AREZZO, PRIMA VITTORIA CASALINGA. CAPUANO LA DEDICA E FERRETTI

AREZZO, PRIMA VITTORIA CASALINGA. CAPUANO LA DEDICA E FERRETTI


Una settimana tribolata, tra gossip e chiacchiere; l'Arezzo risponde sul campo.


Dedicare la vittoria al Presidente Mauro Ferretti è stato il primo pensiero di Ezio Capuano che ha chiesto di scriverlo per rendere pubblico il sentimento di stima, amicizia e rispetto verso il suo presidente.


Quella con il Prato era diventata una partita maledettamente importante, i tre punti sono necessari sempre, ma mai come con il Prato la vittoria avrebbe avuto mille significati, avrebbe dato una risposta a mille interrogativi, avrebbe rasserenato l'ambiente, avrebbe, se mai ce ne fosse stato bisogno, rafforzato il legame tra Capuano e la tifoseria.


L'Arezzo ha vinto ed ha risposto sul campo, un segnale forte che il gruppo è unito.


Magari poi l'Arezzo ha sofferto più del dovuto nel portare a casa la vittoria contro un Prato costretto a giocare per un'ora sotto di un gol ed in inferiorità numerica.


Venti minuti di buon calcio ed un vantaggio meritato grazie ad una percussione di Defendi abbattuto in area; espulsione di Grifoni ed esecuzione impeccabile di Capece dal dischetto.
Tutto molto bello, avrebbe detto Bruno Pizzul;  difesa che non veniva impensierita dagli avanti pratesi, centrocampo che filtrava a dovere e macinava gioco, un Tremolada tonico, ispirato, propositivo, Bentancourt che giocava di sponda e, da schema, riusciva nella spizzicata di testa del pallone, sui quali si fiondava Defendi. E proprio su una di queste giocate l'Arezzo costruisce il suo vantaggio territoriale e soprattutto di punteggio.


Per assurdo, della superiorità numerica l'Arezzo non solo non riesce a trarne vantaggio, ma la fa andare in affanno.


La condizione fisica di alcuni giocatori amaranto, tra i quali Feola, Carlini e Cori, la spia rossa della benzina che si è accesa per Tremolada hanno fatto il resto.


Nonostante tutto, il Prato ha avuto solo la possibilità di guadagnare campo, di creare situazioni di pericolo sui cross, ma l'unica vera, grande  occasione è stata un  gentile regalo della difesa amaranto con una incomprensione tra Monaco e Panariello, ma Baiocco chude alla grande sulla battuta a colpo sicuro di Gomes.


Il finale è contrassegnato da giocatori amaranto in preda ai crampi o sofferenti per aver dovuto giocare in condizioni fisiche non ottimali, ma il triplice fischio dell'ottimo arbitro Paterna, sancisce la prima vttoria davanti al proprio pubblico dell'Arezzo e permette a Mister Capuano di andare a prendersi la sua dose di applausi sotto la curva Sud.


Da annotare il fatto curioso della espulsione di De Martino, reo, in fase di riscaldamento, di aver litigato con un avversario.


L'Arezzo, almeno nella prima parte della partita ha ritrovato gioco, convinzione nei propri mezzi ed ha dimostrato buona applicazione nelle giocate chieste da Capuano. Fino a che la condizione lo ha sorretto, Tremolada ha dimostrato di essere il giocatore che può spaccare le partite con la sua qualità e le sue giocate.


La difesa, anche cambiando gli interpreti, sembra essere uno dei punti di forza di quest'anno mentre a centrocampo Capece e Gambadori hanno il merito di macinare gioco in quantità industriale.


Defendi e Bentancourt, in avanti, sembrano aver trovato l'intesa giusta, in attesa che Sacha Cori torni disponibile; il centravanti amaranto ha caratteristiche che ne fanno elemento insostituibile nella fase offensiva richiesta da Capuano.


L'Arezzo visto contro il Prato, è mancato sugli esterni, ma le condizioni di Carlini e Feola sono un buon elemento giustificativo.


Tre punti che fanno morale in previsione della prossima trasferta a Pontedera, contro una delle squadre più in forma del momento, reduce dalla sonante vittoria esterna contro la Lupa Roma, ma soprattutto con il centravanti Scappini autore di tutte e cinque le reti dei pontederesi.


Ed allora ci vorrà il miglior Arezzo......

 

Riccardo Bonelli





18.02.2018 1290281

AREZZO E IL SUO ONORE ECCO COSA VOGLIAMO. CIARLATANI NON NE VOGLIAMO

 

Finisce con un pareggio, come al solito condito da recriminazioni su una vittoria ma [...]

Leggi Tutto
11.02.2018 1290281

AREZZO-ALESSANDRIA, LE PAGELLE DI RICK

 

PERISAN – 6,5 – Due gol presi, niente da imputargli, in compenso si esibisce in una p [...]

Leggi Tutto
11.02.2018 1290281

COSI’ NON SI VA LONTANO, NE IN CAMPO, NE FUORI…..FUORI LE PALLE E I SOLDI!!

 

Un punto in quattro partite, sfortuna, rimpalli, pali, menti dei [...]

Leggi Tutto
02.02.2018 1290281

LUCCHESE-AREZZO, LE PAGELLE DI RICK

 

PERISAN – 6,0 – Poche, pochissime occasioni per mettersi in mostra; incolpevole sul gol, [...]

Leggi Tutto
02.02.2018 1290281

L’AREZZO DOMINA, MA E’ SOLO UN PARI CHE STA STRETTO AGLI AMARANTO

 

Ci risiamo, rischiando di essere ripetitivi e rischiando pure di passare da [...]

Leggi Tutto
28.01.2018 1290281

LE PAGELLE DI RICK AREZZO PIACENZA

 

PERISAN – 5,5 –  Malino, al momento non sembra avere e dare tranquillità e af [...]

Leggi Tutto