UN PARI CHE STA STRETTO ALL'AREZZO, MA QUALCUNO STORCE LA BOCCA......

UN PARI CHE STA STRETTO ALL'AREZZO, MA QUALCUNO STORCE LA BOCCA......


Ancora un palo a  strozzare l'urlo del gol, siamo al sesto... ancora qualche centimetro per l'impatto con il pallone messo lì solo per spingere in porta, e ne abbiamo viste già diverse di queste situazioni. Fortuna che non gira o sfortuna che compie il suo dovere, fate voi...


Ed allora lo zero a zero contro l'Ancona, in una partita equilibrata e nella quale queste situazioni potrebbero spostare l'ago della bilancia, in una partita che l'Ancona, quarto in classifica,  giochicchia nel primo tempo e arretra vistosamente nella ripresa, è risultato logico.


La squadra di Mister Cornacchini non ha mai praticamente tirato in porta, meglio dire che la difesa amaranto, ancora una volta impeccabile, nulla ha concesso aagli avanti marchigiani? questione di punti di vista, perchè questo Arezzo divide la piazza... scarso in fase offensiva al pari dell'anno scorso o squadra in crescita, che crea gioco ma a cui manca concretezza in fase di realizzazione?


Miser Capuano opta per la seconda esposizione dei fatti; nessuno può obiettare che, rispetto all'anno scorso, la squadra amaranto gioca un calcio più produttivo, purtroppo, i vari compagni di reparto che si sono avvicendati accanto a Cori stanno facendo maledettamente fatica ad esserne la spalla ideale.


In un pomeriggio bello ma spazzato da un fastidioso vento di tramontana, l'Arezzo affronta uno scorbutico Ancona, squadra che segna poco ma incassa ancora meno ed al Comunale i dorici mettono in luce questi due dati.


Gli amaranto, fin quando Tremolada tiene fisicamente, creano gioco, la manovra appare fluida e piacevole e tengono sempre in apprensione la difesa marchigiana.


Purtroppo Masciangelo e Madrigali (specie il secondo) non riescono a dare il loro apporto nella fase esterna offensiva e questa mancata spinta limita un po' le manovre ad ampio raggio della squadra di Capuano.


Nonostante tutto il primo tempo registra una bella azione sull'asse Tremolada, Masciangelo, Cori, con quest'ultimo che arriva in leggero ritardo per impattare un pallone da spingere solo in rete.


Una punizione di Tremolada dal limite che sembrava ben indirizzato, impatta un braccio, colpevolmente alto, di un componente della barriera, tra le proteste, inascoltate, dei giocatori amaranto


Dieci minuti dopo ancora Cori non riesce a finalizzare un'azione nata da un rimpallo favorevole cnquistato da Defendi, e concluso con un tiro sbilenco del centravanti aretino.


Ma l'occasione che avrebbe potuto permettere all'Arezzo di passare in vantaggio capita al minuto 43 con Panariello che impatta splendidamente di testa una punizione pennellata da Tremolada; la palla prende in pieno la traversa e Defendi, ad un metro dalla porta non riesce, colpevolmente a dare zampata decisiva...questione di cattiveria come dirà poi in sala stampa Capuano.


Nella ripresa, l'Ancona, sentito il campanello d'allarme di fine primo tempo, arretra il baricentro della squadra; l'Arezzo conquista terreno ma non riesce a scardinare l'attenta difesa biancorossa ed il predominio territoriale rimane fine a se stesso.


Tremolada non è più brillante, Bentancourt (entrato al posto di Defendi uscito in vìbarella e portato in ospedale per accertamenti) si rivela molto confusionario e poco propenso alla disciplina tattica, mentre, nei pochi minuti in cui è stato in campo, Carlini ha fatto capire che il ruolo di esterno destro, quando sarà in condizione, e di sua titolarietà.


Nei minuti finali l'Ancona si affaccia in area amaranto creando qualche mischia ed innescando qualche reazione a catena che porta alla espulsione del centravanti Cognini e alle ammonizioni di Monaco, Carlini e Radi.


Il signor Robilotta arbitro dell'incontro si distingue per i sei minuti di recupero nel secondo tempo, ma soprattutto per aver permesso di giocarne solo un paio, il resto andato in inutile chiacchiere e raccomandazioni ad ogni calcio d'angolo, ad ogni punizione...


Adesso l'Arezzo è atteso ad un vero e proprio tour de force..... iniziando mercoledi prossimo con il Siena per la Coppa Italia.

 

Riccardo Bonelli





19.11.2017 1290281

AREZZO-CUNEO, LE PAGELLE DI  RICK

 

BORRA - S-V-  Tocca il primo pallone vero (si fa per dire) negli ultimi minuti di gioco. Un [...]

Leggi Tutto
19.11.2017 1290281

NOVANTOTTO MINUTI DI DOMINIO AMARANTO
VITTORIA NETTA E CONVINCENTE, ADESSO LE NOVITA' IN SETTIMANA E LA SFIDA DI SIENA

 

In vista di una settima [...]

Leggi Tutto
12.11.2017 1290281

 

 

BORRA – 5,5 – Incolpevole sul gol, poi pochi pensieri gli creano gli avanti piacentini. Ma è quel senso di esco… non esc [...]

Leggi Tutto
12.11.2017 1290281

CI VORREBBE SIGMUND FREUD!!

 

Niente da fare …l’Arezzo dottor Jeckill-mister Hyde è tornato puntuale al Comunale.


Non [...]

Leggi Tutto
08.11.2017 1290281

BORRA – 6,0 – Poco impegnato… pochissimo…. Quasi niente. Quel poco lo fa.

 

LUCIANI – 5,0 – Gioca co [...]

Leggi Tutto
08.11.2017 1290281

UN PUNTO, ZERO GIOCO, TANTA NOIA PER L’AREZZO CONTRO UN MODESTISSIMO GAVORRANO

 

Una percentuale di possesso palla altissimo, imbarazzante per l&rsqu [...]

Leggi Tutto