UNDICI LEONI, UNDICI MAIALI INFEROCITI..... UNA SQUADRA DI VERI UOMINI, ORGOGLIOSI DI VOI, GRAZIE!

Una salvezza messa in cassaforte da un pezzo e, nonostante la sconfitta odierna, è arrivata la ciliegina sulla torta di un'annata impensabile, con la conquista di un nono posto da sballo e la possibilità di partecipare alla prossima Tim Cup.


Festa doveva essere e festa è stata, appena appena scalfita dal Sudtitol, ma non più di tanto; per una volta il risultato è passato in secondo, terzo piano, ed Arezzo, gli aretini, hanno dimostrato di avere apprezzato la magnifica coreografia iniziale, con tutti quei bambini che hanno preso una bella dose di applausi che stazioneranno nei loro sogni notturni.


E poi il nostro orgoglio aretino nel mondo, gli Sbandieratori di Arezzo, bellissima la loro performance resa ancor più bella dal prato verde, il cielo azzurro sul quale sembravano volare come uccelli le loro bandiere, e il colore amaranto di cui si era tinta la Minghelli.


E poi, alzi la mano chi non ha provato emozioni da brividi e pelle d'oca all'esibizione dell'Inno di Arezzo...troppo bello!


Poi novanta minuti di tifo incessante, passati senza apprensioni e senza pressioni, i ragazzi avevano già dato tutto in una stagione estenuante, non potevamo chiedere altro se non un impegno che non è mai, mai, mai mancato.


Poi la festa finale, grazie anche alla sconfitta della Torres che ha certificato la conquista del nono posto; l'annuncio dello speaker è stato accolto con un boato, ma la cosa più bella è stato il lungo applauso che ha accompagnato gli amaranto negli ultimi minuti di gioco da parte di tutto lo stadio.


Ezio Capuano ha raccolto gli ultimi, meritati applausi della stagione, da domani sarà al lavoro per il nuovo Arezzo, e lo dovrà fare, come da lui stesso ammesso, lasciando da parte il cuore ed usando solo la testa....e sarà davvero duro abbracciare molti dei suoi ragazzi e dovergli dire addio.....


E anche da parte nostra sarà triste dover salutare i nostri maiali inferociti, quelli che hanno permesso all'Arezzo e agli aretini di poter andare a testa alta, orgogliosi e fieri della nostra squadra e dei nostri colori, uomini veri, una dote che avevamo dimenticato per troppo tempo.


Un pensiero al Presidente Ferretti, oggi assente, è stata anche la sua festa e nell'abbraccio simbolico che Arezzo ha voluto significare con il lungo applauso, un posto in prima fila era a lui dedicato....


A chi lascerà la nostra città, l'augurio di continuare a dimostrare il loro valore ovunque essi andranno, nella speranza che l'esperienza di Arezzo rimanga nei loro cuori.


Massimiliano Benassi sarà uno di loro, ma lui la città di Arezzo è da un pezzo che alberga nel suo cuore..... da stasera avrà un motivo in più, GRAZIE MAX!


Ed in ultimo, ma non per ultimo, GRAZIE CAPUANO, un semplice grazie che racchiude la stima "illimitata" di tutti i tifosi aretini nei tuoi confronti.

 

Riccardo Bonelli


   





01.07.2018 1290281

C'è aria nuova intorno all'Arezzo.Una nuova Società, nuovi programmi, tanto entusiasmo.

E dopo una annata da dimenticare in fretta, ci voleva questa aria di rinnovam [...]

Leggi Tutto
30.06.2018 1290281

DUE COMUNICATI CHE CERTIFICANO IL COMPLETAMENTO DEL MIRACOLO SPORTIVO ED ECONOMICO -

Orgogliosi di tutti coloro che hanno contribuito affinchè tutto questo potesse avvenire.

[...]

Leggi Tutto
25.06.2018 1290281

ECCOLO! Comunque esso sia, sarà il nostro biglietto da visita [...]

Leggi Tutto
22.06.2018 1290281

LOGO NUOVO... VITA NUOVA

I segnali di rinnovamento, lo dice l'economia, lo dice il marketing, passano anche dal rinnovamento di un logo, il principale mezzo comunicativo di una societ [...]

Leggi Tutto
22.06.2018 1290281

Dispiace per Cesena, per il Cesena, per i suoi tifosi e per il calcio in generale.
Ma come si fa ad avere accumulato un debito di 73 milioni di euro? 
Da quanto dura questa situa [...]

Leggi Tutto
13.06.2018 1290281

Il Direttore Generale Ermanno Pieroni ed il Presidente La Cava hanno dunque delineato le linee guida di quello che sarà il nuovo Arezzo ingaggiando un tecnico giovane, cha ha saputo lavorare [...]

Leggi Tutto