OTTIMISTA, CON CAUTELA, MA SEMPRE OTTIMISTA RIMANGO.

Premessa.
Ero ottimista nel maggio del 2014, chiamatela pure incoscienza, chiamatela come vi pare ma la stagione passata dell'Arezzo ha confortato le mie sensazioni.
 
Per cui, magari non farò' testo, perché per me l'Arezzo e' l'Arezzo, la miglior squadra che esita al mondo, anzi l'unica....e come si dice, e Capuano in primis, capirà , ogni scarrafone è bello a mamma soja.
 
Sento in giro tanto pessimismo, accuse alla società di immobilismo, di mancanza di chiarezza, di obiettivi cambiati in corsa, di arrivi promessi e non concretizzati, di preoccupazione per il settore giovanile, di dove si allenerà' l'Arezzo. 
 
E allora da dove deriva il mio ottimismo? Da due motivi principali, credo nel Presidente Ferretti e in Ezio Capuano e, purtroppo o per fortuna, la situazione finanziaria al limite del collasso di moltissime società di Lega Pro, pongono l'Arezzo in una posizione di privilegio; magari sarò antisportivo, ma dato che negli anni ho provato sulla pelle del mio Arezzo che nessuno ti regala niente, anzi... allora che vada pure in scena la frase morte tua, vita mia.
 
Oltretutto, la nuova regola dei sedici giocatori in rosa, più otto giovani, rivaluta la scelta iniziale dell'Arezzo, di fare contratti annuali ai giocatori, una scelta apparsa fuori luogo perché la prassi comune nelle società era quella di fare contratti pluriennali pur di acquisire le prestazioni dei giocatori.
 
Oggi la situazione è cambiata drasticamente, società' sull'orlo del fallimento, con venti, venticinque giocatori sotto contratto, molti dei quali con contratti faraonici, la assoluta necessità' di vendere per risanare bilanci disastrati.
Giocatori che non riscuotono da mesi, che con la nuova regola saranno un esubero ingombrante per molti presidenti, che si troveranno senza lavoro anche per colpa della loro ingordigia, mal consigliati da procuratori che non hanno saputo leggere le gravi difficoltà in cui versa il calcio a tutti i livelli, ma soprattutto in Lega Pro, dove già l'anno scorso, con la scomparsa della c2, ha creato una voragine con i dilettanti ed un centinaio di giocatori a spasso.
 
In questo quadro drammatico, sportivamente parlando, l'Arezzo si appresta ad iniziare una nuova stagione senza assili economici e con la possibilità di operare sul mercato con calma ed oculatezza, con frenesia di vendere o svendere pari allo zero: Ferretti e Capuano avranno anche la possibilità'  di dettare le proprie condizioni ai giocatori seguiti e, statene certi, molti giocatori busseranno alla porta dell'Arezzo o di altre società sane, pur di strappare un contratto... Brutti tempi per i procuratori...
 
Fiducia illimitata ad Ezio Capuano, non potrebbe essere altrimenti, visti i risultati ottenuti nella scorsa stagione.
Ha ragionato senza seguire il cuore ma con cognizione di causa, non ha ceduto a richieste di ritocchi esagerati di stipendi, significativo il suo ripetere che molti giocatori hanno disputato una stagione irripetibile.
 
Una frase da leggere attentamente tra le righe, una frase che molti giocatori non hanno gradito, ma che sintetizza chiaramente il Capuano pensiero. Tutti importanti, nessuno indispensabile.
 
Inguaribile ottimista questo Riccardo.... che ci volete fare, dopo cinquanta anni posso pretendere di dire la mia sull'Arezzo, e, credetemi, il calcio tra crisi finanziarie, partite truccate, vendute, comprate, calcio scommesse, vertici mondiali nella bufera, fair  play finanziario andato a puttane per permettere scempi contrattuali ... è' in agonia.
 
Ed allora, io, tifoso di una società' fuori da tutti gli scandali sportivi, fuori da tutte le penalizzazioni per ragioni economiche, vado orgoglioso dei mie colori ed è mio dovere avere e dare fiducia nelle persone che hanno permesso a me e a tutti i tifosi dell'Arezzo di poter andare a testa alta in mezzo a tante, tantissime teste abbassate
 
 
Riccardo Bonelli




19.11.2017 1290281

AREZZO-CUNEO, LE PAGELLE DI  RICK

 

BORRA - S-V-  Tocca il primo pallone vero (si fa per dire) negli ultimi minuti di gioco. Un [...]

Leggi Tutto
19.11.2017 1290281

NOVANTOTTO MINUTI DI DOMINIO AMARANTO
VITTORIA NETTA E CONVINCENTE, ADESSO LE NOVITA' IN SETTIMANA E LA SFIDA DI SIENA

 

In vista di una settima [...]

Leggi Tutto
12.11.2017 1290281

 

 

BORRA – 5,5 – Incolpevole sul gol, poi pochi pensieri gli creano gli avanti piacentini. Ma è quel senso di esco… non esc [...]

Leggi Tutto
12.11.2017 1290281

CI VORREBBE SIGMUND FREUD!!

 

Niente da fare …l’Arezzo dottor Jeckill-mister Hyde è tornato puntuale al Comunale.


Non [...]

Leggi Tutto
08.11.2017 1290281

BORRA – 6,0 – Poco impegnato… pochissimo…. Quasi niente. Quel poco lo fa.

 

LUCIANI – 5,0 – Gioca co [...]

Leggi Tutto
08.11.2017 1290281

UN PUNTO, ZERO GIOCO, TANTA NOIA PER L’AREZZO CONTRO UN MODESTISSIMO GAVORRANO

 

Una percentuale di possesso palla altissimo, imbarazzante per l&rsqu [...]

Leggi Tutto