SAVONA-AREZZO UNO ZERO A ZERO CHE PIU' ZERO A ZERO DI COSI' NON SI PUO'

SAVONA-AREZZO UNO ZERO A ZERO CHE PIU'  ZERO A ZERO DI COSI' NON SI PUO'


Poco gioco, tanta confusione, e qualche conferma negativa. Ma due punti in due trasferte a pochi giorni di distanza, al momento sono la lieta novella.

 

L'Arezzo torna da Savona con un punto conquistato senza infamia e senza lode ma che conferma l'imbattiblità esterna della squadra di Mister Capuano e la solidità difensiva della formazione amaranto.


E qui finiscono le note liete, perchè voler trovare altri lati positivi da questa trasferta in terra ligure è come cercare il classico ago nel pagliaio, mentre la sfida con il Savona ha confermato alcuni lati negativi dell'Arezzo.


In primis la prestazione di Bentancourt che di prove di appello ne ha avute tante e mai è riuscito a dare motivi concreti per poter asserire che l'Arezzo abbia fatto un buon acquisto.


Una serie impressionante di palloni persi ma soprattutto di falli commessi, pochi quelli procurati, una prestazione ancora una volta confusionaria e mi fermo qua, anche perchè, inevitabilmente, Capuano ha deciso di sostituirlo.


Abbiamo sofferto la fascia sinistra offensiva, quando, nel secondo tempo, il Savona ha deciso di giocarci con più frequenza.


Poi, come spesso capita, l'occasione per andare in vantaggio l'Arezzo l'aveva trovata nel finale con Ceria che ha sprecato da ottima posizione.


La squadra, rispetto alle prime uscite ha abbassato notevolmente il dato sul possesso palla, anche a Savona, troppe azioni manovrate sono state concesse ai biancoblu, una formazione onesta, volenterosa, con un paio di buone individualità e nulla più.


Zero a zero e non poteva essere altrimenti visto lo svolgimento dell'incontro; mille attenuanti che confortano i due punti conquistati qui e a Teramo, assenze importanti, incontri ravvicinati e giocatori non al meglio della condizione hanno partorito due incontri contrassegnati da tanto equilibrio, tanta buona volontà, ma in cui di gioco se ne è visto davvero poco. Unico rammarico la vittoria sfuggita nel recupero a Teramo.


Sulla prestazione dei singoli reparti, quello difensivo si è comportato ancora una volta egregiamente, Panariello e Madrigali su tutti, ma anche Milesi ha dato il suo contributo positivo.
Masciangelo e Brumat sono riusciti poche volte a creare gico sulle fasce, con il primo più propositivo, mentre Brumat è apparso ancora lontano dalla condizione ed impreciso nella gestione del pallone e dei cross.


I ritmi lenti hanno messo a loro agio Gambadori e Capece, ma dal biondo centrocampista sarebbe lecito attendersi anche cambi di passo e più personalità nel gestire la manovra amaranto.
Feola, inutile negarlo, non è più il bel giocatore, moto perpetuo di inizio stagione e, dopo gli infortuni, stenta a trovare di nuovo i guizzi vincenti.


Tremolada, un fantasista oggi poco fantastico, poco ispirato, poco assecondato, insomma oggi poco di tutto anche se un paio di assist al bacio era riuscito a sfornarli.


Sacha Cori, entrato nella ripresa al posto di Betancourt, ha fatto sì che il Savona ripartisse con più fatica, ha tenuto palla, ha ingaggiato un duello tutto fisico con il suo avversario, ha consentito alla squadra di schiacciarsi meno ed ha conquistato falli importanti nel finale per tenere indietro i liguri.


L'Arezzo tornerà in campo domenica pomeriggio al Comunale per affrontare il derby con la Lucchese, attuale fanalino di coda del girone B.


Ma la classifica non tragga in inganno per definirla partita abbordabile , non tanto per il valore dei rossoneri, quanto perchè visto l'attuale stato di forma degli amaranto e le defezioni, ogni partita, per l'Arezzo attuale di Mister Capuano diventa stramaledettamente difficile da giocare, stramaledettamente difficile da fare gol.

 

Riccardo Bonelli





01.07.2018 1290281

C'è aria nuova intorno all'Arezzo.Una nuova Società, nuovi programmi, tanto entusiasmo.

E dopo una annata da dimenticare in fretta, ci voleva questa aria di rinnovam [...]

Leggi Tutto
30.06.2018 1290281

DUE COMUNICATI CHE CERTIFICANO IL COMPLETAMENTO DEL MIRACOLO SPORTIVO ED ECONOMICO -

Orgogliosi di tutti coloro che hanno contribuito affinchè tutto questo potesse avvenire.

[...]

Leggi Tutto
25.06.2018 1290281

ECCOLO! Comunque esso sia, sarà il nostro biglietto da visita [...]

Leggi Tutto
22.06.2018 1290281

LOGO NUOVO... VITA NUOVA

I segnali di rinnovamento, lo dice l'economia, lo dice il marketing, passano anche dal rinnovamento di un logo, il principale mezzo comunicativo di una societ [...]

Leggi Tutto
22.06.2018 1290281

Dispiace per Cesena, per il Cesena, per i suoi tifosi e per il calcio in generale.
Ma come si fa ad avere accumulato un debito di 73 milioni di euro? 
Da quanto dura questa situa [...]

Leggi Tutto
13.06.2018 1290281

Il Direttore Generale Ermanno Pieroni ed il Presidente La Cava hanno dunque delineato le linee guida di quello che sarà il nuovo Arezzo ingaggiando un tecnico giovane, cha ha saputo lavorare [...]

Leggi Tutto