DALLA CINA CON FURORE, AL CITTA' DI AREZZO E' DI SCENA... IL PAVIA!

Pavia si presenta come una moderna città lombarda "a misura d'uomo", particolarmente ricca di arte, cultura e natura. Il patrimonio artistico, architettonico e monumentale, testimonianza delle stratificazioni storiche a partire dalla fondazione in età romana, è stato in questi ultimi anni oggetto di attento studio e di restauro.

Il cardine principale è sicuramente l'Università degli Studi, fondata nel 1361 e attualmente una delle prime tre università italiane in molte facoltà, a partire da quelle di Ingegneria e Medicina che ogni anno si confermano all'avanguardia nel settore.
 

Pavia si caratterizza come città dalla grande tradizione artistica. Per le sue vie possiamo infatti ritrovare monumenti di importanza e valore a livello nazionale e internazionale, a partire dalle molteplici chiese (San Michele, San Pietro in Ciel d'Oro, il Duomo), fino ad arrivare allo storico Castello Visconteo, dimora dell'omonima famiglia dal 1360 e sede di molte opere artistiche all'interno della propria Pinacoteca.


Uno dei monumenti più belli d'Italia è la famosa Certosa; è sicuramente uno dei monumenti più importanti dell'intero Rinascimento; La Certosa di Pavia è considerata Patrimonio dell’UNESCO. Il monastero ha 615 anni di storia ed è visitato da circa 300.000 persone l’anno.
 

Calcisticamente parlando, nella storia recente dal 1978 ad oggi gli azzurri hanno giocato 21 delle 25 stagioni in Serie C poi Lega Pro, con una sola pausa di 4 anni dove il Pavia è momentaneamente precipitato fino all’Eccellenza. Attualmente è alla quinta stagione consecutiva di Prima Divisione, categoria in cui ha militato in sette delle ultime dieci stagioni.
 

Alla fine, dopo due mesi di trattative, è stata scritta una nuova pagina della storia del calcio italiano: il Pavia Calcio passa dalla storica famiglia Zanchi a Xiadong Zhu, presidente del Pingy Shanghai Investment, fondo d'investimento cinese. Dopo la Roma in mano agli americani e l'Inter passata dalla famiglia Moratti all'indonesiano Erik Thohir, un altro club professionistico italiano viene acquistato da investitori stranieri.
 

Il Pavia Calcio, 102 anni di storia, è stato per 7 anni di proprietà della famiglia Zanchi, che deteneva oltre il 90% delle quote. Dopo una trattativa durata un paio di mesi, sono arrivate le firme che ne certificano il passaggio a Xiadong Zhu e Kiang Ming Huang, amministratore dell'Agenzia per l'Italia.
 

Ci son stati grandi cambiamenti in casa Pavia nel corso dell’estate, una nuova proprietà e una squadra stravolta rispetto a quella dello scorso campionato, pieno di peripezie sul campo ma ancor prima fuori a livello societario. Il 5 luglio è stato innanzitutto chiamato un nuovo allenatore, debuttante si della categoria ma dal nome altisonante.
 

Si tratta infatti delle celebre ala di Torino e Cremonese degli anni novanta Riccardo Maspero, classe ’70 e giocatore fin due anni fa in Eccellenza lombarda. L’anno scorso, nello stesso campionato, Maspero ha debuttato come allenatore alla guida del Civilerghe Mazzano vincendo il torneo e proseguendo a suon di risultati, almeno per il momento, anche in questa sua prima avventura su una panchina professionistica.
 

Maspero è un allenatore duttile che varia il proprio modulo a seconda delle esigenze, tanto che in questa stagione il Pavia ha giocato sia con la difesa a tre che con la difesa a quattro e sia con con una folta mediana a cinque che con il centrocampo a tre; anche l’attacco varia tra tridente e coppia di punte con o senza tre quartista.
 

Quest'anno il Pavia si presenta, come una delle squadre più accreditate alla vittoria finale; il reparto offensivo è il vero punto di forza della squadra di Mister Maspero; uno dei migliori non solo del girone A ma della intera Lega Pro con Ferretti. Soncin e Cesarini che risultano nei piani alti della classifica dei cannonieri.
 

Nel turno infrasettimanale il Pavia non va oltre il pari casalingo contro il Lumezzane. Uno 0­0 che rallenta la corsa del Pavia e rilancia le speranze di salvezza del bresciani. Un pareggio giusto ma una partita a due facce: bella e con tante occasioni in avvio, chiusa e un po' nervosa nella ripresa. I padroni di casa chiudono in 10 per la doppia ammonizione comminata dall'arbitro Massimi a Cesarini che, dunque, salterà la trasferta in terra toscana al pari del centravanti amaranto Bonvissuto.
 

In casa Arezzo, il buon pari di Venezia, ha subito cancellato le polemiche sorte subito dopo la brutta sconfitta di Pordenone, un passo falso troppo enfatizzato, su cui si è cercato, forse ad arte, di innescare polemiche , offese gratuite, illazioni.
 

Per fortuna si è rigiocato dopo pochi giorni e Mister Capuano ed i suoi ragazzi, hanno risposto nel modo più sportivo possibile, giocando al Penzo una discreta partita, ma soprattutto dando una ottima risposta caratteriale.
 

Il Pavia scenderà al Città di Arezzo per proseguire la sua marcia verso la serie B e sarà per l'Arezzo di Mister Capuano un incontro da giocare con la grinta e l'applicazione tattica dei giorni migliori, perchè la squadra di Mister Maspero, al momento, a livello tecnico, appare un gradino superiore agli amaranto.
 

Ma il fattore campo potrebbe avere un ruolo determinante, con la Curva Minghelli che potrebbe essere, come successo altre volte in stagione, l'ago della bilancia sull'esito della sfida.
 

Lo sperano i giocatori amaranto, lo spera Mister Capuano, nel suo rapporto, del tutto particolare con il "suo" popolo amaranto.
 

Arbitro dell'incontro sarà Giuseppe Cifelli di Campobasso Assitenti: Orlando­Meozzi


Riccardo Bonelli





17.09.2017 1290281

TALMENTE SURREALE LA SITUAZIONE, TALMENTE INDECIFRABILE LA SQUADRA, TALMENTE EVIDENTI I RISULTATI CHE  CREDO SIA MEGLIO FAR DI TUTTA UN’ERBA UN FASCIO, PERCHE’ LE COLPE SON [...]

Leggi Tutto
17.09.2017 1290281

Terza sconfitta su quattro partite giocate, nove gol subìti, in quattro partite, tanti troppi orrori difensivi in tutte e quattro le partite, poca parvenza di gioco…… naturalme [...]

Leggi Tutto
16.09.2017 1290281

Ci ho pensato e ripensato se scrivere questo articolo. Ci ho pensato e ripensato se scriverlo come Riccardo Bonelli o come Pianetamaranto.

Poi ho deciso di scriverlo e pubblicarlo sia com [...]

Leggi Tutto
16.09.2017 1290281

Quarta giornata di campionato, l'Arezzo sarà di scena a Piacenza in un avvio di stagione in chiaro/scuro, con due sconfitte casalinghe e una vittoria esterna per una squadra che ha mostr [...]

Leggi Tutto
09.09.2017 1290281

 

 

BORRA – 7,0 – Uno dei migliori in campo tra gli amaranto. Sette gol subìti in tre partite, un incubo, ma poco e niente sulla co [...]

Leggi Tutto
08.09.2017 1290281

IMBARAZZANTI

 

Imbarazzanti…. È il primo commento che viene a caldo per definire la prestazione dei giocatori amaranto contro la Pistoiese. Leggi Tutto