PAGA SPEROTTO, PAGA L'AREZZO, PAGANO GLI ARETINI... E ALLORA.....

PAGA SPEROTTO, PAGA L'AREZZO, PAGANO GLI ARETINI... E ALLORA.....


Colpevole Sperotto, paga Sperotto, giusto, perche' le regole vanno rispettate e dove questo non succede e' il caos, il marasma generale, e regna la legge della giungla.


Sperotto paga per aver infranto una delle poche regole non scritte, un codice d'onore che regna negli spogliatoi di ogni sport e che nel calcio e' rimasto l'unico valore umano in mezzo a interessi miliardari.


E lasciate perdere le telecamere che sono entrate a far parte dello spettacolo calcistico, sono immagini e situazioni di facciata, quello che succede davvero, e' sempre stato una cosa intima tra giocatori ed allenatore.


Paga Sperotto, paga duramente una azione che possiamo definirla goliardata, vigliaccata, stupidata...... ma l'impatto mediatco che ha avuto la messa in onda di quel file audio non poteva passare sottaciuto, per il buon nome dell'Arezzo e di Arezzo.


Paga Sperotto perchè l'Arezzo ha perso di brutto in casa contro la Carrarese, rabbia sommata a rabbia, chissà se non avessimo perso.


Abbiamo vissuto in citta' con rabbia, tanta rabbia, l'ennesima bomba che ci e' piovuta addosso ed abbiamo dovuto sopportare una Italia intera che di colpo si e' ricordata che esiste Arezzo e gli aretini, una societa' di calcio con un Presidente che vanta una gestione economica oculata, merce rara nel calcio di oggi ed un allenatore preparato ma che ha la sfortuna di portarsi dietro eccessi eccessivi, amplificati dal web.


Paga Sperotto, un giocatore fortemente voluto da Ezio Capuano, e chissa ' quanto sara' costato a livello emotivo dover prendere questa decisione.


Ero convinto che il colpevole dovesse avere una punizione esemplare.....


Adesso non ne sono poi cosi' convinto, perche' l'amore per l'Arezzo sta prendendo il sopravvento sule ragioni morali, etiche, di fermezza verso chi ha compiuto questo atto.


Sperotto che se ne va, e' una sconfitta per tutti, per lui, per Capuano, per tutti noi dato che era un ragazzo con la maglia amaranto, e basta questo per pensare che, forse, ripensandoci bene, una seconda opportunita' andrebbe data a questo ragazzo, lo hanno chiesto i suoi compagni, segno di uno spogliatoio unito.


Una bella multa, qualche settimana in tribuna, il ragazzo ha capito l'errore madornale che ha fatto, il danno di immagine della societa' e di Arezzo..... Ma alzi la mano chi non ha mai sbagliato.
Mio padre mi ha sempre perdonato, magari dopo qualche scapaccione, io ho sempre perdonato e sempre perdonero' i miei figli, magari dopo qualche scapaccione....


Ma poi,  il sentimento della unita' familiare prevale su tutto e chissa' che il gruppo non ne esca piu' unito che mai...


Se siamo ancora in tempo, caro Eziolino, ripensaci........

 

Riccardo Bonelli





19.11.2017 1290281

AREZZO-CUNEO, LE PAGELLE DI  RICK

 

BORRA - S-V-  Tocca il primo pallone vero (si fa per dire) negli ultimi minuti di gioco. Un [...]

Leggi Tutto
19.11.2017 1290281

NOVANTOTTO MINUTI DI DOMINIO AMARANTO
VITTORIA NETTA E CONVINCENTE, ADESSO LE NOVITA' IN SETTIMANA E LA SFIDA DI SIENA

 

In vista di una settima [...]

Leggi Tutto
12.11.2017 1290281

 

 

BORRA – 5,5 – Incolpevole sul gol, poi pochi pensieri gli creano gli avanti piacentini. Ma è quel senso di esco… non esc [...]

Leggi Tutto
12.11.2017 1290281

CI VORREBBE SIGMUND FREUD!!

 

Niente da fare …l’Arezzo dottor Jeckill-mister Hyde è tornato puntuale al Comunale.


Non [...]

Leggi Tutto
08.11.2017 1290281

BORRA – 6,0 – Poco impegnato… pochissimo…. Quasi niente. Quel poco lo fa.

 

LUCIANI – 5,0 – Gioca co [...]

Leggi Tutto
08.11.2017 1290281

UN PUNTO, ZERO GIOCO, TANTA NOIA PER L’AREZZO CONTRO UN MODESTISSIMO GAVORRANO

 

Una percentuale di possesso palla altissimo, imbarazzante per l&rsqu [...]

Leggi Tutto