E' STATO SOLO UN INCUBO, MA MEDITATE GENTE...MEDITATE!

L'Arezzo, dopo un solo anno di professionismo, ritorna in serie D.


Mancava solo la certezza matematica e la sconfitta odierna sancisce il definitivo addio alla Lega Pro.


Un'annata particolare e sfortunata; il ripescaggio aveva riaperto le porte del Paradiso all'Arezzo, il Presidente Ferretti non aveva lesinato sforzi economici per mettere a disposizione di Mister Capuano un parco giocatori di prim'ordine, sia in estate che nel mercato di gennaio, dove sono arrivati rinforzi del calibro di Testardi e Barusso, un lusso per la categoria.


Uno sforzo che la società ha pagato anche in termini economici e giudiziari, con i sette punti di penalizzazione che i toscani hanno rimediato, nel corso dell'anno per il ritardato o mancato pagamento di stipendi e contributi.


C'è onestamente da dire che anche senza la penalizzazione, la squadra sarebbe retrocessa, perchè il divario di punti è stato tale da non avere di queste recriminazioni.


Ma a chi pensa ad una stagione disastrosa si sbaglia di grosso; Mister Capuano, dopo 25 anni di onorata carriera, passati a mettere in pratica il suo credo calcistico negli infuocati campi del Sud, dove difendersi era una scelta obbligata,  ha deciso, con l'arrivo ad Arezzo, di cambiare stile di gioco adottando un rivoluzionario 3-2-2-1-2 con tre difensori, due centrocampisti centrali, due ali, un trequartista a ridosso delle due punte.


Un modulo iperoffensivo, non a caso l'Arezzo ha il terzo miglior attacco del girone, con Bonvissuto capocannoniere con 25 reti, ma tutto il reparto offensivo ha garantito una grande vena realizzativa con Montini e Testardi entrambi in doppia cifra con 13 e 10 reti messe a segno.


Merito anche della spinta offensiva dei due esterni di centrocampo ed un trequartista ispirato e fonte di gioco inesauribile e che ha portato in dote sette reti.


Purtroppo le note dolenti sono arrivate dal reparto difensivo; l'Arezzo è la peggior difesa dell'intera Lega Pro con una media superiore ai due gol per partita ed in questo dato sta il motivo della retrocessione nonostante il gioco espresso, un gioco che ha destato l'interesse di molti tecnici di categorie superiori che hanno seguito gli allenamenti di Capuano sia attraverso i filmati sia assistendo di persona alle sedute tecnico tattiche del tecnico campano.


Certo che, ci saranno da apportare le dovute modifiche per rendere la tattica di gioco, ancorchè offensiva, con una certa copertura che garantirebbe di unire lo spettacolo ai risultati.


Perchè di spettacolo puro si è trattato,  lo dicono le cifre, con una media spettatori al Città di Arezzo che ha superato le tremila unità; un pubblico, quello aretino, che ha dato prova di grande maturità prediligendo lo spettacolo al mero risultato numerico, esaltandosi per le giocate offensive dell'Arezzo, anche se alla fine, la squadra usciva sconfitta. Sconfitta ma tra gli applausi dell'intero stadio, lo spettacolo davanti a tutto, altro che Teatro Petrarca o il Circo Togni!!


Adesso ci sarà da rimboccarsi le maniche e ricominciare da capo; ma l'Arezzo, gli aretini sono abituati a cadere e rialzarsi, lo sapranno fare anche stavolta.


Il Presidente Ferretti ha dichiarato di voler affidare a Mister Capuano l'Arezzo del futuro, quello che dovrà confrontarsi con Sansepolcro, Sangiovannese, Ponsacco, Poggibonsi e Massese, tanto per citare alcune tra le sfide più affascinanti che proporrà il girone E della Lega Nazionale Dilettanti.


Purtroppo l'Arezzo non potrà usufruire del Città di Arezzo, perchè la nuova Giunta Comunale, insediatasi da pochi mesi, ha raggiunto un accordo importante con la squadra di calcio femminile che giocherà le sue partite interne al Comunale.


Il Presidente Ferretti ha raggiunto, comunque, un accordo importante con il nuovo Assessore allo Sport; il Comune di Arezzo ha acquistato i campini adiacenti allo stadio, raggiungendo un accordo con i vecchi proprietari che hanno accettato di vendere i preziosi terreni con una unica clausola.


Per cui l'Arezzo giocherà la prossima stagione al Fun Ghini Stadium, che sarà dotato di due tribune costruite dalla Ponteggi Dalmine, due tribune che potranno contenere ben trecento spettatori l'una, e ci saranno, ne siamo sicuri, molti "tutto esaurito".


Si prevede che la Società sarà costretta, prima volta nella storia del cavallino, a mettere in vendita abbonamenti in numero limitato per scongiurare il pericolo di dover chiudere le biglietterie e per consentire a tutti di poter acquistare il biglietto.


Il Presidente Ferretti ha ricevuto numerose proposte,definite interessanti, per l'acquisto della Società da parte di aziende aretine, tra le quali quella dell'Azienda Agricola Humus and Homos, il re dei finocchi (inteso come ortaggio, per evitare querele) ma l'intenzione della Proprietà romana è quella di proseguire nella conduzione dell'Arezzo.


Nonostante molti giocatori della rosa attuale abbiano chiesto la riconferma, Ferretti e Capuano sono orientati a sacrificare i pezzi pregiati per costruire una squadra di venti giocatori di alto livello tecnico e di profilo morale che deve albergare nell'animo in ognuno di essi.


Avviate trattative importanti con il Ciliverghe Mazzano per l'attaccante Capogna, con il Mapello Bollate per Citrigno, il Comprensorio Montalto per il fortissimo difensore Forgione; ma molto altro bolle in pentola e la tifoseria è in fermento.


Il ritiro estivo è stato fissato nella ridente cittadina di Petrapertosa in Basilicata.


Passata l'amarezza per la retrocessione è tornato l'entusiasmo ad Arezzo!!


Fortunatamente così non è stato, il mio era solo un brutto sogno, ma sarebbe potuto accadere tranquillamente...ai critici incalliti, un consiglio... state, stiamo vicini al Presidente, all'allenatore, ai giocatori, perchè l'incubo non si trasformi in realtà!

 

Riccardo Bonelli





19.11.2017 1290281

AREZZO-CUNEO, LE PAGELLE DI  RICK

 

BORRA - S-V-  Tocca il primo pallone vero (si fa per dire) negli ultimi minuti di gioco. Un [...]

Leggi Tutto
19.11.2017 1290281

NOVANTOTTO MINUTI DI DOMINIO AMARANTO
VITTORIA NETTA E CONVINCENTE, ADESSO LE NOVITA' IN SETTIMANA E LA SFIDA DI SIENA

 

In vista di una settima [...]

Leggi Tutto
12.11.2017 1290281

 

 

BORRA – 5,5 – Incolpevole sul gol, poi pochi pensieri gli creano gli avanti piacentini. Ma è quel senso di esco… non esc [...]

Leggi Tutto
12.11.2017 1290281

CI VORREBBE SIGMUND FREUD!!

 

Niente da fare …l’Arezzo dottor Jeckill-mister Hyde è tornato puntuale al Comunale.


Non [...]

Leggi Tutto
08.11.2017 1290281

BORRA – 6,0 – Poco impegnato… pochissimo…. Quasi niente. Quel poco lo fa.

 

LUCIANI – 5,0 – Gioca co [...]

Leggi Tutto
08.11.2017 1290281

UN PUNTO, ZERO GIOCO, TANTA NOIA PER L’AREZZO CONTRO UN MODESTISSIMO GAVORRANO

 

Una percentuale di possesso palla altissimo, imbarazzante per l&rsqu [...]

Leggi Tutto