Ora più che mai, gli amaranto han bisogno di noi

“Festeggierò i miei 50 anni nei prossimi 50”- così Mister Capuano ha esordito in sala stampa dopo la brutta prestazione dei suoi ieri, contro l’ultima della classe Albinoleffe.
E pensare che la partita non era iniziata nemmeno male. In venti minuti gli amaranto giocavano e creavano occasioni, non finalizzate solo dalla poca verve dei nostri attaccanti e dalle belle parate di Offredi.
Poi l’infortunio di Erpen, uno Stadio intero in ansia, in silenzio. Quando il Dottore amaranto ha chiesto il cambio già molti iniziavano a preoccuparsi, a pensare anche ai prossimi incontri o addirittura a invocare dal mercato un degno sostituto.
Fatto sta che dopo il cambio gli uomini di Capuano hanno smesso di giocare (come tutti temevamo), di far girare veloce la palla, di creare occasioni da gol.
Dieci minuti dopo, alla prima occasione per gli ospiti, Momentè con un gran sinistro beffa Benassi, colpevole forse di non aver posizionato in maniera corretta la barriera.
Da li in poi un susseguirsi di lanci lunghi, di azioni confuse  e di molto nervosismo. Capuano, arrivato alla partita con un solo attaccante, ha provato ad inserire Coppola e Millesi, oltre a Padulano per Erpen all’inizio. Ma niente da fare. L’Albinoleffe dopo ben 9 sconfitte consecutive vince al Città di Arezzo.
Ed è proprio da qui che noi vogliamo ripartire, è proprio da qui che adesso tutto il popolo aretino si deve unire per aiutare questi ragazzi. La classifica fa ancora ben sperare, ma adesso un altro passo falso potrebbe essere pericoloso. Erpen, a detta di alcuni addetti ai lavori, non dovrebbe avere nulla di preoccupante. Il Mister lo ha sostituito per evitare guai peggiori. Domenica contro la Torres è un vero e proprio scontro diretto, entrambe 27 punti in classifica e per entrambe la voglia di salvarsi il prima possibile.
Adesso non dobbiamo perderci, non dobbiamo abbatterci. E’ il momento di vincere tutti insieme. La serie D non ci compete e mai più vorremmo rivederla, e allora dalla prossima partita casalinga, ritorniamo a riempire il nostro vecchio Stadio, ricominciamo a venire alla partita con la sciarpa amaranto al collo. In fondo sono anche queste “piccolezze” che fanno la differenza.
Per chiudere ci teniamo a dire un’ultima cosa. Mister, nonostante la sconfitta di ieri e la sua ovvia “tristezza”, oggi è giusto che festeggi il suo compleanno con la famiglia, quello che ha fatto fin’ora batte qualsiasi più rosea aspettativa, non sarà un risultato a farci cambiare idea sul nostro condottiero. Avanti Arezzo, Avanti Mister Capuano…Tanti auguri e forza Arezzo..!!

 

Marco Frascogna



 





21.10.2019 1290281

Leggi Tutto
20.10.2019 1290281

AREZZO - ALESSANDRIA
LE DOPPIE PAGELLE DI RICK

Due tempi, due volti dell'Arezzo, impossibile non giudicarli separatamente

PRIMO TEMPO

PISSARDO - 6,0 - Come [...]

Leggi Tutto
20.10.2019 1290281

AREZZO - ALESSANDRIA 1-1

Cinquantuno minuti in cui abbiamo assistito ad una partita in cui l'Arezzo, con un assetto tattico al di fuori della logica delle caratteristiche degli uomini [...]

Leggi Tutto
19.10.2019 1290281

L’AREZZO AD UN BIVIO
GLI AMARANTO HANNO BISOGNO DI PUNTI E DI CERTEZZE

Lo abbiamo detto gia’ diverse volte, alla vigilia di una partita... forse troppe.

13.10.2019

SIENA - AREZZO, LE PAGELLE DI RICK

PISSARDO - 6,0 - L'unico vero tiro nello specchio della porta il Siena lo fa al minuto novantasei e la beffa è servita. Per il resto della pa [...]

Leggi Tutto
13.10.2019 1290281

UN PARI CHE SA DI BEFFA

Minuto 95 e trenta secondi... poco, pochissimo alla fine con l'Arezzo in vantaggio
.
L'ultima palla in area, la testa di Guidone ed il Siena [...]

Leggi Tutto