Il punto sui tre gironi di Lega Pro - 26' giornata

GIRONE A

Boom, boom boom! Cannonate da parte delle prime tre della classe che vincono e si portano 50. Tre squadre a questo livello di punti non hanno riscontro negli altri gironi.

Parliamo del Novara che regola la Torres con poca fatica al Sivio Piola e grazie alla classifica avulsa risulta prima in classifica, dell'Alessandria che esce vittoriosa dal Druso di Bolzano, campo notoriamente ostico mentre il Pavia non deve certo sudare le classiche sette camice per avere la meglio sull'Albinoleffe.

E saranno quasi sicuramente queste tre squadre a giocarsi la vittoria finale, avendo dato ampia dimostrazione di essere una spanna sopra a tutti.

Vetrina d'obbligo per l'Arezzo d Mister Ezio Capuano; tre vittorie consecutive (Renate, Mantova e Bassano), nove punti che proiettano la formazione amaranto al nono posto della classifica a quota 36. E di miracolo si tratta, dato che è bene ricordare che l'Arezzo ha usufruito del ripescaggio quando erano state giocate già due giornate e la squadra è stata allestita nei due giorni concessi di proroga e catapultata in campo senza preparazione ( e non da sottovalutare il fatto che l'Arezzo abbia giocato una partita in meno)

Due personaggi alla ribalta Bruno del Real Vicenza capocannoniere con 15 reti e Ferretti del Pavia subito dietro a quota 13 portano in dote, con i loro gol, tre punti alle loro squadre.

Due pareggi e due sconfitte nelle ultime quattro partite, due soli punti ed una classifica che si fa settimana dopo settimana sempre più preoccupante. E' la carta di identità attuale della Cremonese di Giampaolo che non va oltre lo zero a zero contro il fanalino di coda Pordenone in uno Zini in cui regna la contestazione.

Due pareggi ed una sconfitta per il Bassano di Antonino Asta ed il treno promozione si allontana sensibilmente; il girone di ritorno dei veneti non è dei più esaltanti; semaforo rosso al Città di Arezzo per la quarta sconfitta stagionale.

Ripiomba nel baratro l'Albinoleffe che esce sconfitto dall'Atleti Azzurri di Italia ad opera del Pavia; l'incontro era già proibitivo in partenza ma l'estrema arrendevolezza della Celeste ha facilitato il compito della squadra di Mister Maspero.

Due sconfitte consecutive per il Venezia di Mister Michele Serena, l'ultima nel derby disputato tra le mura amiche del Penzo contro il Real Vicenza e la situazione di classifica dei neroverdi ritorna ad essere a livelli di guardia.

GIRONE B -

Torna alla vittoria, dopo l'inattesa sconfitta di Prato, l'Ascoli di Mister Petrone; il Savona rende vita dura ai bianconeri ma alla fine deve soccombere ai piu' forti e adesso i punti di vantaggio sul Teramo salgono a due.

Nessuna delle sette squadre che inseguono l'Ascoli o cercano la zona play off conquistano la vittoria, un evento abbastanza insolito per cui la classifica rimane pressochè invariata.

Seconda vittoria consecutiva per la Pistoiese e sembra che la cura Sottil cominci a dare i suoi frutti; la posizione in classifica degli arancioni comincia a rendere giustizia al valore della squadra.

Impresa della Pro Piacenza che compie l'impresa della giornata battendo la più quotata Reggiana e lascia la posizione di fanalino di coda a discapito del San Marino, autore. comunque di un buon risultato andando a pareggiare al Mazza contro la Spal.

Derby avaro di emozioni e senza gol quello tra L'Aquila e Teramo, ma sugli spalti per i tifosi è festa, tante coreografie, tanta correttezza, per cui oggi i vincitori sono loro.

Due vittorie consecutive sembravano aver rilanciato e alimentato le speranze di salvezza per il Santarcangelo, ma le ultime due sconfitte consecutive contro Teramo e Tuttocuoio (entrambe per 3-2) hanno fatto ripiombare la squadra romagnola nella bagarre dei play out.

Netta sconfitta nel derby con la Carrarese per la Lucchese di Mister Galderisi; un tre a zero che non ammette repliche e consente ai marmiferi di superare in classifica i rossoneri.

GIRONE C -

Allunga il Benevento (approfittando del pari casalingo della Salernitana) che con la vittoria contro il Melfi raggiunge la quota record (per la Lega Pro in generale) di 59 punti. Partita emozionante allo stadio Ciro Vigorito con i giallorossi che conquistano la vittoria all'ultimo respiro con un gol, forse decisivo per il campionato, del bomber Eusepi, capocannoniere del girone con 15 marcature.

Vittorie importanti per Juve Stabia e Lecce che allungano sulle inseguitici e consolidano la zona play off. Le vespe stabiesi si impongono nell'incontro casalingo con la Paganese e tornano alla vittoria dopo due pareggi consecutivi.

Il Lecce fa suo lo scontro di Via del Mare contro il Messina e adesso sono tre le vittorie consecutive dei salentini.

Dopo tante volte che abbiamo messo dietro la lavagna l'Aversa Normanna, oggi dobbiamo celebrarne una impresa; tre a zero secco, netto, rotondo a spese del Catanzaro e la contemporanea sconfitta della Reggina, hanno rianimato la lotta per evitare l'ultima posizione.

A dieci minuti dalla fine svanisce il sogno della Salernitana di fare suo l'incontro con il Foggia e mantenere immutato lo svantaggio dalla capolista Benvento. La doccia fredda arriva con il gol del due a due siglato da Iemmello, autore di una doppietta.

Perde incontro e terreno la Casertana; il due a zero con cui il Matera si impone sui rossoblu fa sì che i casertani perdano il quarto posto a favore del Lecce e consentano allo stesso Matera di portasi ad un solo punto dalle zone che contano.

Quattordicesima sconfitta per la Reggina che ripiomba nell'incubo dell'ultimo posto, distante solo un punto, un ultimo posto che vuole dire Serie D, dilettanti, impensabile per una società come quella calabrese.

Il Catanzaro di Mister Sanderra era dato in grande forma, dopo la serie di tre vittorie consecutive; improvvisamente la luce si è spenta e la squadra ha subìto una dura lezione (3-0) in casa del fanalino di coda Aversa Normanna

Riccardo Bonelli





19.11.2017 1290281

AREZZO-CUNEO, LE PAGELLE DI  RICK

 

BORRA - S-V-  Tocca il primo pallone vero (si fa per dire) negli ultimi minuti di gioco. Un [...]

Leggi Tutto
19.11.2017 1290281

NOVANTOTTO MINUTI DI DOMINIO AMARANTO
VITTORIA NETTA E CONVINCENTE, ADESSO LE NOVITA' IN SETTIMANA E LA SFIDA DI SIENA

 

In vista di una settima [...]

Leggi Tutto
12.11.2017 1290281

 

 

BORRA – 5,5 – Incolpevole sul gol, poi pochi pensieri gli creano gli avanti piacentini. Ma è quel senso di esco… non esc [...]

Leggi Tutto
12.11.2017 1290281

CI VORREBBE SIGMUND FREUD!!

 

Niente da fare …l’Arezzo dottor Jeckill-mister Hyde è tornato puntuale al Comunale.


Non [...]

Leggi Tutto
08.11.2017 1290281

BORRA – 6,0 – Poco impegnato… pochissimo…. Quasi niente. Quel poco lo fa.

 

LUCIANI – 5,0 – Gioca co [...]

Leggi Tutto
08.11.2017 1290281

UN PUNTO, ZERO GIOCO, TANTA NOIA PER L’AREZZO CONTRO UN MODESTISSIMO GAVORRANO

 

Una percentuale di possesso palla altissimo, imbarazzante per l&rsqu [...]

Leggi Tutto