A TESTA ALTA

Conquistata la matematica certezza della permanenza in Lega Pro, a Novara, dopo il regalo infrasettimanale da parte della Federazione, si  aspettavano che l'Arezzo potesse stendere un tappeto rosso sulla marcia dei piemontesi, considerandolo agnello sacrificale o avversario sottomesso in nome della giustizia sportiva, quella che i vertici della società novarese si aspettavano dopo i tanti sopprusi subìti.


Niente da fare, forse si aspettavano un altro Arezzo, eppure Mister Toscano e la sua corazzata al Città di Arezzo avevano toccato con mano le potenzialità tattiche e agonistiche degli uomini di Ezio Capuano, eppure tutti, in Piemonete, davano per archiviata la pratica Arezzo ancor prima di giocare la partita.


Ed invece, nonostante Toscano abbia messo in campo tutti i superbomber di cui disponeva, ci è voluta tutta l'abilità di un arbitro, tale Mastrodonato di Molfetta perchè il Novara potesse avere la meglio sui "maiali inferociti" che Eziolino gli aveva messo di fronte.


L'uno a zero finale e il fischio finale del novarese....ops arbitro Mastrodonato è stato accolto dai tifosi azzurri come una liberazione, dopo che nei minuti finali Panariello ne aveva messo a dura prova le coronarie sfiorando il gol del clamoroso pareggio.


Strana storia quella di Panariello, sabato scorso aveva messo a repentaglio il cuore di Capuano, oggi, quello di Mister Toscano....


L'Arezzo di oggi è stato il simbolo ed il riassunto di tutta una stagione; forte, fortissimo in difesa, anche contro il miglior attacco del girone A, quasi mai in affanno se non quando il Novara, non riuscendo in altri modi, ha cominciato a tentare la via della rete attraverso i cross in area per le teste di Evacuo e Della Rocca, creando mischie in cui tutto era possibile, anche che il nuovo entrato trovasse lo spiraglio giusto.


Tanto di cappello ad un reparto tra i più forti della categoria, anche se Mister Capuano obietterà che il punto forte di questa squadra non è la difesa, ma la fase difensiva.


Quello che infastidisce è stato l'atteggiamento in campo dell'arbitro, una direzione che ha innervosito i giocatori amaranto, ammonizioni cervellotiche, un paio di falli in area novarese che meriterebbero di essere rivisiti, con la ciliegina finale dell'espulsione, davvero incomprensibile di capitan Gambadori.


Passiamo sopra anche a queste cose, l'Arezzo ha dimostrato al Silvio Piola di meritare ampiamente non solo la salvezza, ma anche una posizione di classifica da far invidia a molte squadre, partite con ben altre ambizioni e che adesso arrancano nelle posizione basse della graduatoria.


La prossima settimana ultimo atto di questa fantastica stagione; la gara casalinga contro il Sudtirol sarà una festa, spero che il Città di Arezzo possa saper offrire un bel colpo d'occhio ai giocatori e a Mister Capuano.


Sarà il miglior modo per renderli partecipi del nostro orgoglio per tifare Arezzo, per tifare questo Arezzo e, specie la Curva Minghelli, quella per cui Eziolino ha fatto settanta metri alla Bolt, dovrà spingere i ragazzi ad un ultimo sforzo, quello di regalare a tutti la partecipazione alla Tim Cup, il prossimo anno.


Settanta metri che vorrei rimanessero l'emblema di questo stagione ed uno spot per la prossima.

 

Riccardo Bonelli





19.11.2017 1290281

AREZZO-CUNEO, LE PAGELLE DI  RICK

 

BORRA - S-V-  Tocca il primo pallone vero (si fa per dire) negli ultimi minuti di gioco. Un [...]

Leggi Tutto
19.11.2017 1290281

NOVANTOTTO MINUTI DI DOMINIO AMARANTO
VITTORIA NETTA E CONVINCENTE, ADESSO LE NOVITA' IN SETTIMANA E LA SFIDA DI SIENA

 

In vista di una settima [...]

Leggi Tutto
12.11.2017 1290281

 

 

BORRA – 5,5 – Incolpevole sul gol, poi pochi pensieri gli creano gli avanti piacentini. Ma è quel senso di esco… non esc [...]

Leggi Tutto
12.11.2017 1290281

CI VORREBBE SIGMUND FREUD!!

 

Niente da fare …l’Arezzo dottor Jeckill-mister Hyde è tornato puntuale al Comunale.


Non [...]

Leggi Tutto
08.11.2017 1290281

BORRA – 6,0 – Poco impegnato… pochissimo…. Quasi niente. Quel poco lo fa.

 

LUCIANI – 5,0 – Gioca co [...]

Leggi Tutto
08.11.2017 1290281

UN PUNTO, ZERO GIOCO, TANTA NOIA PER L’AREZZO CONTRO UN MODESTISSIMO GAVORRANO

 

Una percentuale di possesso palla altissimo, imbarazzante per l&rsqu [...]

Leggi Tutto