Il punto sulla settimana amaranto.

29 partite giocate, 11 vittorie, 8 pareggi, 10 sconfitte, 28 gol fatti, 26 subiti, 41 punti, 9° posto quello che vale per la partecipazione alla Tim Cup.

Non lo diciamo per scaramanzia, anzi lo diciamo ma la quota salvezza è quasi matematica, l'obbiettivo stagionale raggiunto, ora si aprono spazi e opzioni ben più interessanti.
Quella di Lumezzane è l'ennesima conferma di quanto nel calcio conti un'unica cosa, essere cinici. 

L'Arezzo di Capuano non gioca un calcio spettacolare, come pretenderlo con una squadra di "raccattati" nella manciata di un paio di giorni di calciomercato, ma nel mercato invernale sono stati tappati i buchi con buoni innesti come Franchino, Sabatino, Guidi , anche Crescenzi che in queste uscite ha dimostrato buone cose, e Yaisien che si sta rivelando una bella sorpresa, anche se ancora molto acerbo. Ora il nuovo obbiettivo fissato da Capuano è riuscire ad entrare nei primi 9 per poter partecipare alla Tim Cup, obbiettivo assolutamente non fuori dalla portata dei "maiali ignoranti" di Eziolino.

Aspettando la decisione del giudice sportivo sullo spinoso caso della espulsione vista \ non vista di Carcione nel match di domenica scorsa di Pavia si ritorna subito a parlar di calcio giocato domenica a Salò alle 14 contro la Feralpi. Squadra ostica e spinosa, ben organizzata davanti ma con una difesa ballerina (39 gol fatti e 37 subiti), all'andata finì 0-0 con un meraviglioso intervento sul finire del match di Benassi che valse il pareggio.
C'era anche Abbruscato... L'Arezzo però teme per Bonvissuto, uscito nella gara di Lumezzane anzitempo toccandosi vistosamente l'adduttore, sostituito da un Montini che ha regalato il gol vittoria che vale i 3 punti, speranzosi che il giovane possa tirare fuori i "coglioni ottogonali" già a partire contro la Feralpi. Per il resto non ci dovrebbero essere novità eclatanti in formazione, Sabatino non verrà rischiato e Erpen ancora non ha pienamente recuperato.


Chiudiamo con una nota di colore abbastanza sul tanto amato mister Capuano : essendo in ritiro in Lombardia, il mister si è dimenticato l'auto davanti allo stadio, scordandosi che venerdì 13 si sarebbe corsa la Tirreno - Adriatico. La sua auto è stata rimossa dal carrottrezzi. "Avevo lasciato l'auto martedì, quando siamo partiti per Lumezzane, sul piazzale dello stadio e non mi ricordavo che c'era la Tirreno e che il piazzale doveva essere lasciato libero. Mi hanno chiamato per dirmi che la mia auto è stata rimossa. Pazienza, dovevo stare più attento, ora penso solo alla mia squadra che ha conquistato la salvezza dell'auto mi occuperò dopo” ha così dichiarato.

Andrea Dini





19.11.2017 1290281

AREZZO-CUNEO, LE PAGELLE DI  RICK

 

BORRA - S-V-  Tocca il primo pallone vero (si fa per dire) negli ultimi minuti di gioco. Un [...]

Leggi Tutto
19.11.2017 1290281

NOVANTOTTO MINUTI DI DOMINIO AMARANTO
VITTORIA NETTA E CONVINCENTE, ADESSO LE NOVITA' IN SETTIMANA E LA SFIDA DI SIENA

 

In vista di una settima [...]

Leggi Tutto
12.11.2017 1290281

 

 

BORRA – 5,5 – Incolpevole sul gol, poi pochi pensieri gli creano gli avanti piacentini. Ma è quel senso di esco… non esc [...]

Leggi Tutto
12.11.2017 1290281

CI VORREBBE SIGMUND FREUD!!

 

Niente da fare …l’Arezzo dottor Jeckill-mister Hyde è tornato puntuale al Comunale.


Non [...]

Leggi Tutto
08.11.2017 1290281

BORRA – 6,0 – Poco impegnato… pochissimo…. Quasi niente. Quel poco lo fa.

 

LUCIANI – 5,0 – Gioca co [...]

Leggi Tutto
08.11.2017 1290281

UN PUNTO, ZERO GIOCO, TANTA NOIA PER L’AREZZO CONTRO UN MODESTISSIMO GAVORRANO

 

Una percentuale di possesso palla altissimo, imbarazzante per l&rsqu [...]

Leggi Tutto