AREZZO IN CERCA DI RISCATTO IN TERRA SARDA

Se dovessimo prendere come metro di paragone le parole di Mister Capuano in vista della partita contro l'Albinoleffe, in cui il tecnico campano definiva la partita difficilissima da affrontare e in cui l'Arezzo nulla aveva da guadagnare e tutto da perdere... e visto il risultato finale, la partita con la Torres la potremmo definire proibitiva e dal risultato scontato.

Fortunatamente il calcio non è così matematico, l'Arezzo non è certo quello che ha affrontato i lombardi e la settimana che precede la partita in terra sarda ha portato nuova linfa in casa aretina, con l'arrivo in maglia amaranto del centravanti Testardi e del fantasista franco­egiziano Abdallah Yaisien, stella del calcio giovanile francese,acquisti che vanno ad aggiungersi a quelli di Antonio Nicholas Guidi, Sergio Sabatino; Ronaldo Vanin e Niccolò Mariani.

Tutti movimenti che testimoniano che, nonostante i famosissimi paletti che mettevano in difficoltà ed opstacolavano alcune operazioni di mercato, il Presidente Ferretti ha allentato i cordoni della borsa ed ha consentito l'arrivo ad Arezzo di giocatori esperti e di giovani interessanti che in una piazza come quella aretina e con un allenatore esperto come Ezio Capuano, potranno dimostrare il loro valore e poter costituire non solo il presente ma anche il futuro dell'Arezzo.

Già, perchè se è bene operare affinchè questa squadra possa mantenere la categoria (cosa essenziale) è bene anche cominciare ad essere lungimiranti e gettare le basi per l'Arezzo del futuro ed in questo senso i segnali che provengono dalla proprietà cominciano ad essere confortanti.

Il Presidente già parlava poco in tempi in cui aveva interlocutori poco collaborativi, figuriamoci adesso che ha in Mister Capuano il deus ex machina della situazione, che gode della sua fiducia illimitata ed ha convinto Mauro Ferretti ad abbattere alcuni di questi benedetti paletti.

Adesso il futuro si chiama Torres o più precisamente SEF Torres (Società per l’educazione fisica), una squadra che ha gli stessi punti dell'Arezzo e che evoca bellissimi ricordi, dato che la partita di andata, giocata in un Città di Arezzo vestito a festa, sancì il ritorno degli amaranto tra i professionisti dopo quattro anni di purgatorio.

Anche i sardi hanno approfittato del mercato invernale per rinforzarsi e sotto la supervisione del D.s. Nucifora, sono infatti arrivati : Riccardo Barbuti attaccante dal Pordenone , Federico Cerone centrocampista proveniente dal Savona, Cristian Buonaiuto centrocampista offensivo dal Teramo e di Davide Petermann anch'esso centrocampista proveniente dsl Sud Trol via Palermo.

I sardi, tra le mura del "Vanni Sanna" sono avversaria temibile avendo un tabellino di marcia di tutto rispetto con sei vittorie, un pareggio e tre sconfitte e soprattutto sono squadra difficile da superare con i soli otto go subìti sul terreno amico.

L'Arezzo di Mister Capuano (che dovrà dirigere i suoi dalla tribuna causa squalifica) sarà privo del fantasista argentino Erpen, la cui assenza si è fatta sentire nella sconfitta interna con l'Albinoleffe e che mancherà dai terreni di gioco per circa un mese, in compenso il tecnico campano avrà a disposizione i nuovi acquisti, per cui la formazione sarà decisa solo dopo l'ultima rifinitura e se prima dell'arrivo di Abdallah Yaisien si prevedeva un necessario cambio di modulo con l'impiego delle due punte, adesso sarà possibile per Capuano ricreare la situazione dell'assetto tattico con il trequartista dietro la punta.

Ma al di là di chi scenderà in campo, importante sarà tornare dalla Sardegna con un risutato positivo e l'impresa non sarà facile ma nemmeno impossibile, perchè l'Arezzo ha dimostratop di potersela giocare con chiunque.

A proposito, GOAL.COM in un articolo del giugno 2013 enfatizzava l'acquisto di Yaisien così "Il Bologna ha battuto la concorrenza di Juventus e Manchester City, assicurandosi la stella del calcio giovanile francese: si chiama Yaisien, ha 19 anni ed il destino da Faraone.......... ma passiamo alle caratteristiche tecniche. Yaisien è una scheggia che fa impazzire con eleganza le difese avversarie. E' imprevedibile: devastanti i suoi cambi di passo, col pallone incollato ai piedi. E' destro naturale ma usa senza problemi anche il sinistro. Non è un colosso, ma se la cava ottimamente anche di testa....il pallone gli piace troppo ed a volte tende ad esagerare con le azioni personali....... il ruolo perfetto di Yaisien sarebbe quello del trequartista, della seconda punta che sfrutti le sponde e gli spazi creati dalla boa centrale."

CHE SIA DI BUON AUSPICIO!!!!

Riccardo Bonelli





19.11.2017 1290281

AREZZO-CUNEO, LE PAGELLE DI  RICK

 

BORRA - S-V-  Tocca il primo pallone vero (si fa per dire) negli ultimi minuti di gioco. Un [...]

Leggi Tutto
19.11.2017 1290281

NOVANTOTTO MINUTI DI DOMINIO AMARANTO
VITTORIA NETTA E CONVINCENTE, ADESSO LE NOVITA' IN SETTIMANA E LA SFIDA DI SIENA

 

In vista di una settima [...]

Leggi Tutto
12.11.2017 1290281

 

 

BORRA – 5,5 – Incolpevole sul gol, poi pochi pensieri gli creano gli avanti piacentini. Ma è quel senso di esco… non esc [...]

Leggi Tutto
12.11.2017 1290281

CI VORREBBE SIGMUND FREUD!!

 

Niente da fare …l’Arezzo dottor Jeckill-mister Hyde è tornato puntuale al Comunale.


Non [...]

Leggi Tutto
08.11.2017 1290281

BORRA – 6,0 – Poco impegnato… pochissimo…. Quasi niente. Quel poco lo fa.

 

LUCIANI – 5,0 – Gioca co [...]

Leggi Tutto
08.11.2017 1290281

UN PUNTO, ZERO GIOCO, TANTA NOIA PER L’AREZZO CONTRO UN MODESTISSIMO GAVORRANO

 

Una percentuale di possesso palla altissimo, imbarazzante per l&rsqu [...]

Leggi Tutto