferretti debba sentirsi in dovere di rompere il suo silenzio ce ne sono abbastanza perchè la cosa non possa non dare fastidio agli aretini.


Ammesso che non ci siano più problemi personali, cosa che mi auguro di tutto cuore, perchè la salute di ognuno di noi è il bene più prezioso che si possa avere, questa mancanza fisica e oratoria ad Arezzo di Mauro Ferretti non sembra essere foriera di  risvolti ottimistici.


I silenzi, si sa, alimentano dubbi, perplessità, voci incontrollate, aumentano i punti di domanda, i perchè, danno adito ad ogni interpretazione possibile ed immaginabile, ad ogni tipo di scenario immaginabile e di fantasia.


Mai i silenzi sono riusciti a dare risposte, specie nei momenti difficili; l'Arezzo, ecco il punto, sta passando un momento difficile, forse il primo da un anno a questa parte, mille problemi, ognuno con una sfaccettatura diversa, con una varietà di situazioni che vanno da quello economico, a quello caratteriale, a quello tecnico,  a quello comportamentale a quello della gestione dei rapporti col mondo aretino esterno alla società e quello per ultimo ma assolutamente non per ultimo della gestione dei rapporti con i tifosi amaranto.


Lo sport in generale, il calcio in particolare, vive  in funzione della passione delle persone; non esisterebbe il calcio, non sopravviverebbe, se venisse a mancare l'apporto, il sostegno, l'interesse dei tifosi, degli appassionati, di coloro a cui batte il cuore per un inno, una bandiera, un colore, una squadra.


Ecco perchè la gente ha bisogno di risposte, di essere relazionata sulle vicende della società, sulle problematiche, sui progetti presenti e futuri; e se ci sono problemi, se ci sono situazioni da risolvere alla svelta, se bisogna intervenire per riportare ordine, serenità e perchè no, alzare la voce con una squadra che sta rendendo la metà della metà di quanto sperato e che non  sembra avere gli attributi giusti per supportare il progetto Capuano... ecco perchè Mauro Ferretti deve rompere i suoi silenzi.


E non è tutto, perchè in sua mancanza, la figura del vice presidente De Martino, lo dice, lo impone la sua carica seconda solo  a quella del Presidente, dovrebbe colmare questa latitanza...invece mai una parola, nel bene o nel male, nemmeno quando la situazione imponeva l'intervento della società, una presa di posizione, un intervento chiarificatore attraverso i media locali.


Niente, solo Eziolino Capuano  parlare per tutti, anche fuori dei canoni di un allenatore, responsabile unico dell'area tecnica quanto volete, ma che deve o dovrebbe pensare solo al campo, al calcio giocato, alla gestione tecnica della squadra e lasciare le questioni economiche, quelle comportamentali e di gestione dei rapporti esterni a chi di dovere, a chi lo dovrebbe fare per lavoro, per impegno, per responsabilità, altrimenti l'organigramma dell'Arezzo è solo un elenco di cariche e di nomi solo di facciata?


Capitolo Capuano;  alzi la mano chi non ha notato la differenza tra l'Eziolino del primo anno e di qualche mese fa e l'Eziolino attuale.


Lo spirto battagliero sembra averlo lasciato, non può essere una sconfitta così capace da mostrare un Capuano remissivo, arrendevole, più diplomatico del solito, quasi impotente di fronte ad una squadra che non lo ripecchia per niente, ma davvero per niente e se il Mister non  riesce a far diventare le sue squadre dei maiali inferociti, il potenziale umano può essere tecnicamente forte quanto volete,  manca una componente essenziale per il Capuano-pensiero.


Rivoglio, rivogliamo il Capuano dei tempi migliori, il garante del popolo amaranto, quello delle corse sfrenate verso la Minghelli, dei pugni sul tavolo, i calci alla panchina, le urla durante allenamenti e partite, le interviste impossibili, le sue disquisizioni tattiche e, perchè no, il suo autocelebrarsi, il compiacersi di scelte tecniche e tattiche, le incazzature davanti ad obbrori ed errori che ci sono costati punti...tanti punti.


E l'Eziolino tornato da Pescopagano, sembra rigenerato, tornato combattivo, anche se andiamoci con i piedi di piombo, speriamo sia stato solo un periodo di stress e non di problemi che lui sa e dei quali noi siamo ignari.


Perchè Capuano, quello attuale, sembra parlare con gli occhi, sembra far capire che qualcosa è cambiato, che ci sono problemi e problematiche legati ai rapporti con giocatori e società, un matrimonio che qualche scricchiolio, inutile negarlo, lo sta avendo.


Capitolo giocatori; bravi ragazzi, certo, atleti di avvenire, certo (o forse)  che indossano la maglia amaranto, ma ancora non se la sentono addosso, poco inclini alle critiche, suscettibili, facili ad offendersi, e non basta una giocata bellissima, un gran gol a farli sentire in dovere di esultanze polemiche.


Mettiamo tutto da parte fino a domenica sera, il derby con il Siena è alle porte, i bianconeri ci arrivano nel migliore dei modi, con il morale a mille, con il fattore campo a favore. L'Arezzo ha il dovere di reagire immediatamente alla incredibile sconfitta casalinga con la Lucchese, lo impone il blasone, la classifica, ma soprattutto una storica rivalità con la città del Palio.


Passi la sconfitta subìta nella amichevole-coppa-campionato riserve, domenica si fa sul serio, le critiche, le negatività, i problemi, la suscettibilità cari ragazzi, lasciate tutto  negli spogliatoi, mettete, anzi, INDOSSATE la maglia amaranto, trasformatevi in undici maiali inferociti, perchè perdere a Siena non esiste... non esiste proprio, parola di aretino....


Che parli il Presidente, che parli in vicepresidente, ma soprattutto che parlino i risultati e che Capuano torni a fare il  .. CA - PU - A - NO!

 

Riccardo Bonelli





17.09.2017 1290281

TALMENTE SURREALE LA SITUAZIONE, TALMENTE INDECIFRABILE LA SQUADRA, TALMENTE EVIDENTI I RISULTATI CHE  CREDO SIA MEGLIO FAR DI TUTTA UN’ERBA UN FASCIO, PERCHE’ LE COLPE SON [...]

Leggi Tutto
17.09.2017 1290281

Terza sconfitta su quattro partite giocate, nove gol subìti, in quattro partite, tanti troppi orrori difensivi in tutte e quattro le partite, poca parvenza di gioco…… naturalme [...]

Leggi Tutto
16.09.2017 1290281

Ci ho pensato e ripensato se scrivere questo articolo. Ci ho pensato e ripensato se scriverlo come Riccardo Bonelli o come Pianetamaranto.

Poi ho deciso di scriverlo e pubblicarlo sia com [...]

Leggi Tutto
16.09.2017 1290281

Quarta giornata di campionato, l'Arezzo sarà di scena a Piacenza in un avvio di stagione in chiaro/scuro, con due sconfitte casalinghe e una vittoria esterna per una squadra che ha mostr [...]

Leggi Tutto
09.09.2017 1290281

 

 

BORRA – 7,0 – Uno dei migliori in campo tra gli amaranto. Sette gol subìti in tre partite, un incubo, ma poco e niente sulla co [...]

Leggi Tutto
08.09.2017 1290281

IMBARAZZANTI

 

Imbarazzanti…. È il primo commento che viene a caldo per definire la prestazione dei giocatori amaranto contro la Pistoiese. Leggi Tutto