Arezzo da cardiopalmo, vittoria inestimabile quella con il Renate

Le partite sono strane, quelle dell'Arezzo poi hanno tutte storie particolari, specialmente quest'anno e quella di oggi non fa eccezione, anzi, la possiamo tranquillamente prendere come l'emblema della Capuano's Band.

L'Arezzo ha vinto una partita (e lo scrivo a caratteri cubitali, per evidenziarne l'importanza) FONDAMENTALE ed in ottica salvezza ha fatto un passo quasi decisivo.

Commentare Arezzo-Renate non è facile; i lombardi penso, si mangeranno le mani per non aver gestito il vantaggio e non aver affondato quando l'Arezzo sembrava in difficoltà.

Nello stesso tempo gli amaranto, subìto il gol a freddo e per giunta per una clamorosa indecisione difensiva, hanno stentato a riprendersi;  l'Arezzo sembrava un pugile sull'orlo del K.O., ma come tale, ha cercato di passare il momento di sbandamento limitando i danni, poi, una volta ripresosi, ha cominciato ad accettare il confronto a viso aperto, e ha messo al tappeto il Renate con un uno-due micidiale.

Alla fine abbiamo tirato tutti un sospiro di sollievo, l'Arezzo è vivo, magari denota i soliti limiti, le solite incertezze, magari gli avversari hanno la fortuna di approfittarne subito alla prima occasione, magari dovremmo continuare a patire, ma una cosa è certa, e rubo la frase al mister...l'Arezzo non muore mai!

Gran bella squadra il Renate con un collettivo che gioca a memoria ed alcune individualità davvero importanti e il complimento alla squadra di Mister Simone Boldini non fa che aumentare i meriti da attribuire all'Arezzo per i tre punti conquistati.

Cinque minuti, gli ultimi di oggi, che forse valgono una stagione, che forse avranno creato qualche scompenso cardiaco a noi tifosi, ma un trionfo che ha un gusto particolare, basta guardare la classifica.

In sala stampa, a sorpresa, si materializza la figura del Presidente Ferretti che sgombra ogni dubbio su tutto; Ezio Capuano ha praticamente la riconferma in tasca, domani, ultimo giorno di mercato ci saranno ulteriori novità, la società è solida e la volontà è quella di programmare l'anno calcistico che verrà mantenendo la società snella nei suoi effettivi e con un mister all'inglese, coordinatore a 360 gradi dell'area tecnica e con il D.S. Ciardullo che continuerà a fare esperienza.....agli ordini di Capuano.

Bene, giornata positiva al cento per cento; i risultati delle avversarie ci consentono di abbellire la nostra classifica e mantenere a distanza di sicurezza chi ci sta dietro; nello stesso tempo l'Arezzo ha messo nel mirino quattro squadre che la precedono ma che sono, oramai, ad un tiro di schioppo.

Bene, perchè il Presidente ha fatto chiarezza sul passato, sul presente sbilanciandosi anche sul futuro dell'Arezzo che verrà.

Bene, perchè tutto è bene quel che finisce bene... e l'ultimo (NON) chiuda la porta (ogni riferimento a Cincilla è puramente casuale).....

Riccardo Bonelli





19.11.2017 1290281

AREZZO-CUNEO, LE PAGELLE DI  RICK

 

BORRA - S-V-  Tocca il primo pallone vero (si fa per dire) negli ultimi minuti di gioco. Un [...]

Leggi Tutto
19.11.2017 1290281

NOVANTOTTO MINUTI DI DOMINIO AMARANTO
VITTORIA NETTA E CONVINCENTE, ADESSO LE NOVITA' IN SETTIMANA E LA SFIDA DI SIENA

 

In vista di una settima [...]

Leggi Tutto
12.11.2017 1290281

 

 

BORRA – 5,5 – Incolpevole sul gol, poi pochi pensieri gli creano gli avanti piacentini. Ma è quel senso di esco… non esc [...]

Leggi Tutto
12.11.2017 1290281

CI VORREBBE SIGMUND FREUD!!

 

Niente da fare …l’Arezzo dottor Jeckill-mister Hyde è tornato puntuale al Comunale.


Non [...]

Leggi Tutto
08.11.2017 1290281

BORRA – 6,0 – Poco impegnato… pochissimo…. Quasi niente. Quel poco lo fa.

 

LUCIANI – 5,0 – Gioca co [...]

Leggi Tutto
08.11.2017 1290281

UN PUNTO, ZERO GIOCO, TANTA NOIA PER L’AREZZO CONTRO UN MODESTISSIMO GAVORRANO

 

Una percentuale di possesso palla altissimo, imbarazzante per l&rsqu [...]

Leggi Tutto