Tutti quanto ipotizzato da Eziolino Capuano in settimana, oggi è successo, quasi il tecnico avvertisse a pelle che la sua squadra avrebbe potuto  palesare problemi di deconcentrazione, dovuti molto probabilmente ai movimenti di mercato e alla facile vittoria della scorsa settimana...forse.
 
" />

BASTA MOMENTE' PER ABBATTERE L'AREZZO

Tutti quanto ipotizzato da Eziolino Capuano in settimana, oggi è successo, quasi il tecnico avvertisse a pelle che la sua squadra avrebbe potuto  palesare problemi di deconcentrazione, dovuti molto probabilmente ai movimenti di mercato e alla facile vittoria della scorsa settimana...forse.

Fatto sta che l'Arezzo perde una partita che non doveva assolutamente perdere, e quello che fa maggiormente preoccupare è che la sconfitta è maturata dopo una prestazione deficitaria sotto ogni aspetto; non ha funzionato nulla contro il fanalino di coda Albinoleffe, e l'infortunio di Erpen è solo una parziale scusante, ben poca cosa rispetto a tutto il resto.

Gli amaranto hanno peccato di sufficienza, sono partiti in sordina, pensando che i bergamaschi, che venivano da nove sconfitte consecutive, avrebbero, prima o poi, alzato bandiera bianca.

Quanto sia importante una punta che faccia gol, lo si è visto oggi, l'Albinoleffe ha Momentè, una occasione un gol, decimo sugli undici segnati dai celesti; l'Arezzo, squalificato Bonvissuto, partiti Morga e Vitiello, aveva solo Montini, che ha disputato l'ennesima prova insufficiente della sua stagione amaranto.

Ma con lui sono affondati anche i suoi dieci compagni, nessuna sufficienza, tanta sufficienza come ha sottolineato nel dopo partita Capuano che ha accusato i suoi di aver giocato per se stessi e non al servizio della squadra.

E così, vanificata la vittoria di Monza contro la Giana Erminio l'Arezzo si ritrova invischiata nella lotta per evitare i play out proprio in una giornata che, nelle previsioni, doveva sorridere ai colori amaranto.

Diffìcile commentare la partita, di una bruttezza unica, a contrasto con la bellissima giornata di sole che illuminava il Città di Arezzo; fin dalle prime battute era facile capire che l'Arezzo in campo non c'era e se c'era dormiva, ed è bastato un Albinoleffe ben messo in campo e con Momentè davanti per mettere in crisi la squadra amaranto fin dai primi minuti, anche se Erpen prima di uscire aveva creato l'unica vera limpida occasione da gol dei toscani ma Montini che manca la deviazione  sottomisura ed il grande intervento del portiere Offredi hanno forse cambiato il corso della partita.

Poi tanta monotonia fino al gol su punizione del centravanti bergamasco; quello che ti aspetti in questi casi, dato che mancava ancora piu' di un'ora alla fine era una reazone di orgoglio, un cambio di ritmo, un assedio al fortino bergamasco.

Nulla di tutto questo, gli uomini di Amedeo Mangone non hanno dovuto alzare nessuna barricata perchè nessuno li ha assediati. Per l'Arezzo solo uno sterile possesso palla, una fatica immane a portare su palloni e altrettanta imprecisione nei passaggi decisivi, con tanti palloni buttati malamente in area dalla trequarti e giocatori amaranto sempre anticipati, sempre secondi su tutti i palloni.

E nonostante tutta questa pochezza gli uomini di Capuano hanno avuto l'occasione specie nei minuti finali, di portare a casa almeno un pareggio, ma quando sottoporta ci sono uomini che non te la buttano dentro nemmeno da due metri, allora ti accorgi che la partita potrebbe durare anche due giorni e la vittoria dell'Albinoleffe non fa una grinza.

Adesso, quella che doveva essere una settimana tranquilla in attesa delle novità di mercato, sarà una settimana di processi, riflessioni e la corsa al rafforzamento e alla integrazione dell'organico con i tasselli mancati dovrà subìre, necessariamente, un accelerazione perchè tra infortuni, squalifiche e ruoli scoperti, la situazione si sta complicando maledettamente anche se le possibilità di riuscire a portare a casa una salvezza tranquilla sono ancora intatte a patto di...mettere mano al portafoglio, inutile negarlo.

 

Riccardo Bonelli

 




18.02.2018 1290281

AREZZO E IL SUO ONORE ECCO COSA VOGLIAMO. CIARLATANI NON NE VOGLIAMO

 

Finisce con un pareggio, come al solito condito da recriminazioni su una vittoria ma [...]

Leggi Tutto
11.02.2018 1290281

AREZZO-ALESSANDRIA, LE PAGELLE DI RICK

 

PERISAN – 6,5 – Due gol presi, niente da imputargli, in compenso si esibisce in una p [...]

Leggi Tutto
11.02.2018 1290281

COSI’ NON SI VA LONTANO, NE IN CAMPO, NE FUORI…..FUORI LE PALLE E I SOLDI!!

 

Un punto in quattro partite, sfortuna, rimpalli, pali, menti dei [...]

Leggi Tutto
02.02.2018 1290281

LUCCHESE-AREZZO, LE PAGELLE DI RICK

 

PERISAN – 6,0 – Poche, pochissime occasioni per mettersi in mostra; incolpevole sul gol, [...]

Leggi Tutto
02.02.2018 1290281

L’AREZZO DOMINA, MA E’ SOLO UN PARI CHE STA STRETTO AGLI AMARANTO

 

Ci risiamo, rischiando di essere ripetitivi e rischiando pure di passare da [...]

Leggi Tutto
28.01.2018 1290281

LE PAGELLE DI RICK AREZZO PIACENZA

 

PERISAN – 5,5 –  Malino, al momento non sembra avere e dare tranquillità e af [...]

Leggi Tutto